Digital Divide in Italia: 4 strade per superarlo

Con il termine "Digital Divide" si intende la spaccatura esistente in Italia per quanto riguarda l'accesso ad Internet con alcune aree del Paese in cui la banda ultra larga è ancora poco diffusa o del tutto assente. Il nuovo Osservatorio di SOStariffe.it ha analizzato il quadro attuale sulla diffusione di Internet in Italia e sul Digital Divide andando ad individuare alcuni suggerimenti che dovrebbero aiutare ad abbattere le differenze ancora oggi esistenti.

Digital Divide in Italia: 4 strade per superarlo

Il Digital Divide è un problema che da tempo affligge il nostro Paese. Tale termine viene utilizzato per indicare l’esclusione di alcuni soggetti dai benefici garantiti dall’accesso ad Internet. L’impossibilità di sfruttare una connessione in banda larga o, meglio ancora, ultra larga crea delle evidenti diseguaglianze tra la popolazione.

Spesso, inoltre, il divario digitale si trasforma in un vero e proprio problema intergenerazionale. Molti utenti più anziani non hanno le competenze necessarie per poter sfruttare gli strumenti informazioni disponibili per il superamento del Digital Divide. Tale fenomeno può essere anche un problema di genereculturale, colpendo le fasce più deboli della popolazione.

In linea generale, il Digital Divide si traduce nella violazione del diritto di accesso alla rete. Il nuovo Osservatorio di SOStariffe.it ha studiato la forma di divario digitale che caratterizza oggi l’Italia con l’obiettivo di individuare la strada giusta da percorrere per colmare il gap esistente tra varie aree del Paese e varie fasce della popolazione italiana.

Per aiutare gli utenti a superare il Digital Divide, l’analisi di SOStariffe.it ha individuato quattro punti da cui partire per abbattere il divario digitale e sfruttare tutti gli strumenti a propria disposizione per effettuare l’accesso ai servizi digitali. L’infografica qui di sotto riassume i risultati dell’indagine di SOStariffe.it sul tema del Digital Divide.

Verificare la copertura di rete per accedere ad una connessione migliore

Secondo i dati AGCOM, quasi il 6% degli italiani non ha accesso ad una connessione ADSL da almeno 2 Megabit di velocità massima in download. Tale dato conferma l’esistenza di un Digital Divide considerevole ma non esclude la possibilità che la percentuale di italiani che non possono accedere alla banda larga sia, in realtà, più bassa.

Il dato in questione, infatti, potrebbe essere falsato dalla “pigrizia” e dalle poche conoscenze sull’argomento degli utenti. Le famiglie che continuano ad utilizzare un abbonamento Internet da diversi anni, senza modifiche contrattuali, potrebbero avere la possibilità di cambiare tecnologia di connessione.

Per questo motivo, il primo passo per superare il Digital Divide è quello di eliminare il fattore “pigrizia” ed effettuare, periodicamente, una verifica della copertura delle tecnologie Internet disponibili nel luogo in cui si vive. Per effettuare tale procedura è possibile ricorrere agli strumenti di verifica messi a disposizione dagli operatori di telefonia.

La rete in fibra ottica FTTH e la rete in fibra mista FTTC, che permettono di navigare rispettivamente sino a 1.000 e 200 Mega, sono in costante espansione. Ogni mese, infatti, il numero di famiglie italiane raggiunte da queste tecnologie continua a crescere. E’ importante, quindi, effettuare una verifica periodica della copertura per assicurarsi di poter effettivamente accedere ad Internet con una tecnologia migliore di quella che si sta utilizzando.

Verifica la tua copertura Inserisci il tuo indirizzo e scopri se sei raggiunto da fibra o ADSL

Attivare connessioni mobile di tipo flat

Chi non ha accesso ad una rete fissa può comunque utilizzare la rete mobile per l’accesso ad Internet. Molti italiani preferiscono un accesso da rete mobile a quello da rete fissa per via di prestazioni migliori. Per superare le limitazioni del Digital Divide, è fondamentale però attivare offerte di tipo flat.

Chi utilizza l’hotspot del cellulare o una chiavetta con SIM dati per connettersi ad Internet, dovrà puntare su offerte con Giga illimitati per eliminare le limitazioni che caratterizzano, di solito, le reti mobili. I bundle dati limitati, infatti, sono ostacolo all’utilizzo completo di Internet.

Con un’offerta di tipo flat è possibile guardare film, giocare online e sfruttare tutte le risorse del web senza preoccuparsi di restare senza Internet o di dover pagare costi aggiuntivi per la connessione mobile.

Sfruttare gli incentivi del Governo

Il passaggio alla banda ultra larga viene spesso rimandato anche per questioni economiche. Nonostante le offerte Internet casa di oggi presentino un costo inferiore ai 30 euro al mese e prestazioni elevatissime, molti utenti scelgono di non attivare queste soluzioni per via dei costi.

Grazie agli incentivi del Governo, però, le famiglie meno abbienti hanno la possibilità di accedere alla banda ultra larga. Sfruttando il Bonus PC e Internet, infatti, si può ottenere un voucher da utilizzare per coprire i costi della connessione Internet di casa con velocità di almeno 30 Mega in download.

Per la Fase 1 del Bonus PC e Internet, per cui ci sono ancora fondi disponibili nonostante il bonus sia attivo da novembre, è possibile ottenere un voucher da 500 euro da utilizzare per coprire i costi della connessione Internet, sino ad un massimo di 300 euro, e per l’acquisto di un PC o un tablet fornito direttamente dall’operatore.

Per la Fase 2, ancora in attesa della partenza ufficiale, si riceverà un voucher da 200 euro per la copertura dei costi della connessione Internet. La Fase 1 è accessibile alle famiglie con ISEE inferiore a 20.000 euro mentre la Fase 2 è disponibile per le famiglie con ISEE inferiore a 50.000 euro.

Puntare sulla tecnologia FWA

Per eliminare il Digital Divide è possibile sfruttare la tecnologia FWA, ovvero Fixed Wireless Access. Le famiglie che non possono accedere alla banda ultra larga per via dell’assenza della fibra ottica e della fibra mista rame FTTC, hanno oggi un’alternativa concreta rappresentata dalla tecnologia FWA.

Si tratta di una tecnologia che rientra nella categoria fibra mista radio. Una connessione FWA, infatti, prevede che il collegamento tra l’abitazione dell’utente e l’armadio stradale sia realizzato in modalità wireless mentre successivamente, dall’armadio stradale in poi, il collegamento è in fibra ottica.

La copertura della tecnologia FWA in Italia è in costante crescita. Per scoprire le migliori soluzioni che sfruttano la tecnologia FWA è possibile consultare il comparatore di SOStariffe.it per offerte Internet wireless. Le tariffe che garantiscono l’accesso ad Internet tramite rete FWA sono sempre più complete e vantaggiose e possono rappresentare un’importante alternativa per superare definitivamente il Digital Divide in Italia.

Commenti Facebook: