Visa Infinite: costi, limiti, pro e contro


Tra le carte di pagamento a disposizione c'è Visa Infinite. Andremo a vedere le caratteristiche del prodotto, i limiti di utilizzo, i vantaggi e gli svantaggi di una carta di credito considerata esclusiva.

Visa Infinite: costi, limiti, pro e contro

Visa Infinite offre affidabilità, libertà nel fare operazioni e sicurezza, possiede:

  • Tecnologia ContactLess

  • Servizio clienti h.24 7/7

  • Numero verde 800.710.710

  • Per chiamare dall'estero +39+02.33408963

Visa Infinite è la carta di Visa che permette di accedere a diverse tipologie di servizi online e non solo, con la sua versione Infinite e Infinite Top.

Questa carta è emessa dai seguenti Istituti di Credito:

  • Unicredit

  • Fineco

  • Deutsche Bank

Visa Infinite: costi reali di utilizzo

Visa Infinite è la carta di credito di Visa che, con un canone annuo di 200 euro, offre la possibilità di accedere ai servizi più prestigiosi del circuito Visa ed è pensata per un certo target di clientela che spesso viene incluso nella tipologia denominata Private.

Questa carta di credito, emessa da vari Istituti, permette di:

  • eseguire pagamenti online in tutta sicurezza e tranquillità

  • essere al riparo da movimenti fraudolenti della carta attraverso l'attivazione del sistema di avviso SMS con il sistema Verified by Visa.

  • assistenza 24/24 e 7/7

  • coperture assicurative gratuite

  • accesso al Visa Luxury Hotel Collection

  • servizio Priority Pass

Visa Infinite Top: caratteristiche e costi 

Ancora più esclusiva di Visa Infinite è la carta Visa Infinite Top.

Questa versione ha un costo, anzichè di 200 euro all'anno, di 400 euro all'anno.

Altre peculiari differenze tra Visa Infinite e Visa Infinite Top sono che il massimale giornaliero di anticipo contante per Visa Infinite è 1500 euro ma si può innalzare fino a 3mila euro, con una somma bloccata a 250 euro per singolo prelievo.

Invece il massimale giornaliero di anticipo contante per Visa Infinite Top è di 1500 euro, innalzabile fino a 5mila euro, con una somma bloccata a 250 euro per singolo prelievo.

Abbiamo detto che i costi sono di 200 euro all'anno per la versione semplice e 400 euro all'anno per la versione Top.

Visa Infinite: come controllare le spese 

Con Visa Infinite è sempre possibile avere in breve tempo sotto controllo la propria situazione attraverso:

  • lista movimenti

  • estratto conto del mese corrente

  • estratto conto degli ultimi mesi

Altre condizioni economiche sono:

  • zero spese per sostituzione carta dovuta a furto, smarrimento o deterioramento

  • zero spese di commissione per la rigenerazione del pin

  • zero spese di commissione per rifornimento carburante

  • 0,90% di commissione per ogni commissione in valuta extra euro

  • 62 centesimi per l'estratto conto cartaceo che viene inviato al proprio domicilio

In dettaglio le Banche che offrono questo genere di carte agiscono secondo differenti parametri.

L'offerta di Unicredit

Per chi ha il conto corrente presso Unicredit la carta è disponibile in entrambe le versioni.

Il costo del prelievo con la carta Infinite è del 4% con un minimo di 2,50 euro mentre con la

Infinite Top è di 2,50 euro fissi.

La carta Visa Infinite di Fineco

Se si possiede un conto presso Fineco Bank si potrà richiedere la carta Infinite ammesso che si abbia un patrimonio di almeno 500 mila euro e si parte da un plafond di 15 mila euro.

Il plafond è modificabile a seconda delle esigenze del cliente.

E' una carta multifunzione e tra le sue pecuiliarità vi è il privilegio di eludere il pagamento della franchigia durante il noleggio auto.

Customer Fineco e Fineco Concierge sono servizi appositi della Banca e offrono un servizio alla clientela a tutto tondo rimanendo attivi dalle ore 09.00 alle 18.00.

La proposta di Deutsche Bank

Questa è l'unica Banca che offre due versioni ovvero a saldo e a revolving e consente prelievi personalizzabili, intesi come anticipo contante, che partono da 100 euro fino a 1000 euro.

Il plafond di questa carta è di 15 mila euro e il costo del prelievo va da 2 euro all'importo pari al 4% di commissione.

Il costo della carta, inteso come canone annuale, è pari a 300 euro all'anno per ogni anno.

