Come attivare PostePay e registrare la nuova carta o la carta rinnovata


La carta Postepay è una delle carte ricaricabili più utilizzate in Italia ed è possibile effettuare la registrazione e l'attivazione online o recandosi fisicamente all'ufficio postale. Vediamo insieme come procedere con l'attivazione Postepay nel caso di nuova carta o di carta scaduta rinnovata nel dettaglio.

Cominciamo innanzitutto con i requisiti necessari per richiedere una nuova carta Postepay:

  • residenza e residenza fiscale in Italia
  • essere maggiorenni
  • documento di identità valido
  • codice fiscale

Come attivare la Postepay

In base al tipo di carta scelto in base alle proprie esigenze è possibile scegliere una delle opzioni di attivazione PostePay fra attivazione online - tramite il sito o l’app PostePay - o attivazione in Ufficio Postale. Vediamo i dettagli:

Attivazione Postepay online

La prima strada da seguire per l’attivazione di una Postepay è quella dell’attivazione online. In questo caso, è sufficiente collegarsi al sito ufficiale (postepay.poste.it) per consultare tutte le carte di pagamento disponibili, verificarne le caratteristiche e i vantaggi, andando poi a procedere con l’attivazione online dell’opzione scelta.

Dopo aver individuato la carta Postepay da attivare sarà sufficiente cliccare su Scopri di più per verificare tutte le modalità di attivazione. Per attivare una carta tramite il sito ufficiale è necessario avere un account Poste oppure crearne uno. Seguendo la procedura, in pochi minuti, sarà possibile richiedere la carta, completando i pochi passaggi necessari e fornendo i dati necessari per il riconoscimento. Da notare che, dal sito web, è anche possibile scegliere l’opzione Richiedi con Operatore.

Questa soluzione consente di prenotare una chiamata da parte del Servizio Clienti Poste per poi completare l’attivazione della carta direttamente online. Per completare questa semplice procedura è sufficiente inserire il numero di cellulare e impostare il giorno e l’ora per il ricontatto.

Attivazione Postepay da app

Per poter ottenere una nuova carta PostePay è possibile affidarsi anche all’attivazione via app. In questo caso, è necessario installare sul proprio smartphone l’app Postepay, disponibile gratuitamente sul Google Play Store, per dispositivi Android, e sull’Apple AppStore, per iPhone e iPad. Completato il download e la successiva installazione, l’app sarà pronta all’uso.

A questo punto, direttamente dalla pagina principale dell’app Postepay è possibile avviare la procedura di attivazione. Per completare questa semplice procedura è necessario concedere all’app tutti i permessi che richiede ed avere a portata di mano un documento di identità in corso di validità oltre che il proprio codice fiscale. La procedura di attivazione della Postepay via app richiede alcuni passaggi. Basteranno però pochi minuti per completare tutti gli step necessari.

Al termine della registrazione, la carta Postepay sarà attivata in breve tempo e potrà essere utilizzata in versione digitale. Se la versione di carta attivata lo prevede, l’utente riceverà la carta fisica all’indirizzo di casa nel giro di pochi giorni. Tutte le informazioni in tal senso saranno comunicate direttamente dall’app all’utente stesso.

Attivazione Postepay presso Ufficio Postale

L’attivazione Postepay presso un Ufficio Postale è il sistema più “tradizionale” a disposizione: basta recarsi fisicamente presso un qualsiasi Ufficio Postale (non ci sono vincoli nella scelta) e, una volta allo sportello, richiedere all’addetto l’attivazione della carta Postepay desiderata.

Da notare che non tutte le carte della gamma Postepay sono compatibili con l’attivazione in Ufficio Postale. Il consiglio è di verificare sul sito web l’effettiva possibilità di attivare la carta desiderata recandosi presso un Ufficio Postale. Da notare, inoltre, che è possibile scaricare l’app Ufficio Postale per prenotare il numero e, quindi, evitare la fila.

L’intera operazione si svolge in pochi minuti. C’è un modulo da compilare, che verrà fornito direttamente dall’addetto dell’Ufficio Postale, ed è necessario completare l’identificazione mostrando un documento di identità in corso di validità. In base alla carta Postepay scelta, per l’attivazione potrebbe esserci un costo di emissione da saldare immediatamente. La carta, inoltre, sarà attiva da subito e potrà essere ricaricata direttamente allo sportello, con un versamento in contanti.

Per individuare l’Ufficio Postale più vicino alla propria posizione è possibile utilizzare l’apposita sezione del sito di Poste Italia oppure l’app Ufficio Postale.

Mappa ufficio postale più vicino

Come attivare la Postepay Evolution?

La carta Postepay Evolution è una carta conto con IBAN ed è una versione più completa della normale prepagata Postepay: permette infatti di accedere a diversi servizi tipici di un conto corrente, quali accredito dello stipendio o della pensione, disporre bonifici e domiciliare utenze e bollettini.

L'attivazione della Postepay Evolution può avvenire solo recandosi di persona in Ufficio Postale e non è possibile richiedere questa particolare versione della carta di Poste tramite il sito o l’app. Sarà inoltre necessario completare una breve procedura di registrazione compilando un modulo e fornendo un documento di identità valido. La carta Postepay Evolution sarà attiva da subito e potrà essere ricaricata anche tramite un versamento di contanti direttamente allo sportello.

Abilitazione Postepay e registrazione

Per iniziare ad utilizzare una carta Postepay appena attivata online - via app o tramite la propria Area Personale nel sito - è necessario completarne l’abilitazione per l’utilizzo dei servizi digitali.

La procedura in questione può essere effettuata tramite il sito Poste, dopo aver effettuato l’accesso con il proprio account (necessario per poter attivare una carta Postepay online) oppure tramite l’app.

Registrazione nuovo account Poste Italiane

Si tratta di una procedura di pochi passaggi che richiede l’inserimento dei dati della carta stessa. Da notare che la registrazione della carta Postepay è necessaria per l’abilitazione della stessa all’utilizzo di tutti i servizi digitali disponibili. Grazie a quest’operazione molto semplice sarà possibile utilizzare la carta in modo completo.

Se la richiesta di rilascio di una Postepay avviene in Ufficio Postale invece, non sarà necessario compiere alcuna operazione: la carta sarà disponibile ed utilizzabile da subito.

Quanto tempo ci vuole per abilitare la PostePay?

I tempi di abilitazione della carta Postepay dipendono dalla tipologia di carta e dalle modalità di emissione della stessa. Recandosi in Ufficio Postale per richiedere l’emissione di una nuova carta Postepay, ad esempio, sarà possibile beneficiare di un'abilitazione immediata della carta. Basterà seguire le indicazioni dell’addetto dell’Ufficio Postale per poter iniziare ad utilizzare subito la carta.

In caso di richiesta online della nuova Postepay, tramite l’app ufficiale, è necessario attendere che la carta venga consegnata all’indirizzo fornito dal cliente prima di poterne richiederne l’abilitazione (tramite il sito o l’app Postepay). Sono necessari alcuni giorni lavorativi prima che la carta fisica venga consegnata. Nel frattempo, però, è disponibile la versione digitale della carta che potrà essere attivata in pochi istanti seguendo la procedura online.

In caso di scadenza di una Postepay (in particolare di una carta fisica) sarà necessario attendere che l’istituto invii all’indirizzo di casa dell’utente la nuova carta. Tale carta verrà consegnata in netto anticipo rispetto alla scadenza di quella precedente. A questo punto, dopo la consegna, sarà possibile procedere immediatamente con l’attivazione.

Tramite l’app o l’area personale del sito servono pochi istanti per completare l’abilitazione della carta in caso di rinnovo. In alternativa, è possibile recarsi in un Ufficio Postale oppure presso un qualsiasi ATM Postamat per completare l’abilitazione della carta. Una volta completata l’abilitazione, il credito residuo presente sulla precedente carta verrà trasferito sulla nuova.

Da notare, inoltre, che la sostituzione di una carta Postepay può essere richiesta chiamando al numero verde 800.00.33.22 oppure, ma solo per la carta fisica e non per quella digitale, recandosi in Ufficio Postale. A questo punto, listituto provvederà ad inviare una nuova carta che andrà abilitata seguendo la stessa procedura che viene effettuata in caso di rinnovo successivo alla scadenza di una prepagata precedente.

Attivare la Postepay: costi

Per attivare una carta Postepay potrebbe essere richiesto un costo iniziale, pari al contributo di emissione fissato da Poste per la sua prepagata. Non c’è un valore fisso che vale per tutte le carte prepagate Postepay. È necessario, infatti, verificare di volta in volta le condizioni contrattuali fissate dall’istituto per poter determinare i costi di attivazione.

Per la Postepay Standard, la proposta più tradizionale della gamma di carte Postepay, viene richiesto, ad esempio, un costo di emissione di 10 euro. Per quanto riguarda la Postepay Evolution, la carta conto della gamma Postepay, viene, invece, richiesto un costo di emissione di 5 euro a cui è necessario affiancare una ricarica iniziale pari ad almeno 15 euro (la Postepay Evolution è attivabile esclusivamente in Ufficio Postale).

Per quanto riguarda la Postepay Digital, invece, non sono previsti costi di emissione per la richiesta della carta senza IBAN. Richiedendo, invece, la versione con IBAN incluso sarà richiesto un costo iniziale di 5 euro.  Questa carta può essere richiesta direttamente tramite l’app Postepay. È chiaro, quindi, che quando si scegliere di attivare una nuova carta Postepay è necessario verificare, inizialmente, i costi iniziale che sono legati alla tipologia di carta da attivare.

Attivare la Postepay rinnovata

Ci sono 2 modi per completare l’attivazione di una Postepay scaduta:

  1. È possibile rinnovare e poi attivare la carta Postepay online, effettuando l’accesso all’area riservata del sito Poste (è necessario avere un account attivo ed anche aver abilitato il numero di cellulare al servizio di Sicurezza Web);
  2. in alternativa, si può contattare il Servizio Clienti al numero 800 00 33 22 per richiedere il rinnovo e la successiva attivazione della carta. Il rinnovo della carta può essere fatto a partire da 2 mesi prima e fino a 18 mesi dopo la scadenza. L’operazione comporta il trasferimento del credito residuo dalla precedente Postepay alla nuova.

Per poter eseguire il rinnovo online o al telefono di una carta Postepay e la sua successiva attivazione è necessario talvolta regolarizzare la propria posizione recandosi in un Ufficio Postale:

  • in caso di documento di identità scaduto associato alla precedente carta
  • in caso di variazione di residenza anagrafica
  • se il titolare della carta è cittadino extracomunitario
  • se il titolare appartiene alle categorie politicamente esposte

Problemi attivazione Postepay

In fase di attivazione di una Postepay appena richiesta oppure di una Postepay precedentemente scaduta possono emergere alcuni problemi. Non si tratta di eventi frequenti ma non è escluso che il processo di attivazione possa incorrere in qualche contrattempo. In questi casi, è opportuno non farsi prendere dall’ansia e verificare di aver seguito la procedura indicata dall’istituto in modo corretto. I possibili problemi potrebbero essere:

  • l'inserimento di dati errati in fase di registrazione
  • temporaneo malfunzionamento dei sistemi di Poste

La prima cosa da fare, in caso di problemi con l’attivazione di una Postepay, è contattare il Servizio Clienti di Poste al numero 800 003 322: il supporto telefonico è infatti disponibile per risolvere qualsiasi problema legato a tutti i servizi finanziari erogati da Poste. L’assistenza clienti via telefono è disponibile dal lunedì al sabato (escluso festivi), dalle 8 alle 20.

Da notare che per ottenere supporto è possibile anche recarsi in Ufficio Postale e esporre il proprio problema direttamente allo sportello. In entrambi i casi, è buona regola assicurarsi di avere a propria disposizione tutta la documentazione relativa all’attivazione della Postepay ed i documenti di identità.

PostePay supporto clienti via chat, canali social e corrispondenza

Il sito ufficiale di Postepay include anche una ricca sezione di FAQ, dove trovare varie risposte ai propri problemi, oltre alla possibilità di contattare l’assistenza via chat per chiarimenti o richieste di supporto. Sfruttando questi canali, sarà facile risolvere eventuali problemi riscontrati in fase di attivazione di una Postepay.

Se sono domande generiche o per segnalazioni di malfunzionamenti si potranno anche utilizzare i canali social: Twitter @Postespedizioni e @Webposte o Facebook. È sconsigliato usare queste pagine se si devono inviare dati personali e dati della carta sensibili.

Infine, il più classico dei mezzi di comunicazione è quello dell’invio di una lettera. L’indirizzo a cui si potrà inoltrare una missiva per Poste è Casella Postale 160, 00144 Roma (RM). Questa formula di contatto è in genere utilizzata per i reclami formali o per richieste legali, anche perché è la meno immediata.

Come scegliere la migliore carta di pagamento

Per poter conoscere le migliori offerte per attivare una carta conto con IBAN - come la Postepay Evolution - o una carta ricaricabile prepagata come la PostePay classica è possibile utilizzare il comparatore di SOStariffe.it e, in particolare, lo strumento di confronto carte. Questo strumento confronta le proposte di diverse banche e organizza i risultati schematizzando le principali condizioni economiche e di utilizzo dei diversi prodotti.

La ricerca potrà essere filtrata in modo da individuare solo le carte che corrispondano alle caratteristiche che più interessano l’utente. Le carte potranno essere attivate direttamente online, raggiungendo il portale dell’istituto che le propone.

 

Carte di credito con fido fino a 3.000 euro: le proposte di Ottobre 2022

Il fido mensile è una delle voci a cui si presta più attenzione quanso si vuole avere una carta di credito. E il plafond più richiesto è di 3.000 euro al mese. Grazie a SOStariffe.it ecco quali sono le carte più vantaggiose disponibili a Ottobre 2022.

Carte di credito zero spese: le offerte di Settembre 2022

Risparmiare sui costi di gestione di una carta di credito è possibile. Ma come fare? Anzitutto al momento della sottoscrizione del contratto,  occorre prestare attenzione all'importo del canone annuo. Il comparatore di SOStariffe.it ha selezionato le migliori offerte di carte di credito a zero spese o con canoni molto bassi di Settembre 2022.

Prelievo massimo bancomat: le carte con il limite più alto di Settembre 2022

Viaggio alla scoperta delle carte di debito che permettono il prelievo bancomat più alto. Quelle più "performanti" sono legate a conti correnti online. Le migliori offerte di Settembre 2022 sono state trovate grazie a SOStariffe.it.