Filtro ADSL: ecco perché la connessione cade


Chi ha fatto in tempo a sperimentare le vecchie connessioni a Internet analogiche, quelle per intenderci che passavano per i modem dual up, sa benissimo che spesso nel momento in cui si sollevava la cornetta telefonica cadeva la linea.

Allora le domande e le lamentele sull’instabilità della connessione e sul perché la linea risultava disturbata durante le chiamate erano legittimi.

Ad oggi quale potrebbe essere il motivo di una possibile instabilità della linea Internet? Da cosa possono dipendere eventuali interferenze? Il più delle volte per risolvere la situazione è sufficiente un filtro da applicare alla presa telefonica.

Quello delle interferenze tra la connessione Internet di casa e la linea fissa è un problema che comunemente si associa all’ADSL e non alla fibra, in realtà può avvenire anche con alcuni tipi di fibra. Ecco spiegato il motivo per il quale la connessione ADSL o fibra può avere problemi di instabilità e come l’inconveniente può essere aggirato con l’utilizzo di un filtro.

ADSL e connessione instabile

L’ADSL, Asymmetric Digital Subscriber Line, viene distribuita su doppino telefonico e permette di ricevere ed effettuare chiamate dal telefono fisso mentre si naviga. Questo perché viene usata una tecnologia che separa i due segnali che altrimenti viaggerebbero sulla stessa linea.

È grazie all’utilizzo di un filtro ADSL che è possibile evitare che le due linee collidano: se non è installato alcun filtro infatti sulle prese di un apparecchio analogico, i segnali provenienti dalla linea ADSL (che sono ad alta frequenza) provocano rumore, disturbi e fruscii sulle chiamate telefoniche e l'eco dai dispositivi analogici (telefono o fax) provoca spesso interruzioni e disconnessioni della connessione ADSL.

È necessario, quindi, collegare un filtro ADSL davanti ad ogni apparecchio analogico (telefono, fax ecc..). Secondo molti, se abbiamo una presa telefonica su cui non è collegato alcun apparecchio non è necessario mettere il dispositivo. Su questo punto, però, non tutti sono d'accordo: c'è chi è convinto che sarebbe meglio "proteggere" tutte le prese telefoniche, comprese quelle dove non sono collegati apparecchi telefonici. In questo modo saremo sicuri di avere una linea con pochi o zero disturbi e la connessione sarà decisamente più stabile.

Scopri le offerte ADSL »Vai

Fibra e connessione instabile

Il discorso si complica quando parliamo di fibra ottica: la nuova tecnologia di accesso alla rete infatti non utilizza il doppino telefonico in rame ma passa direttamente dai filamenti. In questo modo la fibra permette una maggiore velocità di ricezione e di trasmissione dei dati e una buona resistenza alle radiofrequenze o ai disturbi elettromagnetici.

In Italia sono diffuse principalmente tretipologie di fibra:

  • la FTTH (Fiber To The Home) è la fibra che arriva direttamente nell’edificio o a casa, partendo dalla centrale del fornitore; ciò significa che per tutta l’estensione della tratta il collegamento è in fibra;

  • la FTTN (Fiber To The Node)/FTTC (Fiber To The Cabinet)/FWA (Fixed Wireless Access): in questo caso si tratta di tecnologie miste rame e radio. La fibra viene portata fino all’armadio stradale e poi da lì all’abitazione passa in rame;

  • la FTTE (Fiber To The Excahnge)/FWA:in questa tipologia di fibra, infine, i dati viaggiano su onde radio, e vengono trasportati da ponti e ripetitori fino alla prima centralina connessa.

Con queste linee il traffico telefonico viene spostato sui canali VoIP: il servizio voce quindi viaggerà in rete e non più sulla linea tradizionale. 

Cos’è un filtro ADSL

Abbiamo detto che la funzione principale del filtro ADSL è quella di eliminare i fastidiosi rumori di sottofondo che ci sono quando si è al telefono o per limitare la caduta perenne della connessione. Ma che cos’è di preciso un filtro?

Si tratta di un piccolo strumento che ricorda nell’aspetto una presa telefonica, il quale permette al telefono di funzionare correttamente, impedendo così le interferenze con la linea telefonica.

Quali sono i filtri ADSL e come usarli

In Italia esistono due tipi di filtri ADSL:

tripolare_montaggio

Filtro RJ-11: questo è un filtro dedicato a chi ha un impianto telefonico con presa plug RJ-11-12 di nuova generazione. Volendo può essere utilizzato da coloro che hanno prese tripolari con l'ausilio di una spina tripolare con uscita j11, in uso con i nuovi apparecchi, come ad esempio il videotelefono (anche se c'è da dire che questa tipologia di dispositivi non ha avuto un grande successo in termini di diffusione, scalzata quasi subito dalla banda larga mobile e dal VOP). È sufficiente applicarne uno per ogni presa, almo dove è connesso un terminale analogico. È necessario anche per il modem ADSL (anche se possedete un modem WiFi) nel caso siano collegati apparecchi analogici sulla stessa presa.

 

tripolare_montaggio

Filtro tripolare: si tratta, come il nome suggerisce, di uno spinotto dedicato alle prese tripolari. Esso presenta due uscite: una per i terminali analogici e l'altra per il modem ADSL. Nell'immagine qui in basso potete vedere il tipo di collegamento da effettuare nel caso in cui abbiate bisogno di questo tipo di filtro.

 

Il filtro tripolare è l’ideale anche per la fibra, in particolare se si tratta di FTTC. Come sottolineato prima infatti questa tecnologia infatti si appoggia nell’ultimo tratto allo stesso collegamento in rame utilizzato dalla comune Adsl, passa quindi per il doppino telefonico.