La carta Visa Infinite è la carta più prestigiosa del circuito Visa e, indipendentemente da quale Istituto Bancario venga emessa, offre diversi vantaggi e opzioni di utilizzo, tra cui:

  • tecnologia contactless per spese inferiori a 25 euro

  • esclusiva protezione costante assicurativa

  • linea di credito che parte da 15 mila euro

  • libertà d'acquisto sempre e ovunque in ogni parte del mondo

Per quanto riguarda l'ambito della protezione e dell'esclusività, Visa Infinite consente di:

  • avere a disposizione traduzioni nelle lingue straniere più utilizzate

  • effettuare spedizioni urgenti

  • avere consegna fiori in tutto il mondo

  • avere assistenza per quanto riguarda burocrazia estera

  • avere assistenza sui protocolli esteri

  • fare prenotazione di viaggi per spettacoli

  • avere la possibilità di prenotare ristoranti esclusivi in tutto il mondo

Per quanto riguarda la prenotazione di viaggi invece, con Visa Infinite si può:

  • avere accesso alla biglietteria aerea

  • prenotare viaggi

  • prenotare yacht e charter privati

  • prenotare auto di lusso

  • prenotare case vacanza e alberghi

Tutto questo è possibile accedendo al servizio Lifestyle, un servizio pensato per chi vuole vivere con uno stile esclusivo e far felice se e i propri cari.

Attraverso il servizio Lifestyle è anche possibile accedere velocemente a consulenze in ambito bancario e assicurativo.

La protezione di Visa Infinite

Questa carta offre un'assistenza garantita e continuativa 7 giorni su 7 e 24 ore al giorno in ogni parte del mondo.

Inoltre, qualora ce ne fosse la necessità, in caso di furto, smarrimento, smagnetizzazione, Visa offre una carta temporanea entro 48 ore.

Esiste anche una protezione creata per ogni tipologia di infortunio e l'accesso ad una somma disponibile pari a 5mila euro, dati in anticipo, per qualsivoglia necessità o urgenza.

Questa somma viene erogata sempre entro le 24 ore per dare agio al cliente di non incombere in eventuali difficoltà nell'utilizzo di denaro contante.

Esiste anche la capacità da parte del servizio di Visa Infinite di poter pagare, in casi di necessità, spese mediche oppure ospedaliere; in questo specifico caso Visa pensa a tutto dando al cliente la possibilità di poter pagare un albergo in cui soggiornare a causa dell'evento non previsto.

Costi e limitazioni

Abbiamoelencato tutte le caratteristiche che riguardano i costi in base alla Banca di emissione.

La scelta di detenere la carta Visa Infite è una scelta soggettiva del cliente che, sovente, sotto proponimento della sua Banca, sceglie nello specifico questa tipologia di strumento.

Chiaramente, pur essendo Visa Infinite, una carta creata dal circuito Visa e portatrice di tutte le caratteristiche di Visa, viene comunque declinata ogni tipo di peculiarità in base all'Istituto di Credito che la emette.

Questo è il motivo per cui se due clienti di Istituti distinti possiedono Visa Infinite, uno di loro potrebbe avere costi leggermente differenti rispetto all'altro.

Sono le Banche, come detto più volte, che scelgono i costi degli strumenti di pagamento emessi. Questo vale anche per gli strumenti di investimento, finanziari e altro.

I limiti a cui potrebbe andare incontro un cliente di Visa Infinite non sono poi tanti.

Uno su tutti, di norma, problema che potrebbe però riguardare anche altre carte, è il blocco su quello specifico circuito. Entriamo in dettaglio.

I circuiti di carte di credito, essendo gestiti in maniera del tutto telematica, potrebbero incombere in situazioni di stallo.

Capita, per fortuna non di frequente, che un dato circuito si blocchi e non consenta il regolare utilizzo delle carte da parte degli utenti.

In quei casi sarà sufficiente attendere un eventuale e tempestivo sblocco.

Il circuito di una carta di credito non è una scelta da sottovalutare.

Circuito di carta di credito: caratteristiche

Il circuito di pagamento è la società che gestisce le transazioni intese quali pagamenti elettronici attraverso una vera e propria rete.

Le problematiche relative alla questione del blocco del circuito sono rare ma possono capitare a tutti i circuiti. Il circuito Visa, ad esempio, ha subito disagi nell'estate del 2018.

In Europa infatti ci fu un'improvvisa interruzione del servizio per quanto riguarda i pagamenti effettuati con le carte.

In quella circostanza non ci furono, fortunatamente, impedimenti nell'utilizzo del prelievo come anticipo contante dagli sportelli ATM.

Questo genere di inconvenienti accade come semplicemente accade in altri contesti dove la gestione è data da una rete telematica.

Sovente, quando si parte per l'estero, essendo lontani da casa e dalle consuete modalità di gestione della proprie carte, è sempre consigliabile portare con se più di una carta di credito, se possibile, in caso si dovesse verificare una situazione come quella appena citata.

