Stangata conti correnti: come risparmiare con le offerte di Febbraio 2021

Le spese di mantenimento per un conto corrente possono essere piuttosto elevate, soprattutto se si aprono conti tradizionali. Le famiglie per evitare una nuova stangata sui conti correnti possono decidere di sottoscrivere un'offerta online che permette di dimezzare i costi. Ecco le migliori promozioni per aprire un conto a Febbraio

Stangata conti correnti: come risparmiare con le offerte di Febbraio 2021

Una famiglia con un conto corrente tradizionale ha speso circa 150 euro (quasi il 23% in più rispetto al 2019) per le spese annuali collegate al prodotto bancario, un single ha sostenuto nel 2020 un costo annuo di 90 euro.

Negli ultimi anni l’aumento dei costi di tenuta dei conti correnti è aumentato costantemente. Gli utenti sono quindi alla ricerca di sistemi che permettano di minimizzare i rincari e le spese fisse per i conti.

Stangata sui conti, come risparmiare

Scegliere i conti online può portare a ridurre la spesa legata al conto corrente. Per mantenere i prodotti online infatti, secondo le tariffe di Gennaio 2020 riportate nell’Osservatorio di SOStariffe.it, una famiglia spenderebbe 70,38 euro, mentre un single pagherebbe poco più di 45 euro.

Il confronto con i costi richiesti nello stesso periodo per i prodotti tradizionali mostra che già semplicemente passando ad un prodotto online si possono dimezzare le spese. Si dovrà però fare molta attenzione perché le spese operative rischiano di far lievitare i costi.

Un esempio che rende evidente questo pericolo sono le commissioni sui prelievi allo sportello. Per i conti tradizionali il costo di questo servizio è di circa 1,41 euro, mentre in media nei contratti online la spesa media è di 2,06 euro.

Per scegliere un’offerta che permetta di risparmiare gli utenti devono considerare diverse voci di spesa:

  • canone
  • commissioni su prelievi
  • costi di bonifico
  • spese per gli assegni
  • costi per domiciliazioni
  • prelievi in UE e all’estero

Chi vuole aprire un conto corrente online deve avere a portata di mano la carta di identità, il codice fiscale e un certificato di residenza. Gli istituti di credito pongono come unici requisiti per attivare un conto la maggiore età e la residenza in Italia.
Scopri i conti correnti più vantaggiosi »

La verifica dell’identità dei nuovi correntisti

Per completare la sottoscrizione via web gli utenti dovranno scegliere tra le diverse procedure di riconoscimento possibili:

  • call con un addetto della banca dal proprio pc o smartphone
  • recarsi in filiale per ultimare l’iter
  • con app facendosi un selfie
  • bonifico e foto

Le banche possono anche sottoporre ai clienti un questionario molto specifico per poter profilare i diversi account. Per alcuni istituti che non hanno filiali in Italia il percorso di apertura del conto potrà avvenire soltanto tramite l’apposita applicazione e l’utente dovrà quindi fornire anche il proprio numero di cellulare e un indirizzo mail.

In ogni caso si dovrà procedere ad una verifica dell’identità di chi chiede di aprire un conto via web, le linee guida per queste operazioni differiscono lievemente da istituto ad istituto ma si può descriverle per sommi capi. Per esempio, il riconoscimento con selfie richiede che l’utente si scatti una foto accanto al proprio documento di identità.

Il controllo con una videochiamata è un procedimento di pochi minuti e prevede che l’operatore sottoponga il cliente ad un breve questionari su dati personali, numero di telefono e altre informazioni sensibili.

Può anche essere richiesto di effettuare un bonifico verso il nuovo conto corrente da un altro conto intestato allo stesso utente, l’importo di questa transazione è in genere minima. Alcuni istituti dichiarano che è sufficiente un versamento di 100 euro.

Trovare le migliori offerte di Febbraio

Per conoscere tutte le condizioni e i costi legati ai conti correnti gli utenti possono utilizzare il comparatore di SOStariffe.it. Si tratta di uno strumento che analizza le offerte di diverse banche online e tradizionali e restituisce una classifica delle promozioni più convenienti o dei prodotti che rispondono meglio alle richieste del cliente.

I correntisti possono infatti impostare i filtri per personalizzare la ricerca. Le opzioni possono essere varie: possibilità di accredito stipendio, conti per pensionati o minori, giacenza media, conti a zero spese o con carte di credito.

Veniamo alle offerte per aprire conti che permettano di risparmiare.

1. Conto Arancio

Il Conto Arancio di ING si può attivare con il Modulo Zero Vincoli, questo prodotto offre le seguenti condizioni:

  • prelievi gratis in Italia e in UE
  • zero commissioni su bonifici SEPA
  • 1 carnet di assegni gratis l’anno

Si potrà operare con l’app di ING, ma anche tramite il sito della banca, il numero di telefono e gli sportelli della filiale. Sarà anche emessa una carta di debito gratuita per i clienti che aprono il conto. Gli utenti possono attivare il modulo accreditando lo stipendio sul conto (purché l’importo sia almeno di 1.000 euro).

Senza questa opzione le operazioni e i servizi della banca avranno un costo molto alto:

  • 0,75 euro per prelevare
  • 2,50 euro per fare bonifici in filiale o al telefono
  • gratis solo i bonifici online
  • carnet di assegni da 7,50 euro

Apri il conto corrente Arancio »

2. Conto Widiba

Il conto di Banca Widiba ha un costo di 20 euro l’anno, ma se si accredita lo stipendio sarà a canone zero. La soluzione proposta da questo istituto offre prelievi superiori a 100 euro gratis presso gli sportelli automatici in Italia e chi effettua bonifici tramite la piattaforma online non dovrà pagare commissioni. Per i nuovi clienti saranno gratuiti anche la pec e il servizio di firma digitale.

