Cambio fornitore luce e gas Maggio 2020: 7 consigli

Cambiare fornitore di luce e gas può essere la soluzione migliore per dare un taglio netto alle bollette. Con il calo generalizzato dei prezzi registrato nelle ultime settimane, cambiare fornitore a maggio 2020 può garantire un notevole risparmio sulle spese collegate alle forniture energetiche. SOStariffe.it ha stilato un elenco di 7 consigli da seguire per la scelta del nuovo fornitore a maggio 2020. 

Ecco alcuni consigli da seguire prima di cambiare fornitore di luce e gas

Con il forte calo dei prezzi di luce e gas registrato nel corso del mese di aprile e confermato in questo mese di maggio, è davvero il momento giusto per cambiare fornitore ed attivare nuove offerte luce e gas. Per essere certi di effettuare la scelta del nuovo fornitore in modo corretto e attivare, quindi, offerte realmente vantaggiose, SOStariffe.it ha stilato una guida con 7 consigli da seguire per cambiare fornitore direttamente online, minimizzando i costi e massimizzando i vantaggi.

L’immagine qui di sotto riassume i punti individuati da SOStariffe.it per cambiare fornitore e scegliere, correttamente, le nuove tariffe luce e gas. Successivamente, analizzeremo, punto per punto, i consigli da seguire per poter cambiare il fornitore di luce e gas da casa andando ad individuare l’offerta migliore per risparmiare.

1) Usare un comparatore di offerte per trovare le tariffe luce e gas più convenienti

Per cambiare fornitore e risparmiare è fondamentale prestare la massima attenzione all’offerta che si va ad attivare. Per ridurre al minimo i costi, infatti, è necessario scegliere con precisione le tariffe più convenienti. Una scelta errata potrebbe, infatti, comportare un risparmio minimo o, addirittura, un incremento dei costi.

Il mercato libero dell’energia presenta un gran numero di fornitori e, in molti casi, ogni fornitore propone tariffe differenti (a prezzo bloccato per un anno, a prezzo bloccato per due anni, a prezzo variabile in base all’andamento del mercato all’ingrosso etc.). In sostanza, orientarsi all’interno del mercato energetico può essere molto complicato.

Per questo motivo è essenziale affidarsi ad un comparatore di offerte che, partendo dai dati inseriti dall’utente (il consumo annuo di energia e, per l’elettricità, la suddivisione dei consumi in fasce orarie), permette di individuare, con semplicità, le tariffe più vantaggiose da attivare.

Sfruttando il comparatore di SOStariffe.it è, quindi, possibile accedere ad una semplice comparazione online delle offerte che permetterà di individuare, in pochissimo tempo, le tariffe luce e gas più convenienti in base alle proprie esigenze. Per accedere al comparatore basta cliccare sul box qui di sotto e seguire la procedura indicata che avvierà, in pochi secondi, la comparazione. In alternativa è possibile utilizzare l’app di SOStariffe.it
Scopri le migliori offerte luce e gas

Il funzionamento della comparazione online è molto semplice. Ecco i passaggi da seguire:

  • indicare una stima dei consumi annuali di luce e gas; tale dato può essere calcolato con il tool integrato nel comparatore oppure può essere ricavato dalle informazioni incluse all’interno di una precedente bolletta; per quanto riguarda l’energia elettrica, inoltre, è possibile indicare anche la suddivisione dei consumi nelle fasce orarie F1, F2 e F3 (anche questo dato è disponibile in bolletta)
  • inseriti tutti i dati, si accederà alla comparazione delle offerte che permetterà di individuare le soluzioni più convenienti con una stima precisa dei costi mensili ed annuali oltre che con indicazioni relative al risparmio rispetto al mercato tutelato; le offerte saranno ordinate dalla più economica alla più cara (in base ai dati inseriti) e per l’utente sarà facile individuare le soluzioni da attivare
  • dopo aver scelto la tariffa migliore, basterà cliccarci sopra per avviare la procedura di sottoscrizione online, tramite il sito del fornitore

Grazie alla comparazione online delle offerte tramite SOStariffe.it è possibile ottenere un considerevole risparmio di tempo, in quanto la procedura di individuazione delle tariffe risulta essere molto più rapida. Allo stesso modo, è possibile ottenere un risparmio economico in quanto l’attivazione dell’offerta più economica sul mercato garantisce una netta riduzione dei costi.

2) Scegliere tra offerte monorarie e multi-orarie (per la fornitura di energia elettrica)

Per quanto riguarda la sola fornitura di energia elettrica, al fine di individuare la migliore offerta, è necessario scegliere tra le tariffe monorarie e quelle multi-orarie (biorarie o triorarie). La scelta corretta, anche in questo caso, è molto importante in quanto attivare l’offerta sbagliata può comportare una crescita della spesa.

Come visto nel punto precedente, grazie alla comparazione online (in cui è possibile specificare la distribuzione dei consumi nelle fasce orarie) è possibile individuare con precisione quale tipologia di tariffa è più conveniente quando si deve cambiare fornitore di energia elettrica.

In linea generale, è importante sottolineare come le tariffe monorarie risultino essere le soluzioni ideali per le famiglie che hanno una distribuzione omogenea dei consumi di energia elettrica durante tutta la settimana. Tali tariffe non hanno vincoli di orario in quanto il prezzo dell’energia non è legato all’orario di utilizzo.

Le offerte multi-orarie, invece, sono le più vantaggiose per le famiglie che concentrano i loro consumi nelle ore serali (a partire dalle 19) dei giorni feriali, nei week end e nei giorni festivi. Con queste offerte, ogni fascia oraria presenta un costo diverso dell’energia elettrica.

3) Puntare sulle offerte a prezzo bloccato per evitare aumenti futuri

Il mercato libero include una vasta gamma di tariffe con prezzo dell’energia bloccato per un periodo di tempo predeterminato. La maggior parte delle soluzioni di questo tipo presenta un prezzo bloccato per 12 mesi ma sono frequenti anche tariffe con prezzo bloccato per 18, 24 e addirittura per 36 mesi.

Grazie a queste tariffe, chi cambia fornitore avrà la certezza di poter contare su di un prezzo basso per l’energia per un lungo periodo di tempo e sarà protetto da possibili rincari futuri del mercato energetico. In questo momento, con il calo generalizzato dei prezzi dell’energia registrato ad aprile e confermato a maggio, scegliere un’offerta a prezzo bloccato può essere molto conveniente.

E’ opportuno sottolineare che, al momento, per quanto riguarda il gas naturale le tariffe più economiche risultano essere quelle “indicizzate non ARERA”. Si tratta di offerte che seguono l’andamento del mercato all’ingrosso per determinare il costo del gas utilizzato dal cliente. Scegliere queste tariffe può essere molto vantaggioso ma obbligherà l’utente a seguire, mensilmente, l’aggiornamento dei prezzi per evitare possibili rincari.

4) Puntare su bolletta digitale e addebito su conto corrente

Cambiare fornitore può essere l’occasione giusta per eliminare gli inutili costi extra legati alla ricezione ed al pagamento delle bollette di luce e gas. Ricevere una bolletta cartacea costa, in media, 1.5 Euro per bolletta mentre pagare il bollettino in posta o in ricevitoria comporta una commissione, anche in questo caso di 1-2 Euro. Scegliendo la ricezione della bolletta in formato digitale (si riceverà un PDF via e-mail che potrà essere consultato da PC o smartphone oppure stampato) e l’addebito automatico sul conto corrente si otterrà un piccolo risparmio aggiuntivo per ogni bolletta.

5) Risparmiare con l’attivazione online

Per minimizzare i costi legati all’attivazione di una nuova offerta luce e/o gas è necessario puntare sull’attivazione online. Come visto al punto 1, con la comparazione online è facile individuare le tariffe più vantaggiose per le proprie forniture energetiche. Scegliendo l’attivazione online sarà ancora più semplice ottenere un risparmio significativo, anche grazie all’eliminazione di costi extra legati agli intermediari.

Per effettuare l’attivazione online di un’offerta energetica e cambiare fornitore sarà necessario avere a disposizione:

  • i dati anagrafici, il codice fiscale e un documento dell’intestatario della fornitura
  • il codice POD, per l’energia elettrica, e il codice PDR, per il gas naturale; questi dati sono disponibili in una precedente bolletta
  • le coordinate IBAN nel caso in cui si sia optato per l’addebito delle fatture sul conto

E’ importante sottolineare che l’attivazione online di un’offerta luce o gas non comporta costi iniziali. Per i nuovi clienti non è prevista l’interruzione della fornitura e non ci sarà la necessità di cambiare il contatore.

6) Puntare sulle offerte Dual Fuel

Tra le opzioni a disposizione di chi deve cambiare fornitore ci sono le offerte “dual fuel“. In sostanza, si tratta di offerte combinate luce+gas che un fornitore può proporre ai suoi clienti. Attivando un’offerta dual fuel, infatti, l’utente attiverà una fornitura di energia elettrica e una di gas naturale con lo stesso fornitore e potrà ottenere, a seconda delle promozioni, bonus esclusivi o condizioni economiche più vantaggiose. Scegliere questo tipo di offerta può portare un risparmio extra.

7) Controllare le offerte riservate ai nuovi clienti

Nella scelta del nuovo fornitore è importante verificare quali sono le offerte e le promozioni riservate ai nuovi clienti. Ogni fornitore del mercato libero, infatti, può proporre offerte speciali, come sconti extra una tantum in bolletta, la possibilità di aderire ad un programma fedeltà con buoni sconto e altri vantaggi o a promozioni del tipo “porta un amico” per avere sconti extra. Queste promozioni riservate ai nuovi clienti possono rappresentare, soprattutto quando le condizioni economiche di più tariffe sono molto simili, un fattore determinate nella scelta del fornitore più vantaggioso.

Commenti Facebook: