È possibile assicurare un'auto non di proprietà?


L’assicurazione RC auto è una delle spese che incidono maggiormente sul budget annuale delle famiglie italiane, abituate da sempre a possedere più di una macchina in casa. Nel momento in cui si acquista un nuovo veicolo, la prima cosa da fare - in quanto obbligatoria per poter circolare o sostare su strade pubbliche- è quella di stipulare un’assicurazione auto che garantisca una copertura di Responsabilità Civile. 

assicurare auto non di proprietà

A questo punto, è possibile scegliere a quale persona far sottoscrivere l’assicurazione auto, tenendo conto che contraente e assicurato sono due persone diverse. Il contraente è, infatti, la persona che è tenuta a pagare il premio dell’assicurazione, mentre l’assicurato è la persona che riceve l’indennizzo assicurativo in caso di incidente.

In base a quanto detto, è logico chiedersi se sia possibile assicurare un’auto a una persona diversa dal proprietario. Quali sono, inoltre, i motivi per i quali si dovrebbe procedere in tal senso e quali le motivazioni in base alle quali non si tratta di una scelta del tutto conveniente? Vediamo di seguito cosa dice la Legge in merito.

Assicurare un’auto non di proprietà è legale

La legge non vieta la possibilità di assicurare il proprio veicolo a una persona che non sia il diretto proprietario. Nell’articolo 1891 del Codice Civile viene ribadita la differenza esistente fra la persona che sottoscrive il contratto assicurativo – ovvero il contraente – e la persona alla quale spettano i diritti derivanti dal contratto - ovvero l’assicurato.

In tale articolo si legge infatti che “Se l’assicurazione è stipulata per conto altrui o per conto di chi spetta, il contraente deve adempiere gli obblighi derivanti dal contratto, salvi quelli che per loro natura non possono essere adempiuti che dall’assicurato. I diritti derivanti dal contratto spettano all’assicurato, e il contraente, anche se in possesso della polizza, non può farli valere senza espresso consenso dell’assicurato medesimo”.

In passato la pratica di intestare l’assicurazione auto a una persona che non ne fosse il diretto proprietario era molto diffusa, ma con l’introduzione della legge Bersani nel 2007 tanto è cambiato sul fronte assicurazioni. Vediamo di seguito quali sono i motivi per i quali assicurare un’auto non di proprietà aveva i suoi vantaggi e quelli per i quali non è più una scelta così conveniente.

Assicurare un’auto non di proprietà: perché farlo

Come abbiamo visto, è possibile assicurare un’auto non di propria proprietà. Il contraente della polizza ed il proprietario del veicolo possono essere due soggetti differenti. È importante sottolineare, però, che il calcolo del premio assicurativo, a differenza di quanto erroneamente credono alcuni, viene effettuando considerando la classe di merito del proprietario del veicolo e non quella del contraente della polizza.

In sostanza, il proprietario del veicolo non potrà ottenere un risparmio sul premio facendo sottoscrivere la polizza assicurativa ad un soggetto terzo. Il vantaggio di questa pratica lo si registra nel caso contrario, ovvero quando il proprietario del veicolo con un’ottima classe di merito presta il mezzo ad un conducente con un attestato di rischio meno vantaggiose. Il conducente può scegliere la polizza che preferisce, diventando il contraente, e registrare un premio assicurativo più basso.

In questo modo, inoltre, è possibile beneficiare di un ulteriore vantaggio rappresentato dal risparmio sul passaggio di proprietà. Questo scenario non è raro quando il “prestito” del veicolo avviene tra familiari senza, quindi, la necessità di dover affrontare la procedura burocratica rappresentata dal passaggio di proprietà che comporta dei costi extra.

È importante sottolineare, inoltre, che non tutte le compagnie assicurative consentono di attivare una polizza per un veicolo di proprietà di un soggetto terzo. In linea di massima, potrebbero esserci delle limitazioni che vanno verificate prima di procedere con la sottoscrizione del contratto.  

