Posso usare la classe di merito di un familiare per un veicolo già in mio possesso?

Uno dei fattori che più incide sul costo dell'assicurazione auto o moto è la classe assicurativa di appartenenza. Questa varia a seconda della virtuosità dell'assicurato e si basa sui sinistri in cui quest'ultimo è coinvolto: per risparmiare, è possibile usare la classe di merito di un familiare?

La classe di merito è uno dei fattori che incide di più sul costo totale RC ed è per questo motivo che automobilisti e motociclisti sono sempre alla ricerca della strategia giusta per risparmiare (per trovare i preventivi auto e moto più economici è utile comparare contemporaneamente più offerte).

Accade spesso, ad esempio, che in famiglia ci sia un neopatentato in 14° classe (fra le più costose), o soggetti in classi ancora più alte, come la 16° e la 18°, e che al contrario ci sia un familiare con una posizione assicurativa vantaggiosa, magari in 1° classe di merito.

Dal 16 Febbraio 2020 si può applicare la RC Auto Familiare che consente, in fase di rinnovo, di acquisire la classe di merito di un altro veicolo circolante e assicurato intestato allo stesso proprietario o a un familiare convivente, a patto che sull’attestato di rischio del veicolo da assicurare non siano riportati sinistri con colpa negli ultimi cinque anni.

A cura della Redazione

Domande correlate