Chi chiamare in caso di incidente?


Quando si viene coinvolti in un incidente stradale è importante attenersi ad alcune norme comportamentali ben precise che permetteranno di risolvere, rapidamente ed in tutta sicurezza, la situazione. Spesso ci si pone il problema di chi chiamare in caso di incidente. Si tratta di un dubbio legittimo, soprattutto per gli automobilisti che non si sono mai trovati in una situazione del genere dove, anche per via della tensione, è possibile perdere la calma e la lucidità.

chi chiamare per incidente auto

Per capire cosa fare e chi chiamare in caso di incidente è importante valutare, con molta attenzione, la dinamica e gli effetti del sinistro stesso. La presenza di feriti, ad esempio, richiede l’obbligo di chiamare nel minor tempo possibile i soccorsi anche se le lesioni registrate dalle persone coinvolte nel sinistro sono di lieve entità. Si tratta di una priorità da seguire in caso di incidente a cui deve subito far seguito, quando possibile, la messa in sicurezza dell’area dello scontro al fine di evitare il coinvolgimento di altri mezzi.

Ci sono poi da considerare tutte quelle situazioni in cui il veicolo coinvolto nel sinistro stradale risulti essere danneggiato e, quindi, non sia più in grado di rimettersi in moto e di raggiungere un’officina, per le riparazioni, o un luogo sicuro dove potrà essere custodito. In questi casi, sarà necessario richiedere il soccorso stradale contattando gli enti che si occupano di offrire tali servizi.

Per essere certi di poter contare su di un pronto intervento è possibile arricchire l’assicurazione auto con la garanzia accessoria Assistenza Stradale, una copertura assicurativa aggiuntiva che va a garantire l’assicurato con un’importante tutela. In caso di incidente, ma anche in caso di malfunzionamento del veicolo, l’assicurato potrà contattare un servizio d’assistenza dedicato e richiedere il soccorso con il recupero ed il traino del veicolo.

Ecco, quindi, tutto quello che c’è da sapere su chi chiamare in caso di incidente in base alla tipologia di sinistro in cui si viene coinvolti, alla presenza di feriti e alla tipo di copertura assicurativa a propria disposizione.

Le prime cose da fare dopo un incidente stradale

Può sembrare una banalità ma è molto importante sottolinearlo. La prima cosa da fare dopo un incidente stradale è mantenere la calma, evitare reazioni sconsiderate o panico. Nei secondi immediatamente successivi il sinistro, mantenendo la calma e la lucidità (per quanto possibile), bisogna controllare che non vi siano lesioni, anche leggere, tra tutte le persone coinvolte nel sinistro (gli occupanti dei veicoli incidentati ed eventuali passanti).

Solo dopo aver eseguito questa verifica, si potrà passare alla fase successiva. Se ci sono feriti, chiaramente, sarà necessario chiamare i soccorsi e le Forze dell’Ordine che dovranno eseguire i vari rilievi. In caso contrario si potrà iniziare con la verifica dei danni registrati dai veicoli coinvolti avviando così tutta la procedura assicurativa che regola i sinistri stradale.

Ripetiamo, quindi, in caso di sinistro stradale come prima cosa bisogna mantenere la calma.

Chi chiamare in caso di incidente stradale con feriti

La presenza di feriti, anche di entità lieve, rappresenta un elemento centrale di un incidente stradale. In caso di sinistro con feriti, infatti, la prima cosa da fare sarà quella di chiamare i soccorsi e le Forze dell’Ordine. La presenza di sinistri a seguito di un incidente stradale impone il divieto di abbandonare il luogo dell’incidente a tutte le persone coinvolte.

Dopo aver messo in sicurezza l’area in cui è avvenuto il sinistro, infatti, sarà necessario attendere l’arrivo delle Forze dell’Ordine che dovranno raccogliere i dati delle persone coinvolte eseguendo tutti i rilievi del caso. Solo al termine di tutta la procedura di verbalizzazione sarà possibile abbandonare il luogo dell’incidente con feriti.

Per richiedere l’arrivo dei soccorsi è necessario chiamare il 118. Durante la chiamata sarà necessario fornire tutte le informazioni utili per la risoluzione della situazione, facilitando così il compito dei soccorritori. All’operatore che raccoglierà la chiamata bisognerà indicare:

  • il luogo dell’incidente, assicurandosi di fornire tutte le informazioni utili all’individuazione della posizione esatta del sinistro; qualsiasi piccolo dettaglio potrà essere utile ad identificare il luogo del sinistro e a velocizzare l’arrivo dei soccorritori

  • il numero di persone coinvolte e di feriti (se ci sono molti feriti potrebbe essere necessario l’invio di più ambulanze)

  • per quanto possibile, bisognerà anche descrivere la gravità delle lesioni subite da tutti gli individui coinvolti; in questo modo sarà possibile avanzare una prima stima della gravità dei feriti e provvedere all’invio dei soccorsi più idonei per la risoluzione dell’emergenza

Da notare che nel caso in cui le lesioni subite dalle persone coinvolte nell’incidente siano lievi, sarà possibile prestare un primo soccorso (nei limiti delle proprie capacità e agendo con la massima prudenza). In caso contrario, bisognerà attendere l’arrivo dei soccorsi che andranno informati, già al momento della chiamata con cui si richiede il loro intervento, sulla situazione.

Se le lesioni sono gravi o comunque necessitano di un intervento specialistico, bisognerà evitare di prestare assistenza per non peggiorare la situazione e causare, involontariamente, ulteriori danni. Evitare manovre avventate e operare sempre nella massima sicurezza cercando di semplificare i soccorsi sanitari in arrivo che potranno fornire le cure necessarie.

In caso di incidenti con feriti, non bisogna mai abbandonare il luogo del sinistro prima dell’arrivo delle Forze dell’Ordine. Allontanarsi dal luogo dell’incidente farà scattare una serie di sanzioni penali oltre alla sospensione della patente sino a 3 anni o anche sino a 5 anni in caso di omissione di soccorso ad eventuali feriti presenti.

Ritornando, quindi, a quanto detto nel paragrafo precedente è importante mantenere la calma, assicurarsi in merito alla presenza di feriti e chiamare immediatamente i soccorsi, descrivendo con cura la dinamica del sinistro e le sue conseguenze sulle persone. Per incidenti con feriti è fondamentale seguire sempre queste indicazioni.

Una volta giunte sul luogo dell’incidente, le Forze dell’Ordine si occuperanno di raccogliere tutte le informazioni sul sinistro, le targhe dei veicoli coinvolti, i documenti delle persone coinvolte e tutti i dati assicurativi. Chi viene coinvolto nel sinistro può fornire una dichiarazione agli agenti intervenuti con tutte le informazioni utili a chiarire la dinamica, compresa la presenza di eventuali testimoni.

Nel caso di sinistro stradale con uno o più decessi, valgono tutte le cose già dette per i sinistri con feriti con l’aggiunta che i veicoli coinvolti verranno sequestrati al fine di effettuare tutti i controlli del caso. Anche in questo caso, non abbandonare il luogo dell’incidente per nessuna ragione ed attendere l’arrivo delle Forze dell’Ordine e dei soccorsi per gli eventuali feriti.

Chi chiamare in caso di incidente senza feriti

L’assenza di feriti in un incidente stradale permette alle persone coinvolte di gestire in autonomia l’intera situazione, quando possibile. In linea generale, dopo un incidente senza feriti è necessario mettere in sicurezza l’intera area seguendo le indicazioni previste dal Codice della Strada a partire dall’attivazione delle frecce d’emergenza.

Se i veicoli coinvolti nel sinistro interferiscono con la circolazione o si trovano in una posizione potenzialmente pericolosa sarà possibile spostarli al margine della carreggiata, riducendo qualsiasi rischio di ulteriori incidenti ed eliminando qualsiasi ostacolo alla circolazione. In questo modo, inoltre, si eviteranno sanzioni e sarà possibile avviare tutte le pratiche legate agli aspetti assicurativi che seguono un incidente.

Non essendoci feriti, non è necessario chiamare i soccorsi e le Forze dell’Ordine. È possibile redigere il Modulo di Constatazione Amichevole in modo da velocizzare tutto l’iter assicurativo che porterà all’erogazione dei risarcimenti dovuti e alla copertura delle eventuali spese di riparazione. Successivamente, si potrà denunciare il sinistro alla propria assicurazione seguendo le procedure che la compagnia mette a disposizione (per maggiori dettagli è possibile contattare il servizio clienti della compagnia stessa).

Da notare però che se il veicolo è danneggiato in misura considerevole e non è in grado di raggiungere in autonomia un’autofficina, per eseguire le necessarie riparazioni, bisognerà chiamare il carro attrezzi per effettuare il recupero del veicolo e il traino dello stesso sino ad un’officina o comunque sino ad un luogo in cui lo stesso sarà custodito in attesa di ulteriori interventi.

Per ottenere l’assistenza del carro attrezzi sarà possibile chiamare un servizio di assistenza a disposizione degli automobilisti. Ad esempio, è possibile chiamare il Soccorso stradale di ACI, disponibile al numero di telefono 803 116 (la chiamata è gratuita) oppure tramite le colonnine SOS autostradali (solo per le versioni dotate di fonia).

Il Soccorso stradale di ACI presenta caratteristiche ben definite con tariffe predeterminate per le varie tipologie di veicoli. A seconda dell’intervento da eseguire (soccorso, recupero, traino, custodia), l’automobilista dovrà affrontare determinati costi che saranno la somma dei costi per le singole operazioni.

Per evitare di affrontare spese molto elevate nel caso in cui fosse necessario ricorrere al carro attrezzi è possibile premunirsi attivando un’apposita copertura assicurativa. Si tratta della garanzia accessoria Assistenza Stradale che tutti gli automobilisti, ma anche i motociclisti e chi guida altre tipologie di veicoli a motore, possono attivare abbinandola alla polizza RC, obbligatoria per poter circolare e sostare su strade pubbliche.

Grazie alla copertura Assistenza Stradale si potrà ottenere un rapido intervento di soccorso con servizi come il recupero ed il traino del veicolo a seguito di un incidente stradale ma anche, ad esempio, nel caso in cui vi sia un malfunzionamento del proprio mezzo che ne vada a limitare i movimenti.

Questa copertura assicurativa, inoltre, è spesso accompagnata all’installazione di un dispositivo satellitare per la rilevazione della posizione. Tale dispositivo, tra le varie funzioni in grado di garantire, va a fornire l’esatta posizione del veicolo da soccorrere permettendo così all’automobilista di poter ricevere, rapidamente, l’assistenza di cui ha bisogno.

In caso di incidente stradale, è possibile attivare l’Assistenza Stradale contattando direttamente la propria assicurazione. Di solito, le opzioni a disposizione degli assicurati sono le seguenti:

  • chiamare al numero d’assistenza messo a disposizione dalla compagnia e attivo 24 ore al giorno, tutto i giorni; il numero d’assistenza a cui rivolgersi viene fornito dalla compagnia al suo cliente e può, quindi, variare in base alla compagnia assicurativa scelta

  • richiedere l’invio di soccorsi tramite l’app ufficiale della propria compagnia assicurativa

La garanzia di Assistenza Stradale è una delle migliori garanzie accessorie a disposizione degli automobilisti che vogliono arricchire la propria assicurazione auto e, quindi, le tutele assicurative incluse nella polizza. Oltre alla copertura RC, infatti, è possibile scegliere tante altre garanzie accessorie che vanno a completare il pacchetto assicurativo e le tutele a disposizione dell’assicurato.

Per individuare le migliori garanzie accessorie e le soluzioni più convenienti per la polizza RC è possibile consultare il comparatore di SosTariffe.it per assicurazioni auto. Tramite la comparazione online è possibile confrontare i preventivi delle polizze delle principali compagnie attive in Italia e individuare, in pochi minuti, le opzioni migliori in base alle proprie esigenze, ottenendo anche un risparmio significativo sui costi.

Contattare l’assicurazione dopo il sinistro

Dopo aver ricevuto i dovuti soccorsi, per sé stessi e le altre persone coinvolte oltre che per i veicoli incidentati, ed aver risolto le questioni amministrative e tecniche legate al sinistro, è importante contattare la propria assicurazione, informandola in merito all’evento.

Ogni compagnia assicurativa presenta specifici canali di contatto a cui l’assicurato può rivolgersi per richiedere assistenza. È importante avere sempre a disposizione i numeri a cui rivolgersi per entrare in contatto diretto con la propria compagnia assicurativa e richiedere il supporto di cui si ha bisogno.

La compagnia assicurativa va contatta entro tre giorni dalla data dell’incidente, in modo da consentire di avviare tutte le pratiche relative all’evento. Al momento in cui si contatta la propria assicurazione è utile avere a propria disposizione tutta la documentazione relativa alla polizza ed al veicolo oltre che il modulo di constatazione amichevole.

In questo modo, sarà possibile accelerare l’intera procedura e semplificare l’iter che porterà all’erogazione dei risarcimenti dovuti passando per le necessarie verifiche tecniche legate al sinistro stesso.

Assicurazioni per bici elettriche e non: quanto costa e cosa copre

Il Decreto Rilancio, insieme alle altre misure di sostegno al reddito e di supporto per imprese e lavoratori, introdurrà anche il bonus per l'acquisto di biciclette elettriche, monopattini, segway e hoverboard. Ecco cosa dovete sapere sull'rc per le bici elettriche, i dettagli su costi e coperture in questa guida

Assicurazione auto gratis per immigrati: realtà o fake news?

L'ennesima fake news, che risale addirittura al 2016, che ogni tanto torna a farsi spazio tra la cronaca, strumentalizzata e usata per suscitare indignazione di massa: ecco cosa c'è di vero a proposito della bufala sull'assicurazione auto gratis per i migranti.

Bonus Vacanza 2020 come richiederlo e a chi spetta

L'emergenza sanitaria entra in una nuova fase, si tenta una ripartenza e iniziano le prove per una nuova normalità. In due conferenze ravvicinate il premier Conte ha annunciato le misure del Decreto Rilancio e le nuove regole su spostamenti e aperture dei negozi. In questa guida ci concentriamo in particolare sulle novità in merito al bonus vacanze, come richiederlo e a chi spetta questo contributo
Scopri il prezzo della tua polizza
  • 1 Inserisci i tuoi dati una sola volta
  • 2 Confronta più preventivi contemporaneamente
  • 3 Acquista online e risparmia fino a 500€
Hai già calcolato un preventivo con SosTariffe.it?
Recupera preventivi »