I benefici della Legge Bersani

La legge Bersani è stata la prima grande rivoluzione dal punto di vista normativo sul piano RC auto che ha permesso alle famiglie di avere accesso a un risparmio effettivo sull’assicurazione. Grazie alla legge Bersani è infatti possibile trasferire la classe di merito più favorevole fra quelle presenti nello stesso nucleo familiare alla persona che acquista un nuovo veicolo (anche usato), appartenente alla stessa tipologia.

Un figlio che ha appena compiuto 18 anni, al quale è stata regalata una macchina, può quindi sottoscrivere una polizza RC auto avendo accesso alla stessa classe di merito del padre o della madre. In questo modo, è possibile attivare un contratto assicurativo sfruttando una classe di merito decisamente più favorevole. Quest’aspetto si traduce in un notevole risparmio sul premio assicurativo rispetto a quanto si pagherebbe senza sfruttare questa legge.

La nuova RC auto familiare

Un’altra novità che permetterà di risparmiare ancor di più sui costi dell’assicurazione auto è la nuova RC auto familiare. Nella pratica, si tratta di un’estensione della legge Bersani in quanto:

  • permette di ereditare la classe di merito più vantaggiosa fra quelle appartenenti allo stesso nucleo familiare, sia per le nuove assicurazioni sia per quelle in rinnovo;
  • potrà essere applicata a tutti i veicoli, non solo a quelli che appartengono alla stessa categoria. Potrà, quindi, essere trasferita da auto a moto, o viceversa.

Assicurare un’auto non di proprietà: risparmiare con la comparazione online

Oltre alla possibilità di sfruttare le Leggi esistenti per risparmiare sulla polizza RC auto, un’altra opportunità sicura di risparmio è rappresentata dalla comparazione online. Confrontando i preventivi, tutti calcolati in base ai propri dati, è possibile individuare le soluzioni più convenienti per poter attivare una polizza ad un prezzo contenuto.

Per poter individuare le migliori soluzioni a disposizione per assicurare il proprio veicolo è possibile consultare il comparatore di SOStariffe.it per assicurazioni auto, disponibile anche su dispositivi mobili, tramite l’App di SOStariffe.it per Android e iOS. Inserendo una sola volta i propri dati ed i dati del veicolo da assicurare, la comparazione consente di accedere a numerosi preventivi.

Sfruttando il confronto online, è possibile verificare le soluzioni più convenienti per la copertura RC Auto. Da notare, inoltre, la possibilità di individuare anche le migliori garanzie accessorie al fine di attivare un pacchetto di coperture completo e massimizzare la convenienza della polizza.

Esenzione bollo auto 2021: a chi spetta

Nelle ultime settimane si è parlato con una certa insistenza di esenzione dal pagamento del bollo auto 2021. La tassa automobilistica, come previsto dalla normativa, è dovuta ogni anno da chi possiede un veicolo, a prescindere dal suo effettivo utilizzo. Ecco tutto quello che c'è da sapere in merito all'esenzione del bollo auto 2021 ed alle proroghe sulle scadenze dei pagamenti previsti su base regionale come stabilito da alcune Regioni.

Preventivi polizze auto 2021: le migliori assicurazioni di Febbraio 2021

Trovare un'assicurazione per la vettura che sia conveniente e copra al meglio il vostro veicolo può essere un'impresa, per poter rendere più semplice questa ricerca ci si può affidare ad un confronto online dei preventivi delle polizze auto. In questa guida vedremo come individuare le migliori assicurazioni auto e scegliere la più conveniente

Auto vecchie: chi paga il bollo?

Il bollo auto è il nome comune della tassa automobilistica dovuta ogni anno per il possesso di un determinato veicolo. Si tratta, quindi, di uno dei principali "costi fissi" per i proprietari di auto e moto e deve essere tenuto in considerazione nella valutazione dei costi di mantenimento del veicolo. Non tutte le auto devono pagare il bollo o devono pagare la tassa per intero. La normativa prevede, infatti, condizioni agevolate per il bollo delle auto "vecchie". Ecco tutto quello che c'è da sapere.
Scopri il prezzo della tua polizza
  • 1 Inserisci i tuoi dati una sola volta
  • 2 Confronta più preventivi contemporaneamente
  • 3 Acquista online e risparmia fino a 500€
Hai già calcolato un preventivo con SosTariffe.it?
Recupera preventivi »