Connessione Desktop da remoto per MAC: come connettersi a MAC da distanza


Creare una connessione da remoto per connettersi ad un Mac da un altro dispositivo è possibile. A disposizione degli utenti che possiedono dispositivo Mac OS ed hanno l’esigenza di stabilire una connessione da remoto ci sono svariati soluzioni software. In linea di massima, per creare una connessione da remoto ad un Mac basta che il Mac sia collegato ad Internet e che sia attivo un software apposito in grado di garantire l’accesso da remoto ad un altro dispositivo dell’utente.

connettersi da remoto con mac

La configurazione di una connessione desktop da remoto per Mac è molto semplice e le opzioni (gratuite) tra cui scegliere il software da utilizzare per realizzarla non mancano di certo. Anche un utente non particolarmente esperto di connessioni e procedure informatiche, in pochi click, avrà modo di impostare una connessione da remoto per accedere al suo Mac anche da un altro dispositivo (a prescindere dal sistema operativo).

La connessione da remoto ad un Mac, o ad un’altra tipologia di dispositivo desktop, è molto utile in ambito lavorativo e può rappresentare l’opzione ideale per gestire, al meglio, lo smart working e la possibilità di accedere al computer aziendale anche da casa, in tutta sicurezza, sfruttando semplicemente la connessione Internet casa e i dispositivi che si utilizzano nel tempo libero (è possibile accedere al Mac da remoto anche da smartphone ad esempio).

Ecco, quindi, come fare a realizzare una connessione da remoto ad un Mac, accedendo al dispositivo da un altro computer o da uno smartphone, e quali software scegliere per effettuare quest’operazione.

Team Viewer

Tra i software più indicati per realizzare una connessione da remoto per Mac troviamo Team Viewer. Si tratta di un software molto utilizzato in diversi contesti e che può rivelarsi davvero molto comodo per accedere ad un Mac da remoto grazie sia all’elevata semplicità di configurazione e utilizzo che al suo carattere di software multi-piattaforma.

Con Team Viewer, infatti, sarà possibile accedere ad un Mac da remoto effettuando il collegamento con un qualsiasi PC o notebook con sistema operativo Windows, MacOS o Linux. In alternativa, si potrà accedere da remoto utilizzando un dispositivo mobile con sistema operativo Android oppure iOS. Si tratta, quindi, di un’ottima soluzione per sfruttare le funzionalità del Mac da remoto. Da notare, inoltre, che Team Viewer è disponibile in modo completamente gratuito.

Per utilizzare Team Viewer è necessario procedere con il download del pacchetto d’installazione. Per prima cosa, bisognerà collegarsi al sito web teamviewer.com ed accedere alla sezione download. Da questa sezione del portale ufficiale sarà possibile scaricare le varie versioni di Team Viewer che poi andranno installate e configurate per permettere la connessione da remoto.

Per accedere da remoto ad un dispositivo Mac è necessario, quindi, scaricare la versione di Team Viewer per MacOS che andrà installata e configurata sul Mac a cui connettersi a distanza. Dopo aver completato l’installazione del software sul proprio dispositivo Mac, sarà necessario passare alla parte di configurazione, un passaggio obbligato per poi accedere da remoto al Mac.

Per poter accedere da remoto al Mac su cui è stato appena installato Team Viewer è necessario individuare la sezione Consenti controllo remoto, all’interno della schermata dell’applicazione, e appuntarsi i dati necessari ad avviare la connessione remota, ovvero l’ID del Mac e la password. Da notare che l’utente può scegliere una password statica, sostituendo la password dinamica che si genera in automatico ad ogni apertura del software, per semplificare al massimo l’accesso.

Impostando una password statica, basterà ricordarsi l’ID del Mac (riportato chiaramente all’interno della schermata di Team Viewer) e la nuova password per poter accedere al proprio dispositivo Mac anche da remoto. Effettuato anche quest’ultimo passaggio sarà necessario ripetere la procedura di installazione del software sui dispositivi da utilizzare per accedere al Mac appena configurato.

Come sottolineato in precedenza, Team Viewer è un software multi piattaforma e non è disponibile esclusivamente per dispositivi MacOS. Di conseguenza, l’utente può installare il software su tutti i dispositivi in suo possesso in modo da organizzare, al meglio, l’utilizzo in remoto del Mac su cui è già stato installato e configurato Team Viewer.

Anche in questo caso, il punto di riferimento è sempre il sito ufficiale del software e, in particolare, la sezione download dove procedere con il download e l’installazione di Team Viewer su tutti i propri dispositivi. Il software è disponibile anche come applicazione per smartphone e tablet Android (con download dal Play Store) oppure per iPhone e iPad (con download dall’App Store).

Dopo aver installato Team Viewer sul proprio dispositivo, per avviare la connessione da remoto al Mac basterà utilizzare l’ID e la password indicati in precedenza. Questi dati andranno inseriti nell’apposita sezione del software per eseguire, in modo rapido, la connessione da remoto al Mac.

È importante sottolineare che per poter realizzare la connessione da remoto al Mac tramite Team Viewer è necessario che entrambi i dispositivi (il Mac a cui collegarsi da remoto ed il dispositivo che si sta utilizzando) siano accessi, connessione ad Internet e che il software sia stato installato, configurato e aperto (anche in background).

Completati tutti i passaggi indicati, eseguire una connessione desktop da remoto collegandosi ad un Mac sarà davvero molto semplice ed immediato.

Scopri le migliori offerte del mercato

Chrome Remote Desktop

Un’altra ottima alternativa per poter creare una connessione remota con un Mac è rappresentata da Chrome Remote Desktop, uno strumento sviluppato da Google che può essere utilizzato tramite il portale remotedesktop.google.com (c’è anche un’estensione per Google Chrome) oppure tramite le applicazioni per dispositivi mobili con sistema operativo Android, scaricando l’app tramite il Google Play Store, e iOS, scaricando l’app tramite l’App Store.

Per realizzare una connessione remota con un Mac, scegliere di utilizzare Chrome Remote Desktop è, senza dubbio, un’opzione vincente. Si tratta, infatti, di uno strumento accessibile tramite browser web dalla stragrande maggioranza di dispositivi desktop, senza sostanziali limitazioni per quanto riguarda il sistema operativo.

Per sfruttare le potenzialità di Chrome Remote Desktop basta avere a propria disposizione un account Google (l’account normalmente utilizzato per accedere alla posta elettronica di Gmail) oltre ad una connessione Internet. La procedura di configurazione è molto semplice ed immediata.

Come prima cosa, dal Mac a cui si vorrà accedere da remoto, sarà necessario impostare il servizio tramite remotedesktop.google.com. La configurazione del servizio è molto semplice. L’operazione, infatti, richiede che l’utente definisca:

  • un nome per il Mac

  • un PIN a sei cifre che rappresenterà la password per confermare la propria identità ed accedere da remoto al Mac in tutta sicurezza

Una volta completati questi brevi passaggi preliminari, sarà necessario accedere al servizio web di Chrome Remote Desktop dal dispositivo da cui si vorrà accedere al Mac da remoto. Utilizzando un dispositivo desktop, basterà andare nuovamente sul sito remotedesktop.google.com. In alternativa, si potrà accedere anche dallo smartphone o dal tablet, semplicemente scaricando l’applicazione ufficiale di Chrome Remote Desktop.

Effettuando l’accesso con lo stesso account Google utilizzando per registrare il Mac precedente, il servizio riconoscerà immediatamente il dispositivo. Per accedere basterà inserire il PIN a sei cifre definito in precedenza. Completato l’accesso, il Mac sarà gestibile in modo completo grazie alla connessione remota appena stabilita.

Se si sta utilizzando Chrome Remote Desktop da browser, il desktop del Mac apparirà all’interno del browser stesso. Basterà premere il tasto F11 della tastiera per passare alla modalità di visualizzazione “a tutto schermo” e gestire in modo ancora più semplice ed efficace il proprio Mac sfruttando la connessione remota creata tramite questo servizio.

Software a pagamento per l’accesso remoto ad uno o più Mac

Team Viewer e Chrome Remote Desktop sono due delle soluzioni più semplici per realizzare una connessione da remoto con un Mac. A disposizione degli utenti ci sono, in ogni caso, un gran numero di software che possono garantire l’accesso remoto a dispositivi Mac senza alcun problema.

In base alle proprie esigenze, alcuni di questi software potrebbero risultare più adatti in quanto caratterizzati dalla presenza di appositi strumenti per l’assistenza da remoto e la gestione di svariate macchine in contemporanea. In ambito aziendale, ad esempio, potrebbe essere necessario utilizzare software con maggiori funzioni per effettuare una connessione da remoto ad un Mac. La scelta della soluzione migliore dipende da un’attenta analisi delle proprie esigenze.

Tra i programmi più indicati per l’accesso remoto ad un Mac segnaliamo RealVNC, disponibile sia in versione gratuita che in versione premium, che offre una ricca serie di funzioni in grado di adattarsi al meglio agli utenti più esigenti. Un’altra ottima soluzione per effettuare una connessione remota ad un Mac è LogMeIn, software disponibile anche in questo caso in versione gratuita o premium.

Per chi ha una rete di Mac da gestire, invece, c’è il software Apple Remote Desktop, che ha un costo di 89,99 Euro. Si tratta di un software specifico realizzato da Apple per la gestione di un network di dispositivi dotati di sistema operativo MacOS. Un prodotto come questo potrebbe essere poco indicato per un utilizzo privato mentre in ambito lavorativo può rivelarsi essenziale.

Migliori offerte adsl agosto 2020

I costi dei canoni si aggirano tra i 26 euro e i 30 euro al mese, scoprite le differenze tra le soluzioni proposte dai diversi operatori. Ecco quali sono i piani Adsl più convenienti di Agosto e quali servizi offrono a chi li attivi

Offerte vodafone nuovi clienti: le migliori promo di agosto 2020

L'operatore britannico ha abituato i clienti italiani a delle promozioni estive molto vantaggiose, ecco quali sono i piani per passare a Vodafone questa estate sia per i servizi di telefonia fissa che per quelli mobile. Tra le offerte più convenienti i pacchetti under 30 e quelli con Giga illimitati

Offerte Internet senza conto corrente: con quali operatori è possibile ad agosto 2020

Se non disponi di un conto corrente o semplicemente preferisci pagare in alto modo le bollette dalla tua linea fissa di casa, ecco le migliori offerte Internet casa che prevedono modalità di pagamento alternative
Verifica la copertura
del tuo indirizzo
Comune
Parla con un esperto
Gratis e senza impegno