La promozione di questo mese inoltre permetterà agli utenti di aprire un conto deposito vincolato a 6 mesi con un rendimento dell’1%. Questi strumenti di risparmio sono garantiti fino a 100.000 euro dal Fondo Interbancario di Tutela dei depositi e garantiscono ai clienti un interesse purché si rispetti il periodo di vincolo stabilito quando si sottoscrive il contratto.

Con Banca Widiba si possono aprire anche altri depositi vincolati, i tassi proposti sono:

  • 3 mesi 0,25%
  • 6 mesi 0,40%
  • 12 mesi 0,60%
  • 18 mesi 0,80%
  • 24 mesi 1%

Le linee libere, quindi che possono essere chiuse quando vuole il cliente, offrono un rendimento dello 0,10%.

Scopri i vantaggi del conto Widiba »

3. Conto Crédit Agricole

C’è poi il Conto Crédit Agricole questo è un altro prodotto a canone zero ma solo se si attiva la versione online. Chi sceglie questa soluzione potrà effettuare bonifici gratis tramite il proprio account web e anche i prelievi presso gli ATM Crédit Agricole saranno senza commissioni (sia in Italia che in UE.

Costeranno invece 2,10 euro i prelievi fatti agli sportelli automatici di altre banche (anche se le prime 24 operazioni saranno offerte da Crédit Agricole). La stessa commissione di 2,10 euro sarà applicata ai prelievi in Paesi extracomunitari.

La banca francese cerca di attirare nuovi clienti offrendo 2 buoni Amazon da 100 euro l’uno. Il primo è un voucher da spendere sulla piattaforma di e-commerce lo possono ottenere i correntisti che aprono un conto online con il codice Amazon entro il 31 Marzo 2021 e che entro il 30 Aprile richiedano l’accredito dello stipendio. Si potrà avere il buono anche mantenendo una giacenza media di 5 mila euro sul conto.

Il secondo buono da 100 euro lo avranno quei clienti che attivino anche una carta American Express tramite la banca. Perché questo secondo voucher sia riconosciuto è necessario chiedere l’emissione della carta di credito entro Maggio e spendere nei primi tre mesi almeno 500 euro.

Aprire il conto online di Crédit Agricole »

4. N26 Conto corrente

Con N26 si può avere un prodotto online che potrà essere gestito solo online e con l’app. Anche solo per poter aprire questo conto  sarà necessario scaricare l’applicazione su tablet o smartphone. Vi sarà chiesto di certificare il vostro numero di telefono e di operare la verifica dell’identità con un selfie.

Il conto N26 può essere aperto in diverse forme, la soluzione a zero spese è il conto Standard e questo piano include:

  • 1 carta di debito Mastercard
  • prelievi gratuiti in Italia e all’estero
  • bonifici internazionali con commissioni Transfer Wise
  • 2 Spaces
  • categorizzazione delle spese
  • funzione Statistiche

Le funzioni associate ai conti N26 permettono non solo di controllare movimenti e saldo, o di effettuare bonifici in modo rapido, ma anche di gestire meglio i propri risparmi. Gli Spaces in particolare sono come dei piccoli depositi interni al conto principali, gli importi possono essere cumulati in questi spazi anche se risultano nel saldo contabile. La separazione, anche visiva, aiuta gli utenti a mettere da parte i fondi per piccoli o grandi progetti.

Chi vuole avere maggiori servizi e condizioni anche più favorevoli si deve orientare sui conti con canoni che partono da 4,90 euro al mese (N26 Smart) per arrivare a 16,90 euro al mese (Metal). Con questi prodotti aumenta la capacità operativa, vengono incluse nuove funzioni (come Spiccioli) e, nelle versioni più costose dei conti, anche polizze (da quelle mediche a quelle per proteggere lo smartphone).

Scopri le condizioni del Conto N26 »

5. Tinaba

L’ultima soluzione che analizziamo è la carta conto Tinaba di Banca Profilo. Questo strumento è un vero e proprio conto racchiusa in uno strumento di pagamento digitale con IBAN. In genere scelgono questi prodotti coloro che vogliono ridurre al minimo le spese e che mensilmente non utilizzano troppo spesso le carte per i pagamenti.

Per poter avere liquidità con Tinaba è necessario ricaricare la carta, si può farlo con bonifici o tramite altre carte (sia di credito, di debito che prepagate). Qualunque sia la modalità di ricarica scelta non saranno applicate commissioni o trattenute per l’operazione.

Le condizioni per operare imposte da Tinaba sono:

  • primi 24 prelievi gratuiti, poi 2 euro presso ATM in Italia
  • prelievi all’estero minimo 4 euro di commissione
  • ricariche con bonifici o altre carte gratis
  • massimale giornaliero di spesa 10 mila euro
  • massimale per singola transazione 5 mila euro

Con questa carta conto si potrà pagare tramite l’app, si dovrà inquadrare il QR code del prodotto e dare conferma dell’operazione. Questa soluzione permette anche di creare conti condivisi per poter dividere le spese con amici o colleghi, ogni partecipante potrà versare la propria quota. Si potrà anche lanciare delle raccolte di crowfunding per progetti vostri o per aiutare associazioni e onlus.
Richiedi la carta conto Tinaba »

Commenti Facebook: