POS portatile senza canone: le migliori soluzioni per PMI


In 30 secondi

Un POS portatile senza canone può essere la soluzione giusta per accettare i pagamenti con carta e contenere i costi:

  • prevedendo solo il pagamento di una commissione per ciascuna operazione, un POS senza canone è ideale per chi fa poche transazioni;
  • rispetto ai POS con canone, offre maggiore flessibilità ed è facile da configurare e installare;
  • ci sono diverse opzioni disponibili, con prezzi d'acquisto e commissioni che si adattano a vari profili.

Oltre a essere obbligatorio per legge, avere un POS è ormai una necessità per chiunque debba ricevere pagamenti dalla clientela. Se fino a qualche anno fa i POS avevano prezzi proibitivi, oggi la situazione è molto diversa. Scegliere un POS portatile senza canone, ad esempio, permette di ricevere pagamenti anche in mobilità, senza avere costi fissi e pagando una commissione per ogni transazione conclusa. In questa guida abbiamo raccolto tutto ciò che c'è da sapere sui POS senza canone: proseguendo la lettura potrai scoprire come funzionano, quali vantaggi offrono e quali sono le soluzioni migliori per chi ha una PMI. 

Cos'è un POS portatile senza canone

Un POS portatile senza canone è un dispositivo da poter utilizzare per ricevere pagamenti fatti con carte di credito, di debito o ricaricabili.

Si parla di POS senza canone per sottolineare il fatto che il dispositivo non viene concesso da una banca o dalla società emittente dietro pagamento di un canone fisso mensile, soluzione che era la norma fino a qualche anno fa. Chi sceglie di dotarsi di un POS portatile senza canone acquista il dispositivo e può utilizzarlo al bisogno, pagando una commissione legata all'importo della transazione

Vantaggi del POS portatile senza canone

Vantaggi di un POS senza canone

Informazioni utili

Nessun canone fisso mensile Si paga solo un costo una tantum per l'acquisto del dispositivo
Commissione calcolata sulle singole transazioni Se non si fanno transazioni non ci sono costi
Possibilità di spostare il POS dove necessario Il POS non richiede la presenza di una connessione fissa e può essere spostato anche fuori dai locali commerciali 

Un POS portatile senza canone è tra le soluzioni più flessibili presenti sul mercato per chi ha bisogno di accettare pagamenti digitali. Questi dispositivi possono essere utilizzati ovunque e sono la soluzione perfetta per chi ha un lavoro itinerante, ad esempio, oppure per chi si reca fisicamente dai clienti per concludere gli affari. 

I vantaggi dei POS portatili senza canone sono evidenti anche sul piano dei costi. Specialmente per chi fa poche operazioni all'anno, poter pagare una commissione sulla singola transazione senza dover sopportare dei costi fissi è conveniente e pratico. 

Anche per l'anno d'imposta 2023 è stata confermata la norma che prevede un credito d'imposta del 30% sulle commissioni pagate sulle transazioni svolte tramite POS. Possono beneficare del cosiddetto bonus POS le PMI con fatturato fino a 400.000 euro.

Come funziona un POS portatile senza canone

Un POS portatile senza canone ha un funzionamento del tutto simile ai tradizionali POS: permette di pagare con vari tipi di carte, inserendo la carta all'interno del dispositivo, tramite modalità contactless oppure tramite sistema NFC

Alcuni modelli di POS sono dotati di SIM e sono collegati direttamente alla piattaforma di pagamento, mentre altri si collegano a uno smartphone tramite segnale Bluetooth.

Quando si acquista un POS portatile senza canone è necessario configurarlo e installarlo. I passi da seguire variano a seconda del modello scelto e della società emittente, ma in genere bisogna creare un proprio profilo sul sito della società dalla quale si è acquistato il terminale e bisogna scaricare un'app mobile che permette di gestire da remoto il dispositivo. 

Quando c'è bisogno di accettare un pagamento è sufficiente aprire l'app, digitare l'importo che deve pagare il cliente e attendere la conferma del pagamento. Una volta completata l'operazione, è possibile stampare la ricevuta del pagamento, se il dispositivo è dotato di stampante, oppure inviare al cliente una copia della ricevuta tramite SMS o email. 

Le migliori soluzioni di POS portatile senza canone per PMI

I migliori POS senza canone

Commissioni richieste

Nexi 1,89%, fino al 31 dicembre 2023 commissioni azzerate sulle operazioni fino a 10 €
Axerve 1%
MPOS Postepay 1,50% sulle carte Postepay; 1,80% su tutte le altre carte
MyPOS 1,20% + 0,05 €
SumUp 1,95%

Chi ha bisogno di un POS portatile senza canone ha diverse opzioni da valutare. Il primo aspetto da considerare è relativo all'importo delle commissioni richieste per ciascuna operazione, ma anche il costo d'acquisto è un parametro molto importante che incide sulla scelta finale. 

Per poter fare la scelta giusta è bene verificare quali sono le commissioni richieste per i diversi tipi di pagamento. In alcuni casi le commissioni sono differenziate a seconda che si utilizzino delle carte di credito o di debito, oppure se le carte appartengono a determinati circuiti di pagamento.

Requisiti per ottenere un POS portatile senza canone

Per ottenere un POS portatile senza canone non è richiesto il possesso di particolari requisiti. Per averne uno è sufficiente procedere direttamente all'acquisto dal sito delle aziende che li propongono oppure rivolgersi a un referente commerciale della compagnia, che potrà illustrare le caratteristiche e i vantaggi del dispositivo e suggerire la soluzione più conveniente per le proprie esigenze. 

Per poter utilizzare un POS portatile senza canone è necessario:

  • avere almeno 18 anni;
  • compilare il proprio profilo utente, indicando i dati anagrafici e fiscali e il numero di conto corrente a cui collegare i pagamenti ricevuti tramite POS. 

Assistenza e supporto tecnico per il POS portatile senza canone

In caso di problemi con la configurazione del dispositivo o con l'utilizzo del POS ci si può rivolgere al servizio di assistenza della compagnia che distribuisce il POS. Il servizio di assistenza può essere contattato solitamente tramite telefono o email e può fornire indicazioni dettagliate per la risoluzione del problema. 

Confronto con altre soluzioni di POS

POS portatile senza canone

POS con canone

Costo d'acquisto una tantum POS concesso in comodato d'uso
Nessun costo fisso Canone mensile fisso
Commissioni comprese tra l'1% e l'1,95% per ogni transazione Commissioni medie comprese tra l'1,40% e l'1,60%

In alternativa ai POS senza canone si può considerare la sottoscrizione di un POS con canone. La principale differenza tra queste due soluzioni è relativa ai costi da sostenere. I POS senza canone sono in genere più economici se si fanno poche operazioni all'anno o se si ha un transato limitato, mentre i POS con canone sono più convenienti se si ha un volume d'affari elevato. 

Oltre a considerare i costi, è utile tener conto anche delle diverse funzionalità offerte dai dispositivi. Anche se si tratta di soluzioni più costose, avere un POS dotato di SIM o di stampante integrata può essere la soluzione migliore per la propria clientela. 

Chi dovrebbe usare il POS

Chi svolge una libera professione o chi ha una PMI ed è alla ricerca di un sistema economico e flessibile da poter utilizzare per ricevere pagamenti può considerare l'acquisto di un POS portatile senza canone. 

Mettendo a confronto le diverse proposte disponibili sul mercato è possibile trovare la soluzione più adatta alle proprie necessità. Grazie alla comparazione dei costi e delle funzionalità di ogni dispositivo, infatti, si può individuare l'offerta che risponde meglio ai bisogni della propria PMI. 

Carta prepagata con IBAN: come scegliere la migliore a Novembre 2023

Carta prepagata con IBAN senza conto corrente è un'alternativa low cost al tradizionale conto corrente in quanto fa risparmiare sulle spese bancarie. Per trovare le offerte migliori di novembre 2023 consulta il comparatore per carte di credito di SOStariffe.it.

Carta di credito senza busta paga: le opzioni di Novembre 2023

Carta di credito senza busta paga è un'opzione possibile? Sì, ecco cosa c’è da sapere, che cosa fare per richiederne una, insieme a una serie di consigli utili. Con SOStariffe.it, inoltre, una panoramica delle migliori offerte per una carta di credito a novembre 2023.

Pagamenti digitali in crescita in Italia: i numeri del primo semestre 2023

Pagamenti digitali in aumento in Italia nel primo semestre del 2023: le transazioni con “moneta elettronica” hanno raggiunto quota 206 miliardi di euro, in crescita del 13% sullo stesso periodo del 2022. È quanto emerge dai dati dell'Osservatorio Innovative Payments del Politecnico di Milano. Con il comparatore per carte di credito di SOStariffe.it, le migliori offerte di ottobre 2023.