Come sottoscrivere un'assicurazione auto mensile senza finanziamento?

Le assicurazioni auto mensili sono state introdotte nel mercato Rc Auto da relativamente poco tempo, e risolvono uno dei principali problemi legati al pagamento dell’assicurazione per la propria vettura. Anche se con l’affermarsi delle assicurazio…..

Le assicurazioni auto mensili sono state introdotte nel mercato Rc Auto da relativamente poco tempo, e risolvono uno dei principali problemi legati al pagamento dell’assicurazione per la propria vettura. Anche se con l’affermarsi delle assicurazioni auto online i premi sono scesi negli ultimi anni in maniera notevole, per molti è poco gradito dover pagare in una volta sola varie centinaia di euro, invece di diluire la spesa un po’ per volta.

Ecco quindi che le assicurazioni auto a rate mensili vengono incontro a chi preferisce pensare alla Rc Auto come se fosse una bolletta o un abbonamento, di norma (ma non sempre) pagando un prezzo leggermente superiore, calcolato sull’intero anno, rispetto al saldo in un’unica soluzione, proprio come accade con l’interesse di un finanziamento.

Per quanto sempre più compagnie ora propongano la formula dell’assicurazione auto a rate, ci sono molte differenze significative tra le diverse modalità con cui viene offerta al cliente: la principale riguarda la possibilità di affidarsi a un finanziamento – cioè attraverso la partecipazione di una società finanziaria a fare da tramite tra l’assicurato e la compagnia – oppure gestire tutto direttamente con la compagnia, con un’assicurazione auto mensile senza finanziamento.

Che cos’è un’assicurazione auto a rate

L’assicurazione auto a rate, come detto, permette di dividere in pagamenti periodici il premio assicurativo, solitamente a cadenza annuale. Si va un minimo di due rate – e si parla quindi di assicurazione semestrale – fino a dodici, la vera e propria assicurazione auto a rate mensili. 

Attenzione: è possibile confondersi con le assicurazioni temporanee, come quelle che consentono di coprire con una polizza il proprio veicolo (ad esempio una moto usata solo durante l’estate) per un limitato numero di mesi. Si tratta però di due formule completamente diverse: l’assicurazione rateale è in tutto e per tutto all’assicurazione annuale standard, cambia solo la modalità di pagamento e non la copertura assicurativa.

Con l’assicurazione auto a rate, il premio annuale, che secondo l’IVASS si aggira ultimamente intorno ai 400-500 euro in media (ma ovviamente il dato cambia sensibilmente a seconda della classe di appartenenza, della tipologia di vettura, dell’esperienza del guidatore e così via, oltre che dalla provincia), può essere frazionato in pagamenti più gestibili, anche solo di poche decine di euro al mese.

L’assicurazione auto a rate con finanziamento

 Nelle assicurazioni auto mensili con finanziamento, il cliente ha sempre la possibilità di pagare il premio assicurativo con rate periodiche (da due a dodici), ma non è la compagnia assicuratrice a occuparsi di ogni cosa: ci vuole infatti l’intervento di una società finanziaria in qualità di mediatrice.

Concedere un pagamento rateale per una copertura che durerà un anno a partire dalla sottoscrizione (la copertura infatti è sempre per tutti i dodici mesi, e saltare una rata non comporta la mancata protezione dai sinistri causati) significa fidarsi che l’assicurato sia puntuale con il saldo periodico. Non tutte le compagnie sono disposte ad accollarsi questo rischio, e quindi si affidano a società finanziarie specializzate per la gestione della pratica e per le eventuali inadempienze del cliente. In questo modo, la società finanziaria paga immediatamente alla compagnia assicuratrice il premio del cliente, e viene poi rimborsata dal cliente rata dopo rata.

Nel caso di un’assicurazione auto a rate con finanziamento, può essere previsto il pagamento di un tasso di interesse fisso, così come avviene con la maggior parte degli acquisti a rate; questa cifra è il corrispettivo che la società finanziaria richiede per accollarsi il rischio di inadempienza nel pagamento. Possono però essere previste offerte a tasso zero: in questo caso il premio annuale viene semplicemente diviso per il numero delle rate previste dalla formula di rateizzazione e il risultato è l’ammontare della rata. Attenzione ai costi di gestione della pratica e ai costi amministrativi: anche nel caso in cui il finanziamento per la polizza sia a tasso zero, possono venire addebitate queste voci, incrementando la rata periodica.

L’assicurazione auto mensile senza finanziamento

Altre compagnie invece gestiscono tutta la rateizzazione in prima persona, senza rivolgersi a una società finanziaria; in questo modo, l’unico interlocutore del cliente rimane la compagnia stessa. Proprio come per le assicurazioni auto con finanziamento, può essere previsto il pagamento di un premio complessivamente più alto come costo per il frazionamento mensile, oppure può essere un’assicurazione a tasso zero.

Rispetto alla soluzione precedente, la scelta di proporre una simile modalità di pagamento al futuro assicurato si basa unicamente su parametri fissati dalla compagnia, mentre per una società finanziaria può esserci una valutazione della solidità  del cliente da vari punti di vista (presenza di altri prestiti, passati scoperti, giudizio del CRIF, busta paga e così via); di norma si tratta quindi di un’operazione più semplice e immediata, che le società pubblicizzano molto a scopo promozionale.

Attenzione, però: il fatto che un’assicurazione sia a pagamento mensile non comporta di per sé la sicurezza che anche negli anni successivi possa venire riproposta. Si può infatti trattare di un’iniziativa rivolta soltanto ai nuovi clienti, e che a partire dal secondo anno in poi sia richiesto il pagamento di un interesse.

Come sottoscrivere un’assicurazione auto mensile

 Dopo aver controllato le offerte più convenienti per le assicurazioni a rate con strumenti come il comparatore di SOStariffe.it, se finalmente si è riusciti a trovare la polizza più conveniente, si può procedere alla sua sottoscrizione.

Se viene previsto un finanziamento, allora la società erogatrice chiederà la documentazione relativa per le garanzie, come la busta paga e la dichiarazione dei redditi; in caso si sottoscriva invece un’assicurazione auto mensile senza finanziamento, la compagnia assicuratrice potrà chiedere i documenti oppure no, a seconda, ad esempio, dello status dell’assicurato.

Se si tratta infatti di un cliente altamente fidelizzato, che ha dimostrato in passato di essere sempre stato puntuale nei pagamenti, è possibile che la compagnia offra l’assicurazione auto mensile senza ulteriori richieste di documentazione (lo stesso accade quando si stipulano polizze con istituti di credito che hanno una conoscenza effettiva delle capacità reddituali del soggetto o della sual liquidità disponibile).

Il mercato è comunque in continua evoluzione, e la possibilità di stipulare polizze senza una busta paga o un reddito dimostrabile diventa sempre più ampia.

Un esempio di assicurazione auto mensile senza finanziamento

 Linear, del Gruppo Unipol, fa parte delle compagnie assicuratrici che offrono la possibilità di sottoscrivere un’assicurazione auto mensile senza finanziamento, dividendo il prezzo annuale della polizza auto in dodici rate che vengono automaticamente addebitate sulla carta di credito a ogni scadenza.

Linear non si affida all’intermediazione di una società di finanziamento e quindi non viene aperta nessuna pratica di credito, né è necessario pagare interessi aggiuntivi a società terza. È però prevista una leggera maggiorazione del premio RC Auto per i diritti di frazionamento e i costi di gestione.

È necessario fornire i dati della propria carta di credito (non va bene la ricaricabile). In caso di tentativi di addebito che non vanno a buon fine, la polizza viene sospesa in automatico.

Domande correlate