Cosa è un servizio ADSL a banda larga?


Il termine ADSL è l’acronimo di Aymmetric Digital Subscriber Line, che significa Linea Asimmetrica di Collegamento Digitale: si tratta di una tecnologia con la quale si trasmettono dati e che permette di accedere alla banda larga. 

[caption id="attachment_30123" align="alignnone" width="2507"]filtro adsl filtro adsl[/caption]

L’ADSL è asimmetrica in quanto la velocità di ricezione dei dati è superiore rispetto a quella di invio. Inoltre viene utilizzato lo stesso cavo, sia per la connessione a Internet, sia per la linea telefonica fissa. 

Come funziona di preciso l’ADSL e cos’è un servizio ADSL a banda larga? Vediamo di seguito tutto quello che c’è da sapere sul tema. 

Come funziona l’ADSL

L’ADSL rientra tra le tecnologie di rete che utilizzano il dopppino in rame: questo cavo, che è lo stesso che si usa per il telefono, è stato la fortuna della rete ADSL, in quanto non è stato necessario costruire una nuova infastruttura, come nel caso della fibra ottica. 

Il doppino in rame che raggiunge la propria abitazione si può collegare al modem o a un router, rendendo così possibile la connessione a Internet. La banda dell’ADSL viene definita larga proprio per la sua ampiezza. 

In pratica permette al contempo, senza che vi siano interruzioni di alcun tipo:

  • di effettuare chiamate;
  • di far passare il traffico Internet. 
Scopri le migliori offerte del mercato

Servizio ADSL a banda larga

Il servizio ADSL differisce rispetto al dial-up, che utilizza la linea telefonica per la connessione a Internet, per il fatto che utilizza le frequenze utilizzate per le chiamate (ma non le stesse) senza provocare alcun tipo di interferenza. 

Questo è il motivo per il quale la connessione ADSL permette di poter telefonare tranquillamente in contemporanea all’utilizzo di Internet. L’asimmetria della connessione è il motivo per il quale la velocità di download è sempre superiore rispetto a quella di upload. 

Quando si parla di banda larga, quindi di velocità di connessione elevata, dal punto di vista commerciale si fa fondamentalmente riferimento alla velocità di download e non tanto a quella di upload. 

L’ADSL a banda larga è oggi disponibile in quasi tutta Italia: i principali fornitori di servizi Internet assicurano infatti una copertura pari al 99% di tutto il territorio nazionale. La rete ADSL è accessibile con l’utilizzo di un comunissimo modem ADSL: nei casi in cui si ricorra ancora alle chiamate non VOiP, si dovranno utilizzare dei filtri ADSL, che hanno la funzione di prevenire le interferenze sulla linea telefonica quando si sta utilizzando Internet. 

La trasmissione del segnale 

L’ADSL fa parte della tecnologia DSL, che è in grado di trasmettere il segnale suddividendolo per spettri di frequenza. Grazie alla separazione degli sprettri di frequenza tipici della voce dalle altre frequenze disponibili è possibile trasmettere i dati senza creare interruzioni nelle comunicazioni telefoniche tradizionali. 

La banda utilizzata per la trasmissione dei dati Internet è divisa a sua volta in 2 parti simmetriche:

  • la prima è quella dedicata al download, che è più ampia;
  • la seconda, più ridotta, viene invece utilizzata per l’upload. 

Una rete di tipo ADSL permette di svolgere attività differenti in simultanea, quali per esempio la navigazione su Internet ad alta velocità, la visiione di contenuti in streaming, il trasferimento di file di grandi dimensioni, la condivisione di file, le telefonate tramite le tecnologia VOiP, gli acquisti online e qualsiasi altre tipologia di operazione fruibile con l’utilizzo della banda larga, come il giocare online. 

Vantaggi e svantaggi ADSL

Il vantaggio principale introdotto dalla rete di tipo ADSL rispetto al passato consiste proprio nel fatto che si può navigare su Internet senza creare interruzioni alla linea telefonica, la quale potrà essere utilizzata nello stesso momento. 

Per quanto riguarda le eventuali limitazioni di una tariffa di tipo ADSL, è noto che la connessione di tipo DSL funzioni meglio in relazione alla vicinanza alla centrale. In aggiunta, quando si parla di ADSL, la velocità di rete non è sempre la stessa. 

A questo proposito bisogna introdurre una prima fondamentale differenza tra le principali offerte di tipo ADSL disponibili oggi e le velocità massime che possono essere raggiunte, e introdurre il concetto di banda minima garantita

Velocità massima e banda minima garantita

Nel momento in cui si attiva una nuova offerta Internet casa di tipo ADSL, gli operatori telefonici promettono quasi sempre una velocità di connessione massima, che oggi è in grado di raggiungere i 20 Mega in download. 

Nella pratica, a seconda del luogo in cui si abita, saranno disponibili due differenti tipologie di offerte ADSL:

  • quella che permette di raggiungere i 7 Mega in download;
  • quella con la quale si possono raggiungere anche i 20 Mega in download, che prende il nome di ADSL2+. 

Scendendo maggiormente nel dettaglio, l’ADSL2 può raggiungere i 12 Mega in download, mentre l’ADSL2+ permette di navigare anche fino a 24 Mega in download. Quello di cui bisognerebbe essere consapevoli è il fatto che non si tratta di velocità che non vengono effettivamente raggiunte nella pratica, ma delle velocità massime alle quali si può arrivare in presenza di condizioni teoriche perfette. 

Per questo motivo, durante la fase di valutazione di una nuova promozione Internet casa di tipo ADSL non si dovrà prestare attenzione tanto alla velocità massima che può essere raggiunta da tale tecnologia di rete, ma alla banda minima garantita, ovvero la velocità sotto la quale iniziano a esserci problemi di carimento e di gestione simultanea di più attività. 

Nel caso dell’ADSL, sarebbe meglio non andare al di sotto dei 7 Mega: considerato che la banda minima deve essere garantita da ogni provider di servizi Internet, è sempre bene informarsi per tempo e verificare qual è la velocità reale della propria rete ADSL. Come si misura la velocità di rete di un’offerta?

Misurare la velocità di una connessione ADSL

In caso di attivazione di una nuova fornitura, la misurazione della velocità di rete permette di capire se si sta effettivamente attivando un servizio ADSL a banda larga, che rispetta la velocità minima da garatire, sulla base di quanto indicato nei contratti di ogni sinolo provider. 

La velocità di rete può essere misurata comodamente online, tramite l’utilizzo di strumenti chiamati Speed Test: quello presente su SOStariffe.it è un tool gratuito di facile utilizzo, che si basa sulla scelta dell’operatore telefonico con il quale si vorrebbe attivare un’offerta ADSL e sull'inserimento del proprio indirizzo. 

Il programma, in pratica, effettuerà una simulazione inviando una richiesta di download e una di upload: in questo modo sarà possibile ottenere i dati relativi alla propria velocità di rete. Gli speed test misurano la velocità reale, mentre quella che viene commercializzata prende il nome di "velocità nominale". 

Un altro passaggio molto importante, che si consiglia sempre di fare per avere la certezza di quello a cui si andrà incontro in termini di velocità di rete, è la verifica della copertura, che è disponibile sul sito del provider scelto, oppure nella sezione dedicata di SOStariffe.it. 

Quali fattori influenzano la velocità di rete

La velocità della propria rete domestica potrà essere influenzata da un gran numero di fattori: in alcuni casi potrà dipendere dai propri dispositivi, in altri da elementi esterni che non dipendono dalla propria volontà. 

In particolare, la velocità del servizio ADSL a banda larga potrà dipendere:

  • da modem, router e PC: nel caso in cui tali dispositivi non siano di ultima generazione, la velocità potrebbe subire dei rallentamenti;
  • dalla RAM: se si svolgono più attività nello stesso momento, la velocità di rete potrebbe diminuire;
  • dal browser utilizzato per navigare: ce ne sono alcuni che sono più lenti di altri;
  • dal numero di dispositivi connessi alla rete, sopratutto nei casi dell’ADSL a 7 Mega.

