Attivazione Postepay: come attivare e iniziare a usare la nuova Postepay


Una carta di debito a canone zero che può essere gestita online e tramite l’app di Poste. Ecco come funziona e quali servizi offre la Postepay, la carta prepagata di Poste italiane, e cose si deve fare per attivarla e utilizzarla

postepay

Per acquistare la carta di debito di Poste italiane occorrono solo pochi minuti, si deve essere cittadini residenti in Italia o con un permesso di soggiorno di lunga durata. Gli utenti possono ottenere i prodotti Postepay anche se non hanno aperto un conto corrente, sono disponibili inoltre formule sia per i maggiorenni che per i minori.

Per poter attivare la propria Postepay sarà necessario scaricare l’app di Poste italiane e procedere alla registrazione di un profilo personale. La creazione dell’account richiederà che il cliente fornisca i propri dati personali e il codice fiscale (se non si possiede un codice italiano non si potranno ottenere i finanziamenti e i prodotti assicurativi di Poste).

Successivamente sarà richiesto di scegliere un nome utente, una password e una mail da associare al profilo. Il numero di telefono sarà un plus ma sarà poi obbligatorio per chi vogli utilizzare le funzioni di pagamento con smartphone o i sistemi di doppia autenticazione per aumentare la sicurezza delle carte.

Come scegliere la migliore carta di credito

Per poter conoscere le migliori offerte per attivare una carta di debito è possibile utilizzare il comparatore di SOStariffe.it. questo strumento confronta le proposte di diverse banche e organizza i risultati schematizzando le principali condizioni economiche e di utilizzo dei diversi prodotti.

La ricerca potrà essere filtrata in modo da individuare solo le carte che corrispondano alle caratteristiche che più interessano l’utente. Ad esempio, si potrà avviare un raffronto delle carte a canone zero o di quelle con codice IBAN.

I prodotti di Poste, come si attivano le Postepay

La Postepay più semplice è la Digital, ha un costo di emissione di 5 euro e il canone è spesso in promozione gratuita per i nuovi clienti. Chi sceglie questa soluzione può richiederla online o in un ufficio postale, saranno necessari il codice fiscale e il documento di identità dell’intestatario.

La carta potrà essere ricaricata dagli ATM o nei tabacchi e nei punti vendita abilitati al servizio, si potrà anche procedere dal sito di Poste italiane o scaricando l’app sul proprio cellulare. Chi ha un conto Banco Posta potrà anche effettuare la ricarica direttamente dal proprio conto corrente.

Per poter versare una somma sulla propria Postepay sarà necessario avere a portata di mano il codice della carta, il proprio documento. Si deve poi fornire il codice fiscale di chi procede alla ricarica e anche quello dell’intestatario della Postepay che si intende ricaricare. Le ricariche effettuate alle Poste o presso gli altri rivenditori fisici permetteranno l’accredito in tempo reale delle somme.

Poste ha anche introdotto la possibilità per il mittente della ricarica, se diverso dall’intestatario del prodotto, di fornire una causale con cui si giustifica l’invio del denaro al destinatario dell’accredito.

Carte Digital, costi e condizioni di attivazione

La Carta Postepay Digital ha un plafond di 30 mila euro, la singola ricarica non potrà superare i 3 mila euro. Se si possiedono più carte di Poste il tetto massimo di somme accreditabili è complessivamente di 100 mila euro, nel rispetto dei singoli limiti di ogni carta.

Le carte Digital senza IBAN avranno le seguenti caratteristiche:

  • limite massimo di prelievo 600 euro giornaliero

  • 2.500 euro al mese prelievo

  • Pagamenti con POS limite giornaliero di 3.500 euro

  • Pagamenti con POS limite mensile di 10 mila euro

  • 1 euro di commissione per i bonifici online o tramite app

  • 3, 50 euro di commissione per bonifici in ufficio postale

Se si decide di attivare una Postepay Digital si potranno operare acquisti dal proprio smartphone inserendo il codice della carta di debito. Il prodotto è infatti una Mastercard ricaricabile abilitata anche ai pagamenti con Google Pay.

Si potrà procedere ai pagamenti di bollette, F24 e altri servizi abilitati con il servizio postale, ad esempio sarà possibile pagare i bollettini e fare le ricariche telefoniche. Nei comuni in cui sono presenti i parchimetri abilitati o servizi di trasporto pubblico convenzionati si potrà effettuare i pagamenti con queste carte o con l’app di Poste italiane.

Su postepay si potrà registrare un profilo personale per controllare i movimenti della carta e per verificare il saldo o attivare servizi. Le stesse operazioni potranno essere fatte collegandosi all’APP, le credenziali saranno le stesse del sito.

La Postepay Digital senza IBAN non necessita di alcuna procedura di attivazione. Una volta che vi sarà consegnata sarà utilizzabile, essendo una carta di debito ovviamente non si potrà effettuare pagamenti o altre operazioni se non si procederà a ricaricare la carta.

La carta Digital è un prodotto virtuale, una volta completata la richiesta online si riceverà una mail di conferma e si visualizzerà la carta nell’APP. Per poter avere la carta fisica per prelevare contati dagli sportelli o presso gli uffici e per pagare nei negozi, o disporre bonifici, si dovrà inviare apposita domanda a Poste italiane.

La Postepay Evolution

Trasformando la Postepay digital in una carta con IBAN aumenteranno i servizi a vostra disposizione. La richiesta di upgrade permetterà infatti di richiedere l’accredito di stipendio o pensione sulla carta, si potranno inviare o ricevere bonifici e attivare pagamenti con domiciliazione. Il canone della carta Digital con IBAN diventa di 12 euro l’anno.

Per poter accreditare lo stipendio si dovrà fornire l’IBAN al datore di lavoro, mentre per la stessa operazione con la pensione l’intestatario dovrà compilare il Modulo di Richiesta di Accredito di Pensione INPS.

La richiesta per ottenere il passaggio da una carta senza IBAN dovrà essere fatta tramite il proprio profilo dall’App Postepay. Si dovrà cliccare sul menu “Le mie Carte” e richiedere l’evoluzione del profilo. Questo servizio consente anche di personalizzare alcune funzionalità della propria Postepay: 

  • impostare i limiti di prelievo

  • limitare l’operatività della carta alla sola "Area Europa" o abilitare l’uso in tutto il mondo

  • abilitare la carta agli acquisti online

  • o al contrario limitare l'operatività a singole categorie di prodotti

  • attivare o disattivare la funzionalità contactless

L’abilitazione delle Postepay

Al momento dell’acquisto della carta Postepay è necessario procedere all’abilitazione della carta tramite l’app. I passaggi da seguire per completare questo processo di sicurezza prevede che il cliente scarichi l’app sul proprio smartphone e che si colleghi al proprio profilo personale. Dopo di che dovrà selezionare la voce Abilita la tua carta in App.

Per completare gli step necessari di dovranno inserire i codici riportati dietro la Postepay, il CVV2 o CVC2 (sono i codici di sicurezza che si trovano sul retro delle prepagate e delle carte di credito). Sarà poi richiesto un codice usa e getta inviato da Poste sul numero di cellulare associato all’applicazione e alla carta.

Infine, si dovrà fornire il Codice Poste ID è un codice che serve per autorizzare tutte le operazioni dispositive effettuate da App.

Costi e commissione delle carte di debito con IBAN

Le Postepay Evolution, che sono quelle con IBAN, hanno un costo annuale di 12 euro e sono delle prepagate che consentono di operare come possessori di un conto corrente. Non sono però garantiti fidi e carte di credito. La carta potrà essere richiesta online e sarà consegnata a casa del cliente, sarà già attiva quando verrà recapitata.

I prelievi effettuati con le Postepay evolute saranno gratuiti dai bancomat di Poste, presso gli uffici postali invece si pagherà 1 euro e in altre banche 2 euro. Nei paesi stranieri, in quelli al di fuori dell’area Euro, il costo di un prelievo sarà di 5 euro. In compenso saranno gratuiti i pagamenti con POS e le ricariche dei cellulari o gli acquisti online.

L’app di Poste come si usa e a cosa serve

Con l’app si potranno monitorare in qualunque momento i movimenti giornalieri o mensili, il saldo della carta. Se si è intestatari di più carte sarà anche possibile controllarle tutto dal proprio profilo con le stesse credenziali d’accesso.

Le evoluzioni della tecnologia permettono di pagare anche i bollettini semplicemente fotografando il documento che vi è stato inviato a casa. Sulle fatture o sui bollettini in cui è presente il codice a barre o un QR Code sarà sufficiente inquadrarlo con il proprio smartphone e poi autorizzare il pagamento.

Abilitando i pagamenti tramite smartphone si potrà utilizzare la versione digitale della carta Postepay per pagare i biglietti della metropolitana o del trasporto pubblico con contactless. Lo stesso discorso vale anche per gli acquisti nei negozi che accettano i pagamenti con Google Pay.

 Gli sconti di Poste

 Chi attiva una Postepay Evolution può partecipare ad un programma di sconti speciale. Gli Sconti Poste sono delle iniziative dedicate ai titolari di carte di pagamento Banco Posta o Postepay, si tratta di un servizio gratuito e prevede delle convenzioni e degli sconti su diversi prodotti.  

Il programma che premia i clienti fedeli prevede che pagando in una serie di negozi, sia fisici che online, con le proprie carte di Poste italiane o con le versioni virtuali (ad esempio con QR Code o con i link online) sarà accreditata una percentuale di cashback degli importi pagati. L’accredito sarà effettuato sulla carta con cui è stata effettuata la transazione e la percentuale di sconto dipenderà dal negozio e dall’acquisto effettuato.

Numeri per il supporto clienti e per avere informazioni

Per ottenere assistenza e avere maggiori informazioni sulle procedure da seguire per le vostre Postepay o altri prodotti di Poste sono disponibili i centralini e gli altri canali del Servizio clienti. Il numero verde a disposizione degli utenti è l’803.160 ed è attivo dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20. Gli operatori del centralino non risponderanno durante i giorni festivi.

C’è poi un’apposita pagina sul sito di Poste, si potrà ricercare la risposta alle proprie domande nella sezione FAQ o inoltrare una specifica richiesta compilando un modulo pre-confezionato. Si dovranno fornire i dati cliente oppure i dati personali se si vuole solo ottenere informazioni ma non si è ancora acquistato un prodotto.

Se sono domande generiche o per segnalazioni di malfunzionamenti si potranno anche utilizzare i canali social: Twitter @Postespedizioni e @Webposte o Facebook. È sconsigliato usare queste pagine se si devono inviare dati personali e dati della carta sensibili.

Infine, il più classico dei mezzi di comunicazione è quello dell’invio di una lettera. L’indirizzo a cui si potrà inoltrare una missiva per Poste è Casella Postale 160, 00144 Roma (RM). Questa formula di contatto è in genere utilizzata per i reclami formali o per richieste legali, anche perché è la meno immediata.

Extra cashback Natale: come ottenere il bonus per il pagamento digitale dei regali

Il Governo ha intenzione di accelerare con il programma "cashless" per incentivare i pagamenti digitali ed elettronici in sostituzione del contante. Tra le prime novità in arrivo ci sarà il cosiddetto "extra cashback di Natale", un'iniziativa che consentirà ai cittadini italiani di ottenere un rimborso del 10% sui pagamenti con carta, o con altri strumenti elettronici, effettuati nel corso del mese di dicembre. Ecco tutte le novità sul progetto.

Carte di credito zero spese: le offerte di Novembre 2020

Qual è la migliore carta di credito a zero spese? Come è possibile averle? In questa guida analizziamo le offerte di Novembre per chi è alla ricerca di un prodotto completo e gratuito per poter operare in Italia. In dettaglio anche una panoramica delle commissioni applicate su prelievi e altre azioni

Miglior conto deposito di ottobre 2020: le offerte con i rendimenti più alti

Come far sfruttare i propri risparmi a partire dal mese di ottobre 2020 tramite la sottoscrizione di un conto deposito? Vediamo come funziona nello specifico questo strumento di investimento e quali sono le proposte di alcune banche digitali, ovvero Illimity, Widiba e Webank.