Recedere dal finanziamento auto, si può? Sì: ecco come

Vuoi acquistare una vettura senza spese di anticipo? Molte concessionarie lo permettono, ma il prezzo da pagare è spesso un finanziamento auto non proprio abbordabile. Cosa significa acquistare l’auto a tasso zero? Esistono altre spese oltre all’incasso delle rate auto? In questo articolo troverete utili chiarimenti per decidere se richiedere, oppure no, un prestito. Se invece il finanziamento è stato concesso ma volete recedere, una soluzione c’è. Ecco come fare.

Chiarimenti su tasso zero, spese di apertura pratica e incasso rate auto
Richiedi un preventivo per il tuo prestito

Acquistare un’auto non è cosa da poco, serve liquidità immediata, quantomeno per l’anticipo, in più, ci sono da affrontare le spese di apertura pratica. Questo è il motivo per cui, la maggior parte degli italiani a corto di liquidità, preferisce richiedere un finanziamento auto, attratto soprattutto dalla pubblicità relativa al tasso zero. Alcune persone però, soffocate dalle rate auto, vorrebbero recedere dal finanziamento poco dopo la concessione dello stesso. E’ possibile farlo?

Ultimamente le concessionarie (anch’esse in crisi) sponsorizzano l’acquisto di vetture con finanziamento a tasso zero senza anticipo. L’idea di ottenere l’auto chiavi in mano, iniziando a pagare in un momento successivo al ritiro è allettante, molti però, non considerano il peso degli interessi sulle prime rate auto.

Informarsi sui costi effettivi del finanziamento auto, per evitare di recedere pochi giorni dopo aver acconsentito è essenziale. Ad esempio, non tutti sanno che il famoso e stra-pubblicizzato tasso zero, si riferisce al tasso annuale nominale. Ad esso si sommano poi diverse voci di spesa: le spese di apertura pratica ( dalle 200 alle 300 Euro), le spese per l’incasso delle rate auto nonché le assicurazioni sul finanziamento.

A proposito di assicurazione, altra voce che pesa – non poco – sul bilancio di chi possiede un veicolo, sono disponibili già da qualche anno Rc auto economiche, stipulabili comodamente online. Con SosTariffe.it è possibile confrontarne i prezzi già da adesso.
Confronta preventivi RC auto

Delle voci di spesa sopra citate tiene conto il Taeg (tasso annuale effettivo globale), il vero fattore da considerare per scegliere se richiedere o meno il finanziamento auto. Recedere dal finanziamento (o annullarlo) se le rate auto sono insostenibili è possibile. Basta inviare formale disdetta entro 14 giorni dalla sottoscrizione del contratto alla società finanziaria.

La disdetta può essere inviata anche a mezzo fax o email ma deve comunque essere seguita da una raccomandata a/r nelle 48 ore successive. Se il finanziamento auto, invece, è già in corso,  per disdire dovrete restituire entro 30 gg dall’invio della raccomandata l’intera somma anticipata, comprensiva degli interessi maturati, delle imposte di bollo e delle tasse. Insomma, recedere dal finanziamento auto non è uno scherzo: meglio valutare prima le condizioni e i costi del prestito.

Commenti Facebook: