Multa per revisione scaduta: a quanto ammonta?


La revisione dei veicoli è uno degli obblighi che gli automobilisti devono rispettare. Il Codice della strada lo impone e prevede delle sanzioni e la sottrazione di punti dalla patente. Ecco a quanto ammonta la multa per revisione scadute e cosa non si può fare se non la si rinnova.

quando e dove pagare il bollo auto

Il Codice della strada prevede che ogni automobilista debba sottoscrivere una regolare assicurazione rc auto, paghi la tassa sul possesso del veicolo e che ogni vettura sia sottoposta a regolare revisione. Quest’ultimo obbligo è imposto l’articolo 80 che stabilisce l’obbligo di controllo e sono previste delle precise sanzioni per i trasgressori. In questa guida scopriremo in cosa consiste la revisione, qual è la procedura da seguire e quali sono le ammende da pagare se si viene beccati senza revisione in regola.

Cos’è la revisione auto

Per legge ogni veicolo a motore deve garantire la sicurezza degli automobilisti, deve funzionare in modo efficiente e deve anche limitare al massimo le emissioni di agenti inquinanti. Anche i rumori della vostra auto vengono sottoposti a dei controlli e devono rientrare in dei parametri precisi per limitare i rumori del veicolo.

Per poter garantire queste condizioni di base vengono verificati gli impianti fondamentali della vostra auto e tutto ciò che possa incidere su questi fattori. Il sistema di frenata, tutti i dispositivi di segnalazione, i pneumatici e il motore, ognuno di questi elementi in fase di revisione viene monitorato e ogni valore dei test deve rientrare in uno specifico range.

Quando va fatta la revisione

Secondo le disposizioni è necessario effettuare la revisione con scadenza precise. Per ogni veicolo di nuova immatricolazione la prima revisione deve essere fatta dopo 4 anni. Dopo questo primo check-up le date di revisione obbligatoria sono diverse:

  • ogni due anni per veicoli a motore (anche moto e ciclomotori) di massa inferiore a 3.5 t

  • ogni anno per veicoli che superino il peso complessivo di 3.5 t, sono compresi in questa categoria anche taxi, auto a noleggio, ambulanze e rimorchi

  • ogni auto che venga coinvolta in un incidente dovrà effettuare una revisione straordinaria prima di poter circolare di nuovo

A quanto ammontano le multe per chi non rispetta le scadenze

Se venite fermati e non siete in regola con la revisione annuale o biennale rischiate una multa che va dai 168 euro ai 674 euro. Come per ogni sanzione pecuniaria è prevista una riduzione per chi paghi entro 5 giorni la multa.

Le ripercussioni in questo caso non riguardano solo l’aspetto economico, infatti la polizia o chi dovesse effettuare il controllo potrà sospendere il vostro libretto di circolazione fino a che non sarà fatta la revisione. Questo provvedimento vi impedirà di circolare con la vostra macchina.

Se doveste essere ribeccati per le strade le sanzioni diventerebbero ancora più pesanti e si potrebbe anche arrivare al sequestro del veicolo e la multa raddoppia di valore. Per coloro che sono fermati in autostrada scatta immediatamente il blocco del mezzo.

In ogni caso una volta ricevuta la sanzione avrete solo la possibilità di recarvi presso l’officina preposta alla revisione.

Revisione scaduta, periodo di tolleranza

No, non è previsto alcun periodo di tolleranza. Se la revisione è scaduta dovrete fermare l’auto in garage e potrete solo andare al centro presso cui effettuare il controllo. La data di scadenza non è però così tassativa. Se ad esempio il vostro veicolo è stato immatricolato il 19 Agosto avrete tempo fino al 30 Agosto per fare la revisione.

Dal 1° Settembre però se sarete fermati e non provvederete immediatamente a portare l’auto in officina scattano le sanzioni. La revisione dovrà essere fatta o alla Motorizzazione o in una delle officine autorizzate, controllate quindi quale sia la soluzione più comoda per voi. Sul sito del Ministero dei Trasporti è disponibile un elenco completo dei centri convenzionati e si potrà prendere un appuntamento, in modo da ridurre al minimo i tempi d’attesa.

I costi della revisione non subiscono variazioni regionali e i controlli da fare si possono effettuare presso la Motorizzazione o le officine autorizzate. Rivolgendosi alla Motorizzazione il costo dell’operazione sarà di 45 euro, nei centri invece si arriva più o meno a 65 euro di spesa.

Se non passo la revisione cosa succede? E se falsifico i documenti?

Questo test del veicolo non è un pro forma. È un vero e proprio esame per verificare che ogni sistema sia sicuro ed efficiente. Se la vostra auto non dovesse passare i test previsti non potrà circolare. Avrete un mese di tempo per ripetere il controllo dopo avere fatto aggiustare ciò che non andava.

Oppure la vostra vettura sarà sospesa dalla circolazione in attesa di una nuova revisione. Se nel primo caso potrete circolare, nel secondo se sarete fermati rischiate una multa tra i 2.000 euro e i 7.770 euro. Essere fermati con un veicolo sospese prevede anche il blocco amministrativo per 3 mesi dell’auto. Per i trasgressori recidivi questo tipo di violazione può portare alla confisca da parte delle autorità giudiziarie dell’auto.

