Garanzia sulle moto usate: quanto dura e cosa comprende

Quanto dura la garanzia sull’acquisto di moto usate? Cosa comprende? Le risposte sono contenute nel D.lgs n° 24/2002 il quale impone ai commercianti di garantire i veicoli almeno per due anni, mentre l’efficacia della copertura dipende dallo stato della moto e dalla data di immatricolazione. Attenzione inoltre alle vendite da parte di privati: rispetto ai rivenditori autorizzati, su di essi non grava alcun obbligo di legge

L'usato deve essere garantito almeno per due anni, ma solo dai rivenditori autorizzati

Chi si rivolge al mercato delle moto usate deve prestare attenzione ad alcune circostanze prima di procedere all’acquisto. Innanzitutto rivolgersi ad un rivenditore autorizzato, ad un concessionario, permette di ottenere una garanzia di due anni sulla moto, che può essere ridotta a 12 mesi solo se specificato nel contratto di acquisto sottoscritto alla conclusione della compravendita.

Acquistare moto usate da un privato invece, non comporta alcuna garanzia sul buon funzionamento del mezzo. Il D.lgs n° 24/2002 infatti, pone l’obbligo di garanzia sulle moto usate solo a carico dei rivenditori autorizzati. Per questo motivo, chi si rivolge ad un privato, è bene si informi sulla manutenzione del mezzo, in particolare sulle revisioni passate. E’ altrettanto importante controllare che la moto non sia gravata da fermo amministrativo.

Efficacia della garanzia

Per quel che riguarda l’efficacia della garanzia, questa muta in base all’anno di immatricolazione e allo stato della moto. Poniamo il caso ad esempio che la moto usata abbia un solo un anno di vita: in tal caso la garanzia coprirà ogni vizio. Diversa è l’ipotesi in cui il mezzo abbiamo molti chilometri alle spalle e più di 5 anni. Bisogna fare attenzione in questi casi a quanto riportato sul documento chiamato ” stato d’uso “, rilasciato dal rivenditore e contenente la valutazione sul funzionamento delle diverse parti della moto.

Se il vizio emerge nel periodo di garanzia, le moto usate devono essere riparate a spese del rivenditore, senza alcun esborso da parte dell’acquirente. La legge tutela inoltre i consumatori ponendo in capo al rivenditore l’obbligo di rendere parte del denaro impiegato per l’acquisto qualora le riparazioni durino a lungo.

E’ importante sapere infine che se la moto ha meno di due anni di vita, essa è coperta da un ulteriore garanzia: quella della casa di produzione. In questi casi l’acquirente disporrà di due garanzie parallele, e se una delle due termina prima dell’altra, si potrò ricorrere a quella alternativa per le riparazioni.

Se invece le moto usate non sono più in garanzia, il consumatore può risparmiare facendo riferimento alla carrozzeria convenzionata con le assicurazioni. Il Ddl Concorrenza recentemente emanato infatti, comporta per la compagnia assicurativa con la quale si è stipulata l’Rc moto, l’obbligo di scontare l’assicurazione per le riparazioni effettuate presso officine convenzionate.
Confronta preventivi RC moto

Commenti Facebook: