Come effettuare ricarica postepay con bancomat?


La PostePay è una carta prepagata, ovvero una particolare tipologia di carta di pagamento che potrà essere utilizzata per gli acquisti online e presso uno store fisico. 

postepay

Si caratterizza per il suo bassissimo costo di gestione, per il fatto che viene spesso utilizzata anche da soggetti minorenni per la facilità di utilizzo che la contraddistingue e per la possibilità di poter essere ricaricata in qualsiasi momento. 

Tra le diverse modalità che permettono di ricaricare una carta prepagata, troviamo anche il Bancomat: vediamo di seguito qual è il funzionamento di questa procedura e se ci sono eventuali costi da sostenere. 

Ricaricare una carta PostePay presso uno sportello Bancomat

La Postepay rappresenta una delle carte prepate più note in Italia, particolarmente apprezzata per la facilità con la quale potrà non solo essere richiesta, ma anche uilizzata. Bastano pochi euro per averne una, recandosi presso qualsiasi sportello postale collocato sul territorio nazionale. 

La ricarica con Bancomat rappresenta una della modalità con cui poter ricaricare questa carta, ma non è la sola tra quelle disponibili. Come funziona questa tipologia di ricarica?

Intanto, una prima informazione davvero significativa su questa opzione di  ricarica consiste nel fatto che la si potrà effettuare in orari diversi rispetto a quelli previsti da un ufficio postale o una tabaccheria, in quanto gli sportelli automatici (erroneamente chiamati Bancomat) sono disponibili h24 e in qualsiasi giorno, compresi i festivi. 

Utilizzando uno sportello ATM sarà possibile ricaricare la propria carta PostePay tramite l'utilizzo di un’altra carta di pagamento. Potrebbe trattarsi:

  • di un’altra carta PostePay;
  • di una carta di debito Bancoposta;
  • di una qualsiasi carta di pagamento aderente ai circuiti Visa, Visa Electron, Vpay, MasterCard e Maestro.

La commissione prevista nei tre casi citati sarebbe rispettivamente pari a 1 euro, 2 euro, oppure 3 euro. Per ricaricare la carta PostePay con il Bancomat sarà sufficiente inserire una carta di pagamento nell’apposita fessura e i dati richiesti subito dopo.

Come ricaricare una Postepay: tutti i metodi disponibili

Ci sono diversi altri metodi attraverso i quali sarà possibile ricaricare la propria carta PostePay. Il più economico consiste nel recarsi presso un ufficio postale: in questo caso la ricarica avrà il costo di 1 solo euro. 

In alternativa, ci si potrà recare presso le ricevitorie Sisal, dove spesso le commissioni sulla ricarica sono almeno pari a 2 euro, anche se rispetto allA posta la fila è davvero molto ridotta. 

La ricarica sarà poissibile anche:

  • direttamente online,tramite poste.it o postepay.it con addebito su Bancoposta o su altra carta Postepay;
  • a domicilio: in questo caso si dovrà richiedere il servizio al portalettere abilitato della zona;
  • tramite App, scaticando gratuitamente sul proprio smartphone le App Postepay e PosteMobile.

Per quanto riguarda il pagamento online, sui siti poste.it e da postepay.it, la ricarica potrà avvenire:

  • con addebito su conto BancoPosta tramite il servizio di home banking - BancoPosta online;
  • trasferendo denaro da una carta PostePay nominativa ad un'altra;
  • dalla propria area riservata postepay.it e da App PostePay anche con una carta di pagamento aderente al circuito Visa, Visa Electron, VPay e MasterCard.

PostePay potrà anche essere ricaricata tramite un conto corrente appartenente a una banca del gruppo BPM o WeBank, presso le tabaccherie convenzionate, oppure con un’altra carta PayPal. L’importo della ricarica si riceverà in pochi minuti. 

Come funziona la ricarica automatica

PostePay offre ai propri clienti anche la possibilità di poter attivare la ricarica automatica. Ci sono due differenti tipologie di ricarica tra le quali scegliere:

  • la ricarica a tempo, la quale potrà essere ogni settimana, ogni quindici giorni, ogni mese;
  • la ricarica a soglia, la quale si attiva in automatico tutte le volte in cui il saldo disponibile sulla propria carta scende al di sotto di un importo che potrà essere scelto in autonomia. 

In questa ipotesi, si dovrà pagare:

  • un canone di 1 euro, nel caso delle ricariche addebitate sulla carta prepagata PostePay o sul conto BancoPosta;
  • un importo di 2 euro, nel caso di ricariche addebitate sulla carta di pagamento di un altro Istituto.

Non sono invece previsti costi per le singole ricariche effettuate automaticamente all’interno della ricorrenza scelta. 

Il servizio di ricarica automatica potrà essere attivato:

  • tramite l’utilizzo dell’App Postepay e da postepay.it, per le ricariche automatiche addebitate su carta PostePay o carta di pagamento di altri istituti;
  • tramite l’utilizzo dell’App BancoPosta e da poste.it, per le ricariche automatiche addebitate su Conto BancoPosta.

Come ricaricare una Postepay da un conto corrente bancario

Abbiamo detto che una delle possibilità attraverso le quali sarà possibile ricaricare una carta PostePay online è il conto corrente bancario. Qual è la procedura da seguire in questo caso? Nel caso di carta dotato di IBAN, quale per esempio PostePay Evolution, sarà possibile effettuare un bonifico direttamente sulla carta. 

Per farlo, sarà sufficiente accedere alla propria area personale da PC o da smartphone, accedere alla sezione bonifici e inserire i seguenti dati:

  • l’IBAN che è riportato nella parte anteriore della carta PostePay Evolution;
  • l’importo che si vuole bonificare;
  • la data di esecuzione;
  • la causale del bonifico. 

Se non si fosse abituati a effettuare un bonifico con i servizi di Internet o mobile bankin, sarà comunque possibile recarsi fisicamente in banca al fine di completare l’operazione. Con questa tipologia di ricarica non ci saranno tempi o costi fissi in quanto:

  • i tempi saranno quelli stabiliti dalla banca: l’accredito di un bonifico avviene in genere tra le 24 e le 48 ore successive;
  • il costo dipende dal sinolo istituto di credito: nel caso dei bonifici online sarà praticamente a costo zero. 

Come la PostePay normale, anche la PostePay Evolution potrà essere ricaricata online, tramite un conto BancoPosta. 

La procedura per effettuare la ricarica è la seguente:

  • si dovrà andare sul sito ufficiale di BancoPosta ed effettuare l’accesso al proprio account;
  • dopo essere entrati sul proprio conto, si dovrà scegliere l’opzione per ricaricare la propria PostePay e selezionare l’addebito su BancoPosta, all’interno del metodo di pagamento.
  • si dovrà poi inserire il numero della carta PostePay che si ha intenzione di ricaricare e cliccare sul pulsante per perfezionare l’azione.

Infine, dovrà essere inserito il nome dell’intestatario e l’importo esatto della ricarica, cliccare su Continua, poi su Esegui e su Esegui il pagamento per completare così la procedura di ricarica della PostePay.

Come fare una ricarica PostePay in tabaccheria?

Uno dei metodi che abbiamo citato e con il quale è possibile ricaricare la PostePay consiste nella ricarica presso una tabaccheria convenzionata: solitamente sono quelle che hanno aderito al circuito Banca ITB.

Si potrà ricaricare non solo la propria carta PostePay, ma anche quella intestata a un amico o a un parente. In questo caso si dovrà mostrare il codice fiscale del titolare della carta di pagamento in questione.

Per fare una ricarica in una delle tabaccheria convenzionate con Banca ITB, disponbilie al costo di 2 euro, si dovrà andare in tabaccheria fornendo:

  • nome e cognome;
  • il proprio codice fiscale;
  • il numero di carta composto da un totale di 16 cifre. 

Un’informazione rilevante che riguarda la ricarica PostePay in tabaccheria riguarda il limite massimo che potrà essere ricaricato, il quale ammonta a 997,99 euro.

Sul sito Poste.it si legge a proposito della ricarica e delle relative commissioni:

Le ricariche possono essere effettuate esclusivamente in contanti fino a un importo massimo, per singola giornata, di 997,99 euro (esclusa la commissione di ricarica), e comunque non oltre i limiti del plafond massimo disponibile di ricarica della carta. La ricarica può essere eseguita anche da un soggetto diverso dal titolare. La commissione per ogni operazione di ricarica è di 2 euro.

Quali sono le caratteristiche della carta Postepay

Ci sono differenti tipologie di carta PostePay che si possono sottoscrivere. In particolare, si tratta di ben 9 prodotti, diversi tra loro per costi e caratteristiche. Analizziamoli di seguito. 

La prima carta è Postepay Connect, la quale si contraddistingue per:

  • Postepay Connect Back, che comprende la Carta Postepay Evolution al costo di 12 euro l’anno e SIM PosteMobile con 100 Giga e minuti e SMS senza limiti al costo di 10 euro al mese;
  • funzionalità di cashback, fino a 4 euro al mese di sconto in cashback sulla Carta Postepay Evolution per i giga non consumati;
  • i pagamenti online o contactless con Google Pa

Postepay Evolution è la carta con la quale sarà possibile accreditare lo stipendio o la pensione direttamente sulla propria carta, che dispone della presenza dell’IBAN. Ha un costo di 12 euro e permette di:

  • ricevere bonifici;
  • domiciliare le utenze e pagare i bollettini;
  • pagare contactless o online utilizzando il tuo smartphone Android con Google Pay.

Postepay Digital potrà essere richiesta tramite l’app Postepay e avrà costo di emissione pari a zero fino al 31 dicembre 2021. Si tratta di una carta digitale che potrà essere utilizzata online e nei negozi tramite Google Pay e Codice Postepay.

Postepay PUNTOLIS è una carta con canone annuo pari a 12 euro con la quale è possibile:

  • accreditare lo stipendio o la pensione sulla carta ed effettua bonifici, grazie all’IBAN;
  • ricaricare la carta presso le tabaccherie PUNTOLIS abilitate al servizio;
  • domiciliare le utenze e pagare i bollettini;
  • pagare in sicurezza in Italia, all'estero e online

Postepay Standard ha un costo di emisisone di 10 euro e permette di:

  • fare shopping in Italia e all'estero, e sui siti internet convenzionati VISA;
  • prelevare denaro contante presso gli sportelli ATM Postamat e bancari.

Non sono invece previsti costi di gestione. 

Postepay Green ha un costo di 5 euro e permette di:

  • pagare con tranquillità e ricevere la paghetta dai tuoi genitori;
  • dedicarsi alle proprie passioni. 

Si tratta di una carta ricaricabile consigliata per i minorenni. 

Postepay Evolution Business è una carta che ha un costo di 12 euro, azzerabile con promozione Tandem. Si caratterzza per:

  • un plafond fino a 200.000 euro;
  • la presenza dell’IBAN;
  • la possibilità di associare alla carta un POS fisico, un Mobile POS o il servizio Postepay Codice. 

Permette di acquistare in sicurezza in Italia, all'estero e sui siti internet convenzionati MasterCard e di pagare contactless o online utilizzando il tuo smartphone Android con Google Pay.

La Carta di debito Postepay, invece, è riservata ai titolari di Conto BancoPosta e permette di parare online, autorizzarre gli acquisti in APP, usare lo smartphone per fare shopping con Google Pay o inquadrando il codice QR nei negozi convenzionati con Codice Postepay, trasferire facilmente denaro in APP Postepay grazie al P2P, acquistare i biglietti dei mezzi di trasporto, pagare la sosta sulle strisce blu o il carburante direttamente in APP Postepay

La Carta di debito Postepay Business viene invece inclusa nel conto Business Link e permette di pagare contactless e, fino a 50 euro, senza digitare il PIN.

 

Carta prepagata con IBAN: 4 proposte di Ottobre 2021

Tra le carte che puoi richiedere alla banca o agli emittenti ci sono dei prodotti molto economici e che ti offrono quasi gli stessi servizi di un conto corrente, sono le carte prepagate con IBAN. In questa guida analizzeremo le migliori offerte di Ottobre per attivare una carta conto e quali sono le funzionalità e le condizioni di queste soluzioni.

Carte di credito virtuali: le offerte di Ottobre 2021

Comode per gli acquisti online o nei negozi e sicure come i tradizionali strumenti elettronici di pagamento, le carte di credito virtuali stanno diventando popolari. Hanno le stesse funzionalità e condizioni delle carte fisiche ma puoi generarle quando ne hai bisogno o tenerle sul tuo smartphone. Scopri quali sono le migliori carte di credito virtuali che puoi attivare ad Ottobre

Plafond carta di credito: le offerte con limite più alto di Ottobre 2021

Il limite delle carte è di solito proporzionato al canone e alle caratteristiche del prodotto che decidi di attivare. Il plafond della carta di credito più comune è di 1.500/2.000 euro al mese, ci sono però soluzioni che ti consentono di avere un limite più alto o addirittura illimitato. Ecco quali sono le offerte con plafond più elevato per i clienti standard o per le famiglie