Bollette luce, ARERA: prezzi quasi invariati, ma spesa di 1.150 euro in un anno

Il prezzo dell’energia elettrica resta quasi invariato: tra luglio e settembre la materia prima costerà 23,85 centesimi di euro per kilowattora per i clienti domestici in Maggior Tutela (+0,4% rispetto al periodo aprile-giugno 2023). Ma le bollette continuano a pesare sui bilanci delle famiglie italiane: la spesa in un anno è di 1.1150 euro. Le novità dell’aggiornamento di prezzo ARERA a giugno 2023 e i consigli di SOStariffe.it per trovare le migliori offerte luce del Mercato Libero.

In 30 secondi

La bolletta della luce in Maggior Tutela resta quasi invariata, le novità dell’aggiornamento ARERA a giugno 2023:

  • Il costo dell’energia sale solo del +0,4% nel terzo trimestre 2023 rispetto ai tre mesi precedenti
  • Il prezzo di riferimento dell’energia tra luglio e settembre 2023 sarà di 23,85 centesimi di euro per kilowattora
  • Bollette ancora pesanti: la spesa è di 1.150 euro in un anno per una famiglia tipo (2.700 kWh consumati in 12 mesi)
  • Come risparmiare con le offerte luce del Mercato Libero a giugno 2023
Bollette luce, ARERA: prezzi quasi invariati, ma spesa di 1.150 euro in un anno

Resta stabile la bolletta della luce per i 7,3 milioni di clienti domestici ancora serviti dalla Maggior Tutela: nel periodo luglio-settembre 2023 il prezzo della materia prima subirà solo una lievissima variazione all’insù (+0,4%) rispetto al trimestre aprile-giugno 2023. È quanto emerge dal nuovo aggiornamento del prezzo dell’elettricità per il terzo trimestre 2023, comunicato mercoledì 28 giugno 2023 da ARERA, l’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente.

Questa sostanziale assenza di oscillazioni delle bollette luce è il risultato di una relativa stabilizzazione dei prezzi dei beni energetici nei primi sei mesi del 2023, come rileva ARERA. Tuttavia, il presidente dell’Authority, Stefano Besseghini, predica cautela: “Siamo in una fase molto delicata e molto difficile da ‘leggere’, in prospettiva del prossimo inverno. Il recente aumento di alcuni indicatori ci dice di un mercato che non ha ancora trovato una sua normalità”. Per questo, l’auspicio è che le famiglie continuino a puntare sul risparmio e l’efficienza energetica: “Restano fondamentali – conclude – le soluzioni di risparmio ed efficienza energetica che, come consumatori, possiamo adottare per influenzare la domanda e quindi i prezzi”.

Energia: quanto costa nel Mercato Tutelato tra luglio e settembre 2023

LE VOCI IN BOLLETTA LA SPESA AI RAGGI X
1 Spesa per la materia prima energia 11,84 centesimi di euro per l’approvvigionamento e 2,16 centesimi di euro per la commercializzazione al dettaglio
2 Spesa per il trasporto e la gestione del contatore 3,99 centesimi di euro per i servizi di distribuzione, trasporto, perequazione della trasmissione e distribuzione
3 Spesa per oneri di sistema 2,89 centesimi di euro
4 Imposte 2,97 centesimi di euro per le imposte che comprendono l’IVA e le accise
5 Spesa complessiva 23,85 centesimi di euro per kilowattora

L’ultimo aggiornamento del prezzo dell’elettricità ARERA, in vigore dal 1° luglio 2023, fa registrare una sostanziale stabilità rispetto al valore del primo trimestre 2023 (+0,4%). Questo significa che il nuovo prezzo di riferimento dell’energia elettrica tra luglio e settembre 2023 sarà pari a 23,85 centesimi di euro per kilowattora (tasse incluse). Si tratta di una variazione pressoché impercettibile, se lo si confronta con il prezzo in vigore tra aprile e giugno 2023: 23,75 centesimi di euro per kilowattora (tasse incluse).

