Si può assicurare una moto per un mese?


Scegliere di assicurare la moto per un mese, o comunque per periodi di tempo brevi, è possibile e, per molti motociclisti, può risultare anche molto conveniente. A differenza delle auto, che vengono utilizzate solitamente in modo omogeneo durante tutto l’anno, le moto ed i vari mezzi a due ruote possono presentare una tipologia di utilizzo differenze, legata alle abitudini del motociclista ed anche alle condizioni climatiche dell’area in cui si vive.

assicurazione moto per un mese

Spesso, infatti, si tende ad utilizzare in misura minima o addirittura nulla la propria moto durante i mesi invernali, soprattutto se si vive in area in cui il clima è particolarmente rigido in inverno. Nello stesso tempo, durante la stagione estiva l’utilizzo di una moto tende a crescere in misura significativa e chi ha la possibilità di scegliere tra un’auto ed un mezzo a due ruote tende ad optare per questa seconda soluzione, sicuramente più pratica per affrontare il traffico cittadino.

Per questo motivo, scegliere di assicurare una moto per un mese può rappresentare un’opzione molto interessante che tutti i motociclisti dovrebbero considerare. Chi valuta la possibilità di assicurare la moto per un breve periodo può verificare la convenienza delle assicurazioni temporanee, soluzioni molto vantaggiose che rappresentano una realtà oramai consolidata del mercato assicurativo.

I vantaggi dell’assicurazione moto temporanea

Tutti i motociclisti che utilizzano solo occasionalmente il proprio veicolo a due ruote hanno la possibilità di optare per l’assicurazione moto temporanea. Si tratta di una categoria di prodotto assicurativo che al suo interno include una vasta gamma di soluzioni in grado di soddisfare appieno le esigenze dei motociclisti che non utilizzano, nel corso di un intero anno, la propria moto in modo costante.

Quando si sceglie di puntare su di un’assicurazione moto temporanea è necessario, come prima volta, valutare con molta attenzione la tipologia di utilizzo che si farà del proprio veicolo. Se si prevede di utilizzare la moto solo occasionalmente, ad esempio solo durante qualche week end o per poche settimane, sarà necessario puntare su soluzioni temporanea e di breve durata.

Allo stesso modo però, se l’utilizzo della moto si estende per un periodo di tempo più lungo, ad esempio per tutta la stagione estiva, l’assicurazione mensile non andrà più bene. In questi casi, non sarà necessario attivare la tradizionale copertura RC di durata annuale ma sarà possibile optare per soluzioni di media durata, come ad esempio le polizze moto trimestrali o semestrali.

Una volta chiarito il tipo di utilizzo del proprio veicolo, procedere con l’attivazione di un’assicurazione moto in linea con quelle che sono le proprie esigenze sarà molto semplice. Senza quest’analisi preliminare non sarà possibile individuare la polizza più adatta e si rischierà di sottoscrivere un’assicurazione poco vantaggiosa, in quanto caratterizzata da una durata non linea con l’utilizzo del mezzo.

Qui di seguito riepiloghiamo quali sono le principali soluzioni per chi è in cerca di un’assicurazione moto temporanea:

  • assicurazione giornaliera o per brevi periodi: questa particolare tipologia di copertura assicurativa è ideale per i motociclisti che utilizzano il proprio veicolo solo occasionalmente, ad esempio durante i week end per una gita fuori porta

  • assicurazione mensile: l’assicurazione moto con durata mensile (la validità della copertura solitamente dura dal giorno dell’attivazione e per i successivi 30 giorni) è l’opzione ideale per tutti i motociclisti che utilizzano il proprio veicolo per brevi periodi ma che non trovano vantaggiosa l’opzione giornaliera; chi utilizza la moto solo per un mese, o anche per un periodo un po’ più lungo (in questo caso, sarà necessario rinnovare la polizza mensile alla scadenza), troverà molto vantaggiosa questa soluzione