L’ammenda per gli automobilisti sarà tra i 338 euro e 1.360 euro circa se saranno colti a reiterare il reato. Se il vostro veicolo quindi sarà fermato più volte senza la dovuta documentazione di revisione. Si rischia infine una multa fino a circa 1.700 euro se la Polizia o l’autorità preposta al controllo dovesse fermarvi e scoprire che avete un tagliando di revisione falso. Oltre alla sanzione vi sarà anche ritirata il Libretto di circolazione della vettura.

Revisioni veicolo d’epoca e altri casi particolari

Ci sono delle disposizioni precise anche rispetto ai controlli su auto e moto d’epoca e sulle vetture straniere. Per i veicoli d’epoca il periodo della revisione è di due anni. Per queste vetture restano in vigore le stesse disposizioni valide per auto e modo:

  • non si può circolare senza revisione

  • entro la fine del mese di scadenza si deve regolarizzare la revisione

  • si rischiano le stesse sanzioni pecuniarie e amministrative

Le vetture italiane che si rechino all’estero dovranno assicurarsi di aver provveduto per tempo alla revisione. Se infatti il termine scadrà prima del vostro rientro e qualcuno dovesse bloccarvi per un controllo durante il viaggio di ritorno sarete passibili di multa.

La revisione va effettuata nel Paese in cui il veicolo è stato immatricolato, non potrete quindi rivolgersi ad officine all’estero per regolarizzare la posizione. E se anche faceste controllare ogni sistema dovreste poi ripetere l’operazione nei centri autorizzati, solo loro infatti potranno rilasciarvi la documentazione necessaria.

Polizza auto e revisione scaduta, chi paga?

Oltre alle sanzioni amministrative andare in giro con il proprio veicolo senza aver fatto la revisione può costarvi parecchio. In caso di incidente infatti la polizza assicurativa dell’auto non vi rimborserà alcuna spesa se la documentazione dell’auto non sarà in regola.

Ormai quasi tutte le polizze infatti prevedono il diritto di rivalsa per la società nel caso in cui non siano rispettate le prescrizioni del Codice della Strada: bollo, revisione e rc auto.

Revisione scaduta cosa c’è da sapere

Ecco un riassunto delle informazioni più importanti da conoscere sulla revisione dei veicoli:

  • data di scadenza – annuale o biennale, in ogni caso va fatta entro la fine del mese in cui è stata effettuata l’ultima revisione

  • per la prima revisione il termine è di 4 anni dalla data di immatricolazione

  • revisione da effettuare presso la Motorizzazione al costo di 45 euro o nelle officine autorizzate (65 euro)

  • il foglio di prenotazione della revisione non è valido per circolare oltre il termine della fine del mese

  • multe da 159 euro fino a più di 7 mila euro, a seconda della gravità delle infrazioni e del numero di volte che si viene fermati e non si ha la documentazione in regola

  • previsti anche blocchi amministrativi, sospensione della circolazione e del Libretto

  • se non si rispettano le prescrizioni del Codice della strada in caso di incidente la polizza non vi rimborserà dei danni subiti

Se avete timore di dimenticare la data di scadenza il Ministero dei Trasporti tramite il Portale dell’Automobilista ha attivato un servizio di promemoria via sms o email. Dovrete registrarvi e indicare i dati della vostra patente e della revisione e poi riceverete in automatico il messaggio di notifica.

 

 

Assicurazioni per bici elettriche e non: quanto costa e cosa copre

Il Decreto Rilancio, insieme alle altre misure di sostegno al reddito e di supporto per imprese e lavoratori, introdurrà anche il bonus per l'acquisto di biciclette elettriche, monopattini, segway e hoverboard. Ecco cosa dovete sapere sull'rc per le bici elettriche, i dettagli su costi e coperture in questa guida

Assicurazione auto gratis per immigrati: realtà o fake news?

L'ennesima fake news, che risale addirittura al 2016, che ogni tanto torna a farsi spazio tra la cronaca, strumentalizzata e usata per suscitare indignazione di massa: ecco cosa c'è di vero a proposito della bufala sull'assicurazione auto gratis per i migranti.

Bonus Vacanza 2020 come richiederlo e a chi spetta

L'emergenza sanitaria entra in una nuova fase, si tenta una ripartenza e iniziano le prove per una nuova normalità. In due conferenze ravvicinate il premier Conte ha annunciato le misure del Decreto Rilancio e le nuove regole su spostamenti e aperture dei negozi. In questa guida ci concentriamo in particolare sulle novità in merito al bonus vacanze, come richiederlo e a chi spetta questo contributo
Scopri il prezzo della tua polizza
  • 1 Inserisci i tuoi dati una sola volta
  • 2 Confronta più preventivi contemporaneamente
  • 3 Acquista online e risparmia fino a 500€
Hai già calcolato un preventivo con SosTariffe.it?
Recupera preventivi »