Per evitare disservizi e problemi tra la linea telefonica e le nuove tecnologie di connessione sarà sufficiente far eseguire il ribaltamento delle prese dal tecnico dell’operatore. Questa procedura è necessaria per collegare gli apparecchi telefonici al modem dato che con le tecnologie in fibra anche il servizio di traffico voce passa per la rete internet. L’operazione inoltre renderà obsoleto il filtro che differenziava le due linee.

Filtro ADSL: dove va messo e quando cambiarlo

Una delle domande più frequenti a proposito del filtro ADSL riguarda la sua installazione: il filtro va inserito nella presa telefonica, a prescindere dal fatto che si tratta di un filtro RJ-11 o tripolare. Si consiglia di inserire un filtro per ogni presa che abbia un telefono collegato, ma anche altri dispositivi come per esempio un fax o un POS.

Considerato il fatto che il filtro funziona come uno splitter, nel senso che divide in due l’ingresso della presa per separare la linea ADSL da quella telefonica, in teoria non è necessario installarlo laddove non ci sono dispositivi collegati. In questi casi, infatti, non essendoci sovrapposizione di segnali su una stessa presa, non si dovrebbe intervenire. Ciò non toglie che alcuni lo installino su tutte le prese di casa per azzerare del tutto eventuali disturbi nelle conversazioni.

Nei nuovi impianti domestici, i filtri vengono inseriti all’interno della presa e sono quindi invisibili alla vista. Per i vecchi impianti, invece, non servono interventi complicati o competenze tecniche specifiche per procedere con l’installazione di un filtro. Si suggerisce di acquistarne uno di ottima qualità, realizzato in plastica rigida, resistente agli urti. Per quanto riguarda, invece, la manutenzione, quando si deve cambiare il filtro ADSL? Di solito quando ci si rende conto che il problema di dispersione e di disturbo del segnale precedentemente risolto si è nuovamente palesato. Sarà sufficiente comprare un nuovo filtro e sostituirlo ricordandosi di spegnere tutti i dispositivi e gli apparecchi collegati.

Quanto costano i filtri ADSL

Trovare il miglior filtro ADSL è abbastanza semplice, considerato il fatto che sono reperibili con estrema facilità e che hanno un prezzo davvero irrisorio. Il costo di un filtro ADSL può variare molto, ma in genere si tratta di un prodotto relativamente economico, il cui prezzo va dai 2 ai 10 euro circa.  Su Internet è possibile trovare diverse offerte riguardanti l’acquisto dei filtri, ma spesso è più conveniente acquistarli presso un negozio fisico, proprio per il prezzo che li caratterizza, molte volte di gran lunga minore delle stesse spese di spedizione (a meno che non si debbano effettuare più spese sullo stesso sito).

In genere i filtri ADSL sono inclusi già nelle confezioni d'acquisto di modem o router, spesso ne vengono forniti almeno uno o due: in questo modo potrete fin da subito collegare l'apparecchio nelle modalità che abbiamo visto in precedenza.

Per poter sfruttare al meglio le offerte Internet Casa che avete sulle vostre linee telefoniche, quindi, fate sempre attenzione a questi piccoli accessori e sostituiteli nel caso in cui notiate dei disturbi o instabilità sulle telefonate e la connessione.

Gli interventi che permettono invece di usare la fibra e le linee telefoniche analogiche sono più costosi. Infatti i prezzi per l’intervento di un tecnico o di un’elettricista per operare il ribaltamento delle prese possono variare molto; sui forum i clienti riportano un range di costi che vanno dai 30 e agli 80 euro a seconda che si faccia eseguire l’operazione dal tecnico del provider o dall’elettricista di fiducia.

Una volta completato il ribaltamento potrete utilizzare gli apparecchi telefonici e la fibra senza nessun problema.

Comparazione online utenze 2020: cresce il risparmio per le famiglie

Per risparmiare sulle utenze è fondamentale affidarsi alla comparazione online. La conferma arriva dall'ultima indagine di SosTariffe.it che, analizzando le opportunità di risparmio offerte dalla comparazione online di offerte e servizi, ha verificato come nel 2020 sia possibile risparmiare l'8% in più rispetto a quanto registrare l'anno precedente. A garantire il maggior risparmio rispetto al passato sono importanti fonti di spesa per le famiglie, come la polizza auto e le condizioni bancarie. Ecco i risultati dell'ultimo studio di SosTariffe.it. 

Le offerte per avere internet a casa nel 2020 se non sei raggiunto da fibra e ADSL

Chi non è raggiunto dalla rete in fibra ottica e dalla rete ADSL ha ugualmente la possibilità di attivare un'offerta Internet casa in grado di garantire una connessione illimitata e veloce  ad Internet. L'indisponibilità della rete in fibra ottica e dell'ADSL non comportano l'impossibilità di connettersi ad Internet senza limiti da casa. Ecco quali sono le offerte per avere Internet a casa nel 2020 anche se non si è raggiunti dalla fibra ottica e dall'ADSL.

Vodafone, Wind, Tim e Fastweb: offerte internet casa a gennaio 2020 a confronto

Offerte che a meno di 30 euro permettono di avere la fibra più veloce o la migliore ADSL, ma a fare la vera differenza tra le offerte Vodafone, Wind, TIM e Fastweb sono i servizi aggiuntivi e i buoni offerti. Ecco le condizioni delle migliori promozioni internet casa a Gennaio e come attivarle
Hai bisogno di maggiori informazioni?
Ti richiamiamo noi gratuitamente per rispondere alle tue domande
oppure

Guide