Tariffe luce Green: risparmi fino a 117 euro, lo studio SOStariffe.it

Le tariffe luce che garantiscono la fornitura di energia elettrica prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili sono sempre più diffuse e rappresentano un'importante occasione per rendere sostenibile, dal punto di vista ambientale, la propria fornitura energetica. Passare al mercato libero ed attivare una tariffa luce green, come evidenziato dal nuovo studio di SOStariffe.it, può garantire un notevole risparmio per le famiglie. Le tariffe green, infatti, rappresentano l'occasione per risparmiare fino 117 euro all'anno rispetto alla Maggior Tutela e fino a 48 euro all'anno rispetto alle altre tariffe del mercato libero.

Tariffe luce Green: risparmi fino a 117 euro, lo studio SOStariffe.it

Tra le tante offerte luce disponibili sul mercato libero sono sempre più diffuse le tariffe luce Green. Queste soluzioni garantiscono la fornitura di energia elettrica prodotta esclusivamente utilizzando fonti di energia rinnovabile. Sfruttando fonti “pulite” come il fotovoltaico, l’idroelettrico o l’eolico è possibile azzerare l’impatto ambientale della propria fornitura di energia elettrica dando così un contributo importante per la sostenibilità ambientale.

Il nuovo Osservatorio di SOStariffe.it mette in evidenza come la scelta di tariffe luce green non rappresenti solo un’occasione di sostenibilità per la propria fornitura. Attivare questo tipo di offerte, infatti, può garantire una riduzione della spesa annuale per l’energia elettrica. L’indagine, infatti, mette in evidenza come sia possibile risparmiare fino a 117 euro (rispetto al mercato tutelato) e fino a 48 euro all’anno (rispetto alle altre offerte del mercato libero) scegliendo le tariffe green.

Green vuol dire ecosostenibile. Ma anche conveniente

I dati dell’indagine di SOStariffe.it sono stati ricavi grazie al comparatore di offerte luce e gas. Per stimare la spesa annuale è stato considerato il profilo di “cliente tipo” caratterizzato da un consumo annuo di 2700 kWh di energia elettrica. Successivamente sono state fatte delle stime andando a considerare l’attivazione di tariffe monorarie o biorarie caratterizzate sia da un prezzo fisso (per almeno 12 mesi) che da un prezzo variabile.

L’Osservatorio di SOStariffe.it conferma che la scelta delle tariffe luce Green risulta essere sempre più conveniente rispetto ai costi del mercato di Maggior Tutela. In questo caso, infatti, il risparmio fa da un minimo di 49 euro (scegliendo una tariffa variabile monoraria) ad un massimo di 117 euro all’anno (scegliendo una tariffa fissa monoraria).

Scegliere la sostenibilità conviene anche nel confronto con le altre tariffe del mercato libero. In questo caso, infatti, si può ottenere un risparmio massimo di 47 euro all’anno. Solo puntando su di una tariffa fissa monoraria si registrerà una spesa leggermente superiore (appena 18 euro in anno) che però sarà compensata dall’aver azzerato l’impatto ambientale della propria fornitura.

La tabella qui di seguito riassume i risultati emersi dall’Osservatorio di SOStariffe.it in relazione al risparmio garantito dalle tariffe luce Green.

Tipologia tariffa Mercato Libero Green Mercato Libero Maggior Tutela Risparmio su Maggior Tutela Risparmio su Mercato Libero
Tariffa Fissa Monoraria  428,98 € 410,25 € 546,19 € 117,21 € -18,73 €
Tariffa Fissa Bioraria  481,58 € 493,22 € 561,18 € 79,60 € 11,64 €
Tariffa Variabile Monoraria 496,95 € 524,16 € 546,19 € 49,24 € 27,21 €
Tariffa Variabile Bioraria 495,44 € 543,19 € 561,18 € 65,74 € 47,75 €

Energia da fonti rinnovabili: se è davvero green c’è il certificato

Le tariffe luce Green devono essere accompagnate da una GO, ovvero da una Garanzia di Origine che deve essere rilasciata dal GSE, il Gestore dei servizi energetici. Tale certificazione garantisce che l’energia elettrica utilizzata dall’utente sia effettivamente prodotta con fonti rinnovabili. In pratica, il fornitore si impegna ad immettere nella rete un quantitativo di energia elettrica verde pari all’energia utilizzata dall’utente.

Questo sistema garantisce la massima trasparenza e, soprattutto, una completa tracciabilità. I consumatori hanno la certezza di poter rendere sostenibile la propria fornitura grazie all’utilizzo di elettricità prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili. Da notare che, oltre alla GO, esiste anche il RECS. Acronimo di Renewable Energy Certificate System, un’ulteriore certificazione che punta ad attestare l’origine green dell’elettricità.

Solo la presenza di un certificato di origine (messo a disposizione dal fornitore) garantirà che l’elettricità utilizzata venga effettivamente prodotta da fonti rinnovabili. Il Mercato Libero proposte svariate opzioni per questo tipo di tariffe.

Come passare al mercato libero e scegliere una tariffa green

Il passaggio al mercato libero può avvenire, in modo molto semplice, scegliendo la tariffa da attivare tramite il comparatore di SOStariffe.it per offerte luce e gas oppure consultando l’App di SOStariffe.it. Come conferma l’indagine di SOStariffe.it, l’attivazione di tariffe luce Green garantisce un netto risparmio in bolletta. Tale risparmio è strettamente legato al proprio consumo annuo. Come confermano i dati dell’Osservatorio, per un “cliente tipo” si arriva a risparmiare fino a 117 euro all’anno rispetto ad una tariffa non Green.

Bisogna sottolineare, inoltre, che scegliere una tariffa Green non comporta modifiche all’impianto o al contatore. Per l’utente, infatti, si tratta di una normale tariffa luce con l’unica differenza che l’elettricità utilizzata verrà fornita esclusivamente attraverso fonti di energia rinnovabile certificate. Basterà, quindi, sfruttare la comparazione online (inserendo una stima del proprio consumo annuo) per individuare le tariffe più vantaggiose da attivare in base alle proprie esigenze.

Commenti Facebook: