Come ricaricare Hype


Hype è una carta conto sviluppata da Banca Sella che porta agli utenti tutte le funzionalità di questo tipo di strumento. oggi molto popolare per la sua facilità dei gestione, per il controllo tramite app su smartphone, per gli alti standard di sicurezza e per le caratteristiche uniche, dal cashback allo scambio di denaro in tempo reale. Per questo, la carta conto può essere a tutti gli effetti un ottimo sostituto del conto corrente classico, o fungere da appoggio per maggior flessibilità. Ma come si ricarica questa carta conto? Vediamolo insieme.

 

La differenza tra i vari piani Hype

Non esiste una sola carta Hype, ma ben tre piani diversi a seconda delle proprie esigenze. Hype Start è la versione gratuita, Hype Plus quella da 1 euro al mese e Hype Premium è il conto da 9,90 euro al mese.

Le principali differenze tra Hype Start e Hype Plus è che con il secondo piano si hanno limiti di ricarica annuale più alti, è possibile accreditare lo stipendio e accedere a Hype su PC; Hype Premium rimuove tutti i limiti di ricarica e in più offre funzionalità aggiuntive come le polizze assicurative e l’assistenza prioritaria.

Carta Conto

Quanto è possibile ricaricare con Hype

L’avvaloramento massimo annuo o plafond è la misura di quanto è possibile ricaricare una carta Hype in un anno, ed è differente a seconda del piano che si sceglie.

  • Hype Start: 2.500 euro.

  • Hype Plus: 50.000 euro.

  • Hype Premium: illimitato.

Le somme spese non fanno scendere la quota dell’avvaloramento, ma i limiti indicati comunque non riguardano la spesa totale: è possibile infatti spendere tutto quello che è stato ricaricato in precedenza. Per controllare l’avanzamento dell’avvaloramento annuo e quindi sapere quanto è possibile ricaricare la propria carta basta fare tap sui tre pallini in basso a destra nella schermata principale e visualizzare così la barra di avanzamento.

Più nel dettaglio, i limiti periodici sono i seguenti:

  • Hype Start: massimo 1.000 euro di ricarica al giorno e 2.500 in un mese o in un anno, per un massimo saldo disponibile di 2.500 euro;

  • Hype Plus: massimo 10.000 euro di ricarica al giorno, 20.000 euro in un mese e 50.000 euro in un anno;

  • Hype Premium: ricarica illimitata sia giornaliera che mensile e annuale.

Come si ricarica Hype

Esistono diversi modi per ricaricare la propria carta Hype, a seconda delle proprie preferenze e possibilità:

  • bonifico

  • carte di pagamento

  • ricarica da ATM

  • contanti

  • richiesta di denaro ad altri hypers

Ricaricare Hype tramite bonifico

Si tratta del metodo più tradizionale per trasferire denaro da un qualsiasi conto corrente a Hype: basta condividere le proprie coordinate IBAN e la carta si comporta esattamente come un normale conto, anche con accredito immediato se si sceglie il bonifico istantaneo.

Per trovare l’IBAN dall’app, è necessario fare tap sul bottone con il + nella schermata principale, accanto a “Puoi spendere”. In seguito nella sezione “Ricarica Hype” si seleziona “Con bonifico” e si visualizzerà una pagina con il codice IBAN e altre informazioni, pronte per essere condivise.

Tramite bonifico, con Hype Start è possibile ricevere al massimo 1.000 euro con una singola operazione, cifra che è anche il massimo accreditabile in una singola giornata. Con Hype Plus, invece, è possibile ricevere al massimo 4.990 euro con un singolo bonifico e 10.000 euro in una giornata. Non ci sono limiti per Hype Premium.

Da ricordare che non è possibile, con Hype, ricevere bonifici in una valuta diversa dall’estero, mentre non ci sono problemi per i bonifici disposti dall’estero in Euro. La ricarica mediante bonifico non ha costi di commissione.

Ricaricare Hype tramite carte di pagamento

All’interno dell’app di Hype è possibile memorizzare fino a 5 carte di pagamento, che possono essere utilizzate quando si vuole per ricaricare Hype all’istante.

Per collegare una carta di pagamento a Hype, basta fare tap sul bottone con il + nella schermata principale, accanto a “Puoi spendere”; da qui si accede alla sezione “Ricarica Hype”, dove si dovrà fare tap sulla voce “Con altra carta”.

A questo punto si preme il tasto in alto a destra con il + e si inizia il collegamento con la carta, inserendo i dati nella schermata successiva (nome, numero, data di scadenza, CVV). L’app di Hype verificherà che la carta abbia il protocollo 3D Secure attivo su due schermate consecutive, e poi verrà infine comunicato l’avvenuto collegamento.

Una volta che la carta è stata collegata, si può tornare alla sezione “Con altra carta”, fare tap sulla carta collegata e scegliere comodamente l’importo che si vuole trasferire. L’accredito è immediato, e il costo della ricarica è il seguente:

  • 0,90 euro per ogni singola operazione per i clienti Hype Start

  • gratis (fino al 30/6/2020) per i clienti Hype Plus; dal 30/6/2020, i clienti Hype Plus avranno a disposizione 3 ricariche gratuite da altra carta ogni mese

  • gratis per sempre per i clienti Hype Premium, che potranno utilizzare questa modalità senza alcun limite.

Affinché una carta di pagamento possa essere accettata per il collegamento in app Hype, è necessario che:

  • appartenga al circuito VISA o MasterCard;

  • sia stata emessa in Italia;

  • non si aziendale o business;

  • abba il protocollo 3D Secure attivo.

La ricarica massima giornaliera con carta è di 250 euro per Hype Start e Hype Plus, 500 euro per Hype Premium.

Ricaricare Hype tramite ATM

Se si possiede una carta Pagobancomat relativa a un altro conto e si preferisce utilizzare uno sportello ATM rispetto alle altre modalità di ricarica, basta cercarne uno evoluto del circuito QuiMultiBanca: da qui sarà possibile utilizzare la prima carta per ricaricare Hype.

Trovato l’ATM, bisogna inserire la carta Pagobancomat e selezionare la voce “Ricarica prepagata” nel menu principale. A questo punto verrà chiesto di inserire il numero della carta Hype e, nella schermata successiva, il codice PIN della carta Pagobancomat (non quella di Hype!). Ora basterà scegliere il taglio della ricarica.

Gli ATM del circuito QuiMultiBanca sono riconoscibili dall’adesivo, ma comunque sul sito di Hype si può trovare la lista di banche che vi aderiscono (da Banca Sella al Credito Siciliano, dalla Banca Popolare di Milano a Barclays ecc.).

Ricaricare Hype con i contanti

Qualora si abbiano contanti a disposizione e si voglia riversare la somma su Hype, è sufficiente cercare uno dei punti vendita abilitati al servizio, che si occuperanno di fare il trasferimento. Questi sono:

  • supermercati

  • filiali Banca Sella

  • esercizi convenzionati Banca 5

Si possono trovare gli indirizzi dei supermercati direttamente dall’homepage di Hype. Una volta individuato il punto vendita, basta selezionare l’opzione “In contanti” all’interno della sezione “Ricarica Hype”, scegliere l’importo che si vuole ricaricare, generare il codice a barre e mostrarlo alla cassa. L’importo sarà subito disponibile sul conto Hype.

Per quanto riguarda la ricarica da contanti nelle filiali Banca Sella, è sufficiente recarsi allo sportello e chiedere all’operatore un bonifico per contanti fornendo il codice IBAN della propria carta Hype.

La ricarica in contanti con questi due metodi ha un costo di 2,50 euro per Hype Start, di 2 euro per Hype Plus e di 1,60 euro per Hype Premium.

Infine ci sono gli esercizi convenzionati Banca 5: anche in questo caso, tutto quello che il correntista deve fare è chiedere al negoziante o tabaccaio un bonifico per contanti, fornendo il proprio codice IBAN. In questo caso, l’operazione ha una commissione di 3,50 euro e il tempo di accredito è di 1-2 giorni lavorativi.

Con la ricarica in contanti, l’ammontare minimo è di 20 euro per tutti e tre i piani, quello massimo di 150 euro per singola ricarica (fino a un massimo di 200 euro al giorno) per Hype Start, 250 euro per singola ricarica (fino a un massimo di 500 euro al giorno per Hype Plus e per Hype Premium. I

In anno, è possibile ricaricare Hype Start da contanti per un massimo di 1.000 euro; per Hype Plus il limite è di 6.000 euro, di 15.000 euro infine per Hype Premium.

Ricaricare Hype con denaro da altri hypers

Una delle funzionalità più apprezzate di Hype è la possibilità di scambiare denaro in modo istantaneo, come un messaggio. Per farlo è sufficiente conoscere l’indirizzo email o il numero di cellulare di un altro utente Hype: in questo modo si può richiedere denaro e farsi accreditare una somma sul proprio conto, ad esempio per il saldo di un debito, per la divisione di una spesa in comune e così via.

Per richiedere denaro a un altro utente Hype bisogna fare tap sull’icona al centro della barra in fondo nella schermata principale dell’app; nella pagina tutta viola che verrà visualizzata, si sceglie l’opzione “Richiedi denaro” e verrà aperta la rubrica dell’utente. Trovato il nome dell’amico iscritto a Hype, si fa tap sul suo nome e si impostano i dettaglio della transazione: è possibile sia richiedere una somma a un solo contatto oppure dividerla tra più contatti (ad esempio per il pagamento di una cena fuori; in questo caso bisogna selezionare il pulsante “Dividi importo”).

Una volta confermata la transazione, all’amico arriverà una notifica push sullo srmartphone; per finalizzare il trasferimento di denaro basta fare tap su “Accetta richiesta”. La richiesta di denaro tramite questa modalità ha una scadenza di dieci giorni, passati i quali sparisce dalla lista movimenti del ricevente.

La ricarica da altro hyper non ha costi.

Conti correnti con carta di credito: le migliori offerte di Luglio 2020

Una classifica delle migliori condizioni proposte dalle banche, online e tradizionali, per aprire un conto corrente e di richiedere una carta di credito associata a questo prodotto. Le carte possono essere gratuite o con dei canoni mensili, ecco quali sono le offerte più convenienti a Luglio

Bonus POS: come richiederlo e trasformare le commissioni in credito d'Imposta

Il bonus POS è un'agevolazione che entrerà in vigore a partire dal 1° luglio 2020 e che potrà essere utilizzata per trasformare le commissioni dei pagamenti elettronici in credito d'imposta. Ecco come funzionerà, come fare a richiederlo e quali sono le conseguenze nel caso di mancato rispetto della nuova norma in vigore.

Carta prepagata aziendale senza conto corrente: le offerte di Giugno 2020

La scelta di carte di pagamento e conti in ambito aziendale acquisisce un'importanza fondamentale per la corretta gestione delle risorse a propria disposizione. E' importante analizzare le proprie esigenze ed individuare il prodotto più in linea con quelle che sono le necessità del proprio business. Tra le opzioni di maggior rilievo troviamo la carta prepagata aziendale senza conto corrente che può rappresentare un buon modo per effettuare pagamenti e gestire il denaro durante l'attività lavorativa. Ecco le migliori offerte di giugno 2020.