Un altro elemento per il quale la connessione potrebbe subire dei rallentamenti è la maggiore o minore distanza dalla centrale telefonica. 

Differenza tra ADSL e fibra ottica

Potrebbe essere molto utile riuscire a capire quali sono le differenze principali che intercorrono tra una connessione di tipo ADSL e una in fibra ottica, al fine di comprenderne al meglio il funzionamento. 

La prima differenza consiste proprio nella modalità di trasmissione dei dati: mentre la rete ADSL si serve del doppino in rame, nel caso della fibra ottica si sfruttano i cavi composti proprio da filamenti in fibra ottica

Questo materiale permette di raggiungere velocità di navigazione ben più elevate rispetto a quelle disponibili con la normale rete di tipo ADSL. Nei casi della fibra FTTC, la cosidetta fibra misto rame nella quale i cavi della fibra ottica arrivano fino all’armadio stradale, è possibile raggiungere velocità massima in download di 100 o 200 Mega, mentre per le velocità di upload ci si aggira intorno ai 20 Mega. 

Nel caso della fibra FTTH, invece, che arriva direttamente presso la propria abitazione, è possibile raggiungere la velocità massima di 1 Giga in download e ci sono anche alcuni provider che oggi sono in grado di toccare i 2,5 Giga in download

In termini di costi, le offerte in fibra ottica e ADSL non presentano divergenze: l’unico caso nel quale si dovrà pagare qualcosa in più è quello dell’ADSL a 7 Mega. Oltre a essere più veloce, la fibra ottica permette di avere anche accesso a una connessione a Internet più stabile

Il problema principale è rappresentato dal fatto che, nonostante i grandi cambiamenti e gli sforzi messi in atto negli anni per attutire il digital divide, la fibra non è ancora oggi presente su tutto il territorio nazionale. Ragion per cui ci sono alcuni casi nei quali si è praticamente obbligati a scegliere l’ADSL a banda larga

Le offerte FWA

Parlando della velocità massima che può essere raggiunta dalla rete di tipo ADSL nel corso degli ultimi anni (in particolar modo nell’ultimo), si sono diffuse le cosiddette offerte di tipo FWA (Fixed Wireless Access), che sfruttano la cosiddetta fibra misto radio e permettono di raggiungere velocità superiori a quelle della rete ADSL. 

Per conoscere quali sono le migliori proposte ADSL attualmente disponibili, si consiglia di confrontare le offerte con l’utilizzo del comparatore di SOStariffe.it e di effetuare la verifica della propria copertura di rete prima di sottoscrivere qualsiasi tipologia di promozione. 

Da Telecom a Vodafone Casa: le offerte cambio operatore di Maggio 2021

Ecco come puoi passare da Telecom a Vodafone Casa e quali sono le promozioni del mese. Se è il tuo primo cambio operatore ci sono alcuni fattori a cui prestare attenzione, come la copertura della rete fissa del nuovo gestore nella tua zona o eventuali vincoli contrattuali per le nuove attivazione. Per chi vuole mantenere il proprio numero di casa è importante anche sapere cos'è il codice di migrazione e dove trovarlo.

Rete unica TIM: le novità di Maggio 2021

Da qualche giorno si è tornati a parlare di Rete Unica TIM, ma che cos'è? E perché dopo mesi di silenzio questo progetto è di nuovo al centro di una polemica? Le novità di questo mese riguardano questo piano di creazione di unica rete di accesso che garantisca una connessione e delle prestazioni uniformi su tutto il territorio nazionale. Lo sconto è stato riacceso da un riferimento nel Piano nazionale di Resilienza e Ripartenza

Offerte ADSL casa senza telefono: le promozioni di maggio 2021

Offerte ADSL casa senza telefono: scopri tutte le promozioni per navigare fino a 20 Mbps e continuare ad affidarsi a un altro gestore per le chiamate da fisso
Verifica la copertura
del tuo indirizzo
Comune
Parla con un esperto
Gratis e senza impegno