Vero è che all'estero, nello specifico in tutta Europa, vige comunque l'area Sepa. Sepa è l'acronimo di "Single Euro Payments Area".

Questo significa che tutta l'area europea è gestita da un'unica rete per ciò che concerne la ricezione e l'effettuazione dei pagamenti e addebiti.

L'area Sepa quindi è regolamentata dagli stessi parametri di utilizzo in tutti i paesi della Comunità Europea.

Chiaramente non si sta parlando dell'utilizzo classico di una carta ma, in casi specifici, di addebiti diretti su carta di credito o l'effettuazione di bonifici (questi ultimi solo per alcune tipologie di carte come per esempio le carte prepagate).

Franchigia per casi di clonazione

In altri articoli abbiamo parlato degli episodi di clonazione delle carte di credito.

Purtroppo questi casi non sono rari, e se pur la tecnologia di ultima generazione effetttua ogni genere di protezione dei dati attraverso l'utilizzo di codici e password, i casi di clonazione non cessano del tutto di esistere.

In queste situazioni, lo svantaggio per il cliente che possiede la carta Visa Infinite, è quello di dover pagare la franchigia di 150 euro anche se, come è ovvio, egli non è la causa dell'evento subito.

Costi per esercenti con Pos

Sappiamo che l'utilizzo dei dispositivi Pos è diventato d'obbligo per tutti i negozianti.

L'esercente che avrà a che fare con la Banca per la sottoscrizione del contratto, dovrà porre attenzione a tutti i costi in esso esplicitati e fare chiarezza sulla percentuale o sulla spesa che egli pagherà sulle diverse carte.

American Express, ad esempio, è sempre stata considerata una delle carte più care, con la spesa più alta in capo all'esercente, su ogni utilizzo.

E' bene comunque precisare che, anche in questo caso, la Banca con la quale si stipula il contratto, ha la facoltà di decidere prezzi in concomitanza con i prezzi emessi dal circuito specifico.

Carta di credito vs contante

I benefici di base dell'utilizzo delle carte comporta per il cliente comodità e sicurezza nel gestire i propri pagamenti; in più ogni pagamento è tracciato e quindi si può risalire ad uno storico delle proprie spese familiari e dei propri impegni sottoscritti.

Dal 2020 potrebbe esserci novità in ambito di detrazione fiscale.

Si parla di un accordo con i circuiti più importanti, che ripetiamo essere:  Visa, Mastercard, American Express e che faranno godere gli utenti di ulteriori benefici.

In questo caso appunto si tratta di benefici fiscaliLo Stato restituirà al cittadino un valore pari ad una percentuale sulla spesa effettuata con carta di credito.

Questa percentuale si presume sia pari ad una quota che va dal 2% al 4% sulle spese effettuate.

L'ottenimento di questa misura ha il fine di limitare l'evasione fiscale ed incentivare tutti i cittadini italiani all'utilizzo delle carte di credito piuttosto che del contante.

Questo permetterebbe allo Stato di avere un controllo maggiore e ed evitare sempre di più quei movimenti di contante che, non controllati, permettono l'evasione del fisco.

Questa manovra antievasione è strutturata e pensata in modi abbastanza radicali, tanto da parlare addirittura di un accordo con l'associazione bancaria per eliminare totalmente, a favore del cliente utilizzatore di carte, le commissioni sotto una data cifra.

Il circuito Visa, contemplando milioni di utenti, sarà sicuramente tra i protagonisti, tra gli altri, di questo particolare cambiamento.

Taglio commissioni sulle carte, il "no" di Visa e Amex

Il no di Amex, Visa e il resto dei principali circuiti bancari arriva chiaro davanti alla proposta del taglio commissioni sulle carte nell'ambito della nuova manovra fiscale. Si tratterebbe di un'operazione inefficace se si prende in considerazione lo state reale del sistema.

Limite contante: costi e vantaggi delle principali carte di pagamento

La Manovra finanziaria 2020 prevede di incentivare i pagamenti elettronici e di penalizzare l'uso del contante. SosTariffe.it ha quindi studiato le condizioni proposte dai diversi istituti per richiedere le migliori carte in circolazione, ecco i risultati della ricerca sulle carte di credito più convenienti

Carta bimbi e bonus bebè 2020, per le famiglie con figli fino a 400 euro

Potranno essere spesi per baby sitter o per la quota della retta dell'asilo nido. Non è ancora chiaro quali e quanti saranno i beneficiari di questa misura che si affianca all'assegno di natalità. Il Governo vorrebbe creare un nuovo super bonus incorporandovi una serie di misure già esistenti a sostegno delle famiglie con figli. Ecco cosa si sa finora