Guardando alle singole componenti della bolletta, ARERA fa notare che la variazione del +0,4% è sostanzialmente legata al lieve incremento della componente PE (Prezzo dell’energia) a copertura dei costi di acquisto dell’energia elettrica (+1,7%). A ciò si aggiunge anche un leggero aumento della componente PD a copertura dei prezzi di dispacciamento (+0,7%), con una riduzione della componente PPE (Prezzo perequazione energia) per il corrispettivo di perequazione (- 1,3%) e una riduzione degli oneri generali di sistema (-0,7%). Restano invariate le tariffe di rete regolate (Trasporto, distribuzione e misura).

Bollette luce: la spesa annuale è pari a 1.150 euro per una famiglia tipo

SPESA LUCE IN MAGGIOR TUTELA ANDAMENTO
1 Spesa per l’energia nel trimestre Il prezzo resta sostanzialmente invariato (+0,4%) tra luglio e settembre 2023 rispetto al valore del periodo aprile-giugno 2023
2 Spesa annuale per l’energia La spesa annuale per la “famiglia tipo” è in aumento del +7,3% tra il 1° ottobre 2022 e il 30 settembre 2023 (rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente)

Per quanto il prezzo dell’energia resti sostanzialmente invariato nel terzo trimestre 2023, le bollette della luce continuano a pesare sui bilanci domestici degli italiani.  Secondo dati ARERA, la spesa in bolletta per la “famiglia tipo” (2.700 kWh consumati in un anno e potenza impegnata di 3 kW) tra il 1° ottobre 2022 e il 30 settembre 2023 sarà di circa 1.150 euro, con un balzo all’insù del +7,3% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente (1° ottobre 2021-30 settembre 2022).

Un aggravio sulle tasche delle famiglie che conferma quanto i bonus sociali luce e gas restino un supporto fondamentale per i nuclei familiari a più basso reddito. Ecco perché il Consiglio dei Ministri ha deciso di prorogare, per tutto il terzo trimestre 2023, il potenziamento dei bonus sociali: fino al 30 settembre 2023, all’assegno ordinario sarà affiancato un bonus straordinario che aumenterà l’importo dello sconto in bolletta.

Ricordiamo che hanno diritto ai bonus luce e gas per disagio economico:

  • le famiglie con ISEE entro la soglia dei 15mila euro;
  • le famiglie numerose (con almeno 4 figli a carico) con ISEE fino a 30mila euro.

Tra gli aiuti statali confermati dal governo ci sono anche l’azzeramento degli oneri generali e della riduzione IVA al 5% per il gas, come anche per la gestione calore e teleriscaldamento.

Affidarsi al Mercato Libero per risparmiare a Giugno 2023

Sebbene il prezzo dell’energia in Tutela si mantenga stabile, risparmiare sulle spese di energia elettrica è possibile scegliendo le migliori offerte luce del Mercato Libero, che sono accomunate da un prezzo della materia prima più contenuto rispetto al valore stabilito da ARERA nel Mercato Tutelato.

Grazie al comparatore di SOStariffe.it per offerte luce è possibile confrontare le soluzioni proposte dai gestori energetici del Mercato Libero a giugno 2023 a partire dal proprio consumo annuale di energia e individuare così l’offerta maggiormente cucita sulle esigenze della propria famiglia.

CONFRONTA LE MIGLIORI OFFERTE LUCE »

Utilizzare il tool gratuito di SOStariffe.it è semplice e intuitivo: basta indicare una stima del proprio consumo annuo (il dato è disponibile in bolletta ma può anche essere calcolato tramite il comparatore) per accedere ad una panoramica completa sulle tariffe più vantaggiose del momento.

Controlla i tuoi consumi e scopri il risparmio Seleziona i tuoi elettrodomestici