  • assicurazione trimestrale e semestrale: se si utilizza la moto per periodi medio-lunghi ma comunque inferiori all’intero anno di validità di una copertura RC tradizionale, optare per un’assicurazione trimestrale o semestrale risulterà molto probabilmente la mossa vincente per risparmiare; solitamente, l’assicurazione trimestrale è l’opzione ideale per chi utilizza la moto solo nei mesi estivi mentre l’assicurazione semestrale rappresenta la soluzione perfetta per tutti i motociclisti che, ai primi segnali di arrivo della bella stagione, tornano ad utilizzare il proprio veicolo

Alcune cose da sapere sulle assicurazioni temporanee

Chi scegliere un’assicurazione moto temporanea deve fare una serie di valutazioni al fine di individuare la soluzione più in linea con le proprie esigenze. Ottenere un risparmio significativo è possibile ma è opportuno valutare con molta attenzione tutte le opzioni a propria disposizione.

Il settore delle polizze moto temporanea offre sicuramente notevoli occasioni di risparmio per gli utenti ma, per evitare problemi o l’attivazione di polizze non adatte, è opportuno conoscere nei minimi dettagli i periodi in cui si utilizzerà il veicolo. Bisogna, inoltre, mettere in evidenza quali sono le cose più importanti da conoscere per chi attiva un’assicurazione temporanea.

  • Nei periodi in cui la moto non è coperta da un’assicurazione, il veicolo non potrà circolare o sostare in strade pubbliche ed andrà custodito in un luogo privato, non accessibile al pubblico; circolare con una moto non assicurata comporta una sanzione pecuniaria, che può superare i 3 mila Euro, oltre ad una serie di sanzioni accessorie come il sequestro del veicolo; senza una copertura RC valida, inoltre, il conducente del veicolo dovrà coprire di tasca propria i danni causati in un incidente con colpa (le vittime saranno comunque tutelate dal Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada)

  • Ogni compagnia presenta una propria offerta di polizze moto temporanea; l’assicurato che attiva una polizza di breve durata non è obbligato a rinnovare la copertura e, una volta terminata la validità della polizza, ha facoltà di scegliere la nuova assicurazione sulla base delle migliori proposte disponibili sul mercato; alla scadenza di una polizza temporanea, ad esempio di durata mensile, è possibile attivare una seconda polizza temporanea ma di durata diversa, ad esempio trimestrale

  • Le assicurazioni temporanee presentano un costo mediamente più alto rispetto ad un’assicurazione RC di durata annuale; attivare una polizza annuale sarà sempre una soluzione più economica rispetto all’attivazione di una polizza trimestrale per quattro volte di fila

  • Molte compagnie propongono ai loro clienti la possibilità di attivare una polizza annuale ma con pagamento mensile, con rate pari ad un dodicesimo dell’importo più eventuali interessi; questo tipo di contratti non rientra nella categoria delle polizze temporanea ma si tratta di un’assicurazione di durata annuale con il pagamento del premio che viene dilazionato; queste soluzioni possono essere molto vantaggiose per evitare di pagare il premio assicurativo in un’unica soluzione ma sarà necessario analizzare anche il costo complessivo verificando gli interessi applicati

Alternative alle polizze temporanee: le assicurazioni sospendibili

Chi utilizza la moto per 10 mesi all’anno non avrà un particolare vantaggio dall’attivazione di una polizza temporanea. Una veloce analisi dei costi confermerà che per un utilizzo molto vicino ai tradizionali 12 mesi, la soluzione migliore è rappresentata da una polizza di durata annuale. Per questo tipo di utilizzo, c’è un’alternativa alle polizze temporanee.

Si tratta delle assicurazioni moto sospendibili. Questo tipo di polizze assicurative presentano una durata annuale ma includono un’opzione molto comoda per moltissimi motociclisti. Scegliendo una polizza sospendibile, infatti, sarà possibile sospendere la validità della copertura assicurativa per un certo periodo di tempo. Se la sospensione dura un mese, la scadenza della polizza verrà posticipata di un mese.

