Ecobonus 2019 sostituzione caldaia: guida allo sconto immediato

La Legge di Bilancio 2020 è in via di formulazione e tra i punti fermi previsti dall’attuale Governo dovrebbe esserci anche la proroga dell’Ecobonus 2019. L’esecutivo, infatti, ha intenzione di rinnovare il bonus di riqualificazione energetica per almeno un altro anno offrendo così la possibilità a tutti i contribuenti di avviare interventi mirati con la certezza di poter contare su di una considerevole detrazione fiscale. Sarà rinnovato, quindi, anche il bonus caldaia che permette di ottenere un significativo sconto immediato sull’acquisto del nuovo elettrodomestico ad elevata efficienza energetica. Ecco tutti i dettagli. 

Ecco le novità in arrivo per l'Ecobonus 2020

Il nuovo Governo si avvicina al primo vero test, la Legge di Bilancio 2020, un argomento che caratterizzerà la cronaca politica per i prossimi mesi. Tra i punti fermi della nuova Legge di Bilancio ci sarà la proroga dell’Ecobonus che darà la possibilità ai contribuenti di sfruttare significative detrazioni fiscali per interventi di riqualificazione energetica per almeno un altro anno. Le detrazioni attualmente disponibili coprono diverse tipologie di interventi che saranno disponibili anche per il 2020 andando a rappresentare un importante incentivo per i contribuenti.

Bonus caldaia: detrazione sino al 65%

Tra i vantaggi inclusi nell’Ecobonus 2019 che verranno prorogati anche per il prossimo anno ci sarà anche il bonus caldaia che permetterà ai contribuenti di sfruttare una detrazione pari ad un massimo del 65% per l’installazione di una caldaia a condensazione ad alta efficienza. Nel passaggio dal 2019 al 2020 non ci dovrebbero essere sostanziali novità. La nuova Legge di Bilancio dovrebbe, infatti, confermare i due livelli di detrazione disponibili.

Ecco i dettagli dell’Ecobonus 2020 sulla detrazione disponibile per la sostituzione delle caldaie:

  • detrazione al 65%: è possibile ottenere una detrazione del 65% in tutti i casi in cui viene installata una caldaia a condensazione di classe energetica A con contestuale installazione di sistemi di termoregolazione evoluti;
  • detrazione al 50%: è possibile ottenere una detrazione del 50% in tutti i casi in cui viene installata una caldaia a condensazione di classe energetica A;
  • non è prevista detrazione per l’installazione di una caldaia di classe energetica B;

Lo sconto immediato per la sostituzione della caldaia previsto dall’Ecobonus in arrivo per il 2020 seguirà lo stesso schema di quanto registrato con l’Ecobonus 2019. I contribuenti che vorranno sfruttare tale incentivo per sostituire la propria caldaia a condensazione potranno ottenere una detrazione Irpef in 10 anni.
Scopri le migliori offerte luce

Grazie alla novità introdotta dal Decreto Crescita, operativa grazie al provvedimento dell’Agenzia delle Entrate pubblicato il 31 luglio 2019, è possibile ottenere lo sconto immediato Ecobonus in fattura. Una volta che il fornitore accetta di applicare lo sconto, sarà necessario effettuare una comunicazione relativa all’Agenzia delle Entrate entro il 28 febbraio dell’anno successivo a quello in cui è stato effettuato l’intervento per cui si va a richiedere la detrazione.

Per chi effettuerà l’intervento di riqualificazione energetica con sostituzione della caldaia con un modello più recente nel corso del 2020, quindi, la comunicazione andrà effettuata entro il 28 febbraio del 2021. La comunicazione all’Agenzia delle Entrate va inviata tramite un apposito modulo disponibile presso gli uffici dell’Agenzia stessa. In alternativa è possibile inviare una comunicazione direttamente online, tramite gli appositi strumenti disponibili sul sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate.

Per tutti i dettagli tecnici relativi al provvedimento sarà, in ogni caso, necessario attendere le prossime settimane quando la Legge di Bilancio assumerà la sua forma definitiva e il sistema di incentivi legati a detrazioni fiscali verrà, di fatto, rinnovato per almeno un altro anno garantendo ai contribuenti la possibilità di procedere con la sostituzione delle caldaia e l’installazione di modelli ad elevata efficienza energetica.

Ecobonus 2020: le altre detrazioni previste

Le Legge di Bilancio 2020 dovrebbe introdurre una lunga serie di proroghe per le detrazioni energetiche previste dall’Ecobonus. Oltre alla sostituzione delle caldaie con modelli più recenti ed a basso impatto ambientale, infatti, verranno incentivati diversi lavori e interventi tesi al miglioramento dell’efficienza energetica.

Anche in questo caso, per maggiori dettagli sarà necessario attendere l’ufficialità ma la cronaca politica di questi giorni conferma la volontà di andare verso una proroga generalizzata delle detrazioni previste per i contribuenti che scelgono di effettuare lavori ed interventi eco-sostenibili.

Ecco alcune delle detrazioni fiscali che verranno riproposte con l’Ecobonus 2020:

  • Bonus ristrutturazioni: detrazione fiscale al 50% per gli interventi di ristrutturazione con una spesa massima di 96 mila Euro per le singole abitazioni (sono compresi gli interventi di manutenzione ordinaria);
  • Bonus mobili ed elettrodomestici: detrazione fiscale al 50% per una spesa massima di 10.000 Euro in caso di acquisto a seguito di ristrutturazione;
  • Sisma bonus (per zone sismiche 1, 2 e 3): detrazione del 50% per gli interventi anti-sismici effettuati sulla propria casa o nelle parti comuni dei condomini; la detrazione è ripartita in 5 anni e prevede un valore massimo di 96 mila Euro per unità immobiliare; in alcuni casi la detrazione sale sino all’80%; il Sisma bonus è rinnovato sino al 2021;
  • Detrazione IVA su acquisto casa: in caso di acquisto dal costruttore di una casa di classe A o B è prevista una detrazione del 50% dell’IVA pagata; questa detrazione, per ora, non è confermata per il 2020;
  • Bonus verde: detrazione al 36% per le spese di sistemazione giardini, terrazzi, balconi (anche condominiali);

La nuova Legge di Bilancio 2020 potrebbe introdurre una serie di correttivi o andare a perfezionare quanto fissato già con l’Ecobonus 2019. In linea di massima, in ogni caso, gli interventi di riqualificazione energetica continueranno ad essere oggetti di una serie di incentivi con la possibilità di sfruttare la detrazione fiscale ed anche lo sconto immediato. Per tutte le novità sull’Ecobonus 2020 sarà necessario attendere la formulazione finale della Legge di Bilancio 2020 che, come detto, potrebbe aggiungere nuovi importanti dettagli per i contribuenti.

Commenti Facebook: