Come bloccare una carta di credito American Express?


In una malaugurata situazione nella quale si verifica il furto, ma anche lo smarrimento o la contraffazione di una carta di credito American Express, sarà necessario intervenire con una procedura di blocco della carta per far sì che il suo titolare abbia la possibilità tempestiva di proteggere il proprio capitale, impendendo così l’utilizzo a terzi senza la propria autorizzazione. Quali sono le modalità esistenti per il blocco di una carta di credito American Express

carta di credito gold amex

 

Bloccare la carta di credito American Express è la prima operazione da compiere quando si subisce un furto, ci si rende conto che qualcuno ha effettuato un pagamento con la carta, senza possederla (in quel caso si tratterà quasi per certo di una contraffazione, ovvero che qualcuno è riuscito a clonare la nostra carta anche se non l’ha mai avuta tra le mani) o qualora non si trovasse più la carta in questione.

Si tratta della procedura attraverso la quale si impedisce a qualsiasi altra persona che sta tentando di pagare o prelevare dei contanti con la propria carta di credito di non poter concludere l’atto, mettendo così al sicuro le proprie risorse finanziarie.

In genere, il blocco di una carta di credito può essere essere effettuato:

  • tramite procedura telefonica, chiamando il numero verde dedicato o un eventuale servizio di assistenza della propria banca;

  • utilizzando una procedura online, ovvero tramite l’apposita sezione del sito della banca o dell’applicazione dedicata;

  • presso la filiale più vicina al luogo in cui si ci trova.

In casi di furto o di smarrimento, oltre al blocco nel minor tempo possibile, i possessori della carta di credito devono procedere con la denuncia alle Forze dell’Ordine, segnalando l’accaduto, per poter mettere in moto eventuali indagini miranti al recupero della carta in questione.

Ecco quali sono le modalità più veloci ed efficaci per procedere al blocco della propria carta di credito American Express in tutte le circostanze elencate finora, ognuna delle quali può essere più adatta a una particolare situazione, anche in relazione al fatto che nel momento in cui si verifica una brutta fatalità, ci si trovi in Italia o in un Paese straniero.

Come bloccare una carta di credito American Express tramite numero di telefono

American Express mette a disposizione dei propri clienti un numero da chiamare quando si è in Italia, ovvero lo 06.72.900.347. A seconda della tipologia di carta di credito posseduta, comunque, sono consultabili dei numeri di telefono dedicati, che garantiscono un servizio di assistenza totale 24 ore su 24.

I recapiti consultabili sulla base della carta di credito American Express persa o oggetto di furto sono i seguenti:

  • carta Verde: 06.72.282;

  • carta Oro e Gold Credit: 06.72.461;

  • carta Oro: 06.72.280.735;

  • Alitalia Card: 06.72.24.306;

  • carta Business: 06.72.282;

  • carta Oro Business: 06.72.280.735;

  • carta Corporate: 06.72.280.980.

Nell’ipotesi in cui il furto o lo smarrimento della carta di credito American Express dovessero verificarsi all’estero, sarà sufficiente contattare il numero 011.800.263.92.279 per i Paesi APEC, ovvero:

  • Argentina;

  • Austria;

  • Belgio;

  • Brasile;

  • Cina;

  • Cipro;

  • Colombia;

  • Corea Del Sud;

  • Costa Rica;

  • Danimarca;

  • Estonia;

  • Filippine;

  • Finlandia;

  • Francia;

  • Germania;

  • Giappone;

  • Gran Bretagna;

  • Hong Kong;

  • Irlanda;

  • Islanda;

  • Israele;

  • Lituania;

  • Lussemburgo;

  • Macao;

  • Malesia;

  • Malta;

  • Norvegia;

  • Nuova Zelanda;

  • Olanda;

  • Polonia;

  • Portogallo;

  • Repubblica Ceca;

  • Repubblica Slovacca;

  • Russia/Mosca;

  • Singapore;

  • Spagna;

  • Sud Africa;

  • Svezia;

  • Svizzera;

  • Taiwan;

  • Tailandia;

  • Ungheria.

Per Paesi come Australia, Canada e Stati Uniti d’America bisognerà chiamare invece il numero 011.800.263.92.279. Se ci si trova in Messico, invece, lo 018.001.231.690.

Una volta chiamato il numero del servizio clienti di American Express 06.72.900.347, che è bene memorizzare nel proprio telefono in modo tale da averlo sempre a portata di mano, l’assistenza procederà in modo immediato al blocco della carta, a prescindere dal fatto che sia stata clonata, smarrita o rubata.

Se si riesce a effettuare il blocco della carta di credito in maniera tempestiva, prima che se ne verifichi un uso improprio senza la propria autorizzazione, non ci sarà alcuna penale sulle spese illecite effettuate da terzi. Qualora, invece, nell’intervallo di tempo che intercorre fra il furto e lo smarrimento eventuali si dovesse verificare un’operazione che comporta l’utilizzo del proprio denaro, allora di dovranno pagare 15 euro. Le spese effettuate in modo illecito dovranno essere rimborsate dalla banca.

Oltre al blocco vero e proprio della carta, che non potrà più essere utilizzata nel senso che se ne richiederà una in sostituzione, esiste una procedura che prende il nome di sospensione cautelativa. Per esempio, se si è quasi certi di aver perso in autonomia la carta e di avere la possibilità di ritrovarla da qualche parte nella propria abitazione, allora è consigliabile avviare la sospensione cautelativa e non il blocco della carta. Questo perché nel caso di denuncia di smarrimento si diventa comunque responsabili degli illeciti.

La sospensione viene avviata tramite il rilascio di un codice di sblocco da parte dell’istituto di credito emittente. In questo caso, è buona pratica chiedere alla banca anche un estratto conto per verificare che nel frattempo non siano stati effettuati pagamenti senza autorizzazione.

Nel caso di ritrovamento, basterà chiamare il numero verde e utilizzare il codice di sblocco per riattivare la carta, oppure recarsi presso una delle filiali della banca che ha emesso la carta e procedere allo stesso modo. Nel caso in cui non si dovesse più trovare la carta, si può procedere invece con il blocco definitivo.

Cosa succede dopo aver bloccato la carta di credito American Express

Dopo aver bloccato la carta di credito American Express, bisognerà presentare la denuncia alle autorità competenti (carabinieri o polizia), ai quali si dovranno fornire:

  • i propri dati personali;

  • il numero della carta di credito;

  • il codice di blocco ricevuto per aver bloccato la carta.

La denuncia può essere effettuata online, sul sito della polizia o dei carabinieri, compilando i moduli di riferimento. La procedura termina in genere con il rilascio di un codice identificativo e di un codice di attivazione della denuncia, che si dovranno poi consegnare dal vivo al comando selezionato entro due giorni dal momento in cui è stata effettuata l’operazione, in quanto la denuncia ha valore legale solo se ci si presenta davanti alle autorità competenti. Il sistema invierà in automatico alla propria email la conferma della data e dell’ora in cui presentarsi all’appuntamento. Chi ha presentato denuncia online non sarà poi costretto a fare la fila, ma dovrà ricordarsi di portare con sé i due codici ricevuti effettuando la procedura su Internet.

A questo punto, le autorità competenti rilasceranno la copia della denuncia che dovrà essere trasmessa ad American Express o alla banca che ha emesso la carta di credito entro due giorni lavorativi. Si dovrà allegare anche la data e l’ora in cui è stato richiesto il blocco della carta. Il tutto potrà essere inviato tramite raccomandata a/r oppure consegnato a mano. La carta sarà così effettivamente inutilizzabile e si potrà richiedere – in genere presso la filiale della banca emittente – una carta di credito sostitutiva. La nuova carta avrà le stesse funzionalità della precedente: è bene ricordare che alcuni istituti di credito richiedono il pagamento di una quota, altri concedono la carta gratuitamente in base alle condizioni contrattuali. La carta viene di solito recapitata presso il proprio domicilio o in filiale.

Dopo aver presentato la copia della denuncia, è anche possibile richiedere il rimborso per eventuali pagamenti illeciti effettuati prima del blocco della carta di credito American Express, tramite una procedura nota come disconoscimento delle operazioni. Si hanno a disposizione 60 giorni di tempo per chiedere il rimborso, mediante una raccomandata a/r, superati i quali non sarà più possibile recuperare eventuali soldi persi.

Nel caso di denuncia all’estero, oltre a quanto richiesto per l’Italia, sarà necessario fornire alle forze dell’ordine:

  • il numero di passaporto;

  • la data e il luogo dello smarrimento o del presunto furto;

  • il nome dell’emittente della carta.

All’estero, considerata l’emergenza nella quale ci si trova e l’ipotesi molto probabile di non avere contanti con sé, è possibile richiedere la sostituzione rapida della carta e ricevere la sostitutiva in pochissimo tempo, anche il giorno dopo.

Come bloccare la carta di credito American Express online o in filiale

Le carte di credito American Express vengono emesse da diversi istituti di credito: ognuno di loro permette ai propri clienti di bloccare la carta attraverso una procedura online, utilizzando il servizio di home banking, dal sito ufficiale della banca oppure con l’utilizzo dell’applicazione associata. In genere, è sufficiente effettuare l’autenticazione e seguire passo per passo quanto previsto dalla banca. Nel caso in cui non si volesse procedere con l’assistenza telefonica, basti sapere che esiste anche questa opzione a disposizione degli utenti, che ovviamente devono avere accesso a una connessione Internet e ai dati di accesso all’home banking. In via del tutto preventiva, si consiglia di informarsi sul funzionamento della procedura di blocco online prima di una possibile necessità reale, in modo tale da essere preparati in ogni evenienza e casualità.

Come procedura alternativa, esiste anche l’opzione che prevede il blocco della propria carta di credito American Express recandosi presso la filiale più vicina e presentando i documenti per dimostrare di esserne gli effettivi titolari. Si tratta, tuttavia, dell’opzione meno veloce fra tutte e comporta anche la limitazione di riuscire a trovare una filiale aperta al pubblico e nelle vicinanze nel momento in cui si verifica il furto o lo smarrimento della carta. Nonostante ciò, quella di andare in filiale rappresenta comunque un’opzione valutabile.

Consigli utili per i possessori di carte di credito

Ci sono alcuni operazioni cautelative che possono essere mettere in pratica quando si possiede una carta di credito. La prima è legata al servizio di alert via SMS (o anche via email) che permette ai titolari di carte di credito di essere sempre aggiornati su tutte le operazioni di pagamento che vengono effettuate con la propria carta. È consigliabile portare sempre con sé una copia della propria carta di credito e del proprio documento di riconoscimento, in particolar modo se si viaggia all’estero.

Quando si effettuano pagamenti, è bene stare sempre attenti a occhi indiscreti e che i pagamenti vengano effettuati una sola volta durante un acquisto di qualsiasi tipo. È sempre meglio non conservare mai il PIN della carta insieme alla carta stessa e mettere da parte gli scontrini fino al momento in cui arriverà l’estratto conto. Infine, quando si procede con un pagamento online, è sempre bene verificare di essere su siti sicuri e affidabili, che sono quelli protetti dai sistemi di sicurezza SSL e SET: in genere si riconoscono perché appare un lucchetto sulla schermata della pagina del pagamento.

Pos obbligatorio, bonus carte e limite contante: le novità della manovra

Prendere forma la Manovra finanziaria su cui il Governo è al lavoro da diverse settimane e che dovrà ancora passare per il Parlamento, dove potrebbe subire possibili cambiamenti, prima di diventare effettivamente legge ed introdurre, in misura definitiva, le novità su cui i tecnici e i vari esponenti dell'esecutivo sono al lavoro da tempo. Tra le novità normative in arrivo ci saranno modifiche importanti per quanto riguarda il POS obbligatorio ed i limiti al contante. In cantiere, inoltre, c'è anche il "bonus carte", un provvedimento che mira ad incentivare, ulteriormente, l'utilizzo di strumenti di pagamento tracciabili.

Lotteria degli scontrini: come funziona

La lotteria degli scontrini è il nuovo strumento ideato dal Governo per contrastare uno dei principali problemi dell’Italia dal punto di vista economico: l’evasione fiscale. Dopo i rinvii degli anni precedenti, la legge si prepara a entrare finalmente in vigore: ma in cosa consiste nello specifico questa soluzione? Da quando sarà effettiva, quali effetti avrà sull’uso di bancomat e carte di credito e quali le principali conseguenze che comporterà a livello monetario.

Aumenti in busta paga 2020: dal bonus Befana al bonus 40 euro

Una delle principali novità delle quali si parla in questo momento a livello economico è il taglio del cuneo fiscale che avrà una prima conseguenza effettiva sui lavoratori dipendenti: questi ultimi dovrebbero ricevere infatti 500 euro in più in busta paga a partire dal 2020, il cosiddetto bonus 40. In arrivo a partire dal prossimo anno anche altri cambiamenti, quali il Bonus Befana, con i quali il Governo punta a combattere l’evasione fiscale, uno dei principali problemi del nostro Paese.