Chiaramente, nei periodi in cui la polizza moto è sospesa, il veicolo non sarà coperto da una polizza assicurativa e, quindi, non potrà circolare o sostare in strade pubbliche ed andrà custodito in un luogo privato. La circolazione con la polizza assicurativa sospesa equivale alla circolazione in strada con un veicolo non coperto da regolare assicurazione, con tutte le conseguenze del caso, sanzioni comprese.

Il settore delle assicurazioni moto sospendibili presenta una lunga serie di opzioni. Ogni compagnia, infatti, propone soluzioni ben specifiche garantendo all’assicurato un certo margine di manovra in merito alla possibilità di sospendere la validità della polizza assicurativa. Di conseguenza, è molto importante analizzare nei minimi dettagli il contratto assicurativo al fine di verificare quali sono le reali caratteristiche di una polizza moto sospendibile.

Spesso, infatti, le polizze sospendibili presentano un periodo di sospensione minimo e non è possibile sospendere la validità della polizza per pochi giorni. Da notare, inoltre, che, di norma, l’assicurato può attivare la clausola di sospensione della copertura assicurativa solo per un numero limitato di volte e, in alcuni casi, è previsto il pagamento di un importo una tantum per procedere con la riattivazione della polizza. Di solito non è possibile sospendere l’assicurazione nell’ultimo mese di validità.

Le assicurazioni moto sospendibili rappresentano, in linea di massima, un’ottima alternativa alle assicurazioni moto temporanee. È chiaro che il contraente di una polizza è tenuto a valutare con molta attenzione le caratteristiche del contratto assicurativo al fine di scegliere con precisione la soluzione più adatta alle proprie esigenze.

Tutti i motociclisti che non utilizzano il proprio veicolo con regolarità durante l’anno hanno a loro disposizione una lunga serie di opzioni alternative alla “solita” RC Moto di durata annuale. A seconda dei casi, scegliere una polizza temporanea o sospendibile risulterà una soluzione decisamente più conveniente.

 

Incentivi auto ottobre 2020: tutte le agevolazioni del mese e su quali modelli

Il 2020 è stato sicuramente un anno diverso dal solito per il settore auto, ma le politiche di rilancio del mercato non si sono fatte mancare, con l’introduzione di diverse tipologie di contributi. Ecco quali sono gli incentivi auto disponibili nel mese di ottobre 2020 e quali i modelli sui quali saranno applicate le agevolazioni. 

Bonus riparazione auto: tutto sui 500 euro per la manutenzione dell'auto

Un nuovo incentivo per gli automobilisti, la proposta è di creare un bonus da 500 euro. Questo incentivo è destinato a riparazioni e alle operazioni di manutenzione dei veicoli per quei cittadini che non possono acquistare un'auto nuova. Il bonus sarà riconosciuto sotto forma di detrazione fiscale, ecco cosa si sa finora di questo contributo

Assicurazione Auto e Furto: la diffusione in Italia

Tra le garanzie accessorie più richieste in fase di sottoscrizione di una nuova polizza RC Auto troviamo, senza dubbio, l'assicurazione per il furto dell'auto. Tale copertura garantisce un risarcimento in caso di furto del proprio veicolo assicurato. SOStariffe.it, analizzando i preventivi rilasciati negli ultimi 12 mesi, ha realizzato una classifica delle auto più assicurate per furto e delle regioni dove tale copertura è più richiesta. Lo studio ha anche valutato l'effetto del lockdown sulle richieste di questa garanzia.
Scopri il prezzo della tua polizza
  • 1 Inserisci i tuoi dati una sola volta
  • 2 Confronta più preventivi contemporaneamente
  • 3 Acquista online e risparmia fino a 500€
Hai già calcolato un preventivo con SosTariffe.it?
Recupera preventivi »