RC Auto obbligatoria per veicoli fermi: le ultime sulla normativa

RC Auto obbligatoria anche se il veicolo è fermo e non utilizzato. Ma sulla nuova normativa ci sono i dubbi degli assicuratori, i quali chiedono chiarezza al ministero delle Imprese e del Made in Italy. Intanto è caccia alle assicurazioni auto più convenienti di febbraio 2024 con il comparatore di SOStariffe.it.

In 30 secondi

RC Auto obbligatoria anche per i veicoli fermi, ma ci sono alcuni dubbi sulle nuove norme:
  1. Per il Sindacato Nazionale Agenti di Assicurazione, ci sono punti poco chiari e apparenti contraddizioni 
  2. Presentato un emendamento al decreto Milleproroghe per chiedere una sospensione dell'obbligo fino al 30/06/2024
  3. Le nuove regole impongono la copertura assicurativa per tutti i veicoli, anche se non utilizzati e parcheggiati in un'area privata
  4. Previste delle eccezioni, ma ci sono delle sanzioni per i trasgressori
  5. Come trovare la polizza RC Auto più conveniente con il comparatore di SOStariffe.it a febbraio 2024
RC Auto obbligatoria per veicoli fermi: le ultime sulla normativa

La RC Auto obbligatoria sui veicoli non utilizzati ma che possono circolare sta suscitando numerose polemiche e perplessità. A scendere in campo è lo SNA. Il Sindacato nazionale agenti di assicurazione ravvisa nel testo della nuova normativa una serie di punti poco chiari e apparenti contraddizioni. Dubbi interpretativi delle regole che potrebbero causare oneri eccessivi per gli automobilisti e incertezze per gli intermediari. Quanto basta per la presentazione di un emendamento al decreto Milleproroghe, tramite il quale si chiede la sospensione fino al 30 giugno 2024 di quest’obbligo entrato in vigore il 23 dicembre 2023 e che sta suscitando numerose difficoltà applicative.

Ma prima di analizzare la posizione dello SNA, è bene ricordare che, con il comparatore per assicurazioni auto di SOStariffe.it (consultabile al link qui sotto), è possibile trovare le polizze RC Auto più convenienti di febbraio 2024. 

Scopri la migliore polizza auto di febbraio 2024»  

Questo strumento gratuito, infatti, mette a confronto le proposte attualmente disponibili sul mercato, formulando dei preventivi “su misura” (ossia sulla base dei propri dati), per trovare l’assicurazione auto più conveniente, senza costi e nessun impegno da parte dell’utente. C’è anche la possibilità di richiedere assistenza gratuita chiamando il numero verde 800 999 565.

RC Auto obbligatoria: i dubbi degli assicuratori a Febbraio 2024

Esaminando la nuova normativa, lo SNA ritiene che la RC Auto obbligatoria estesa anche ai veicoli fermi e posteggiati in luoghi privati, “impegnerebbe i proprietari a stipulare delle polizze RC Auto complete del rischio di circolazione con costi anche di qualche migliaio di euro, per coprire un rischio assai inferiore rispetto a quello di incidenti da circolazione”.

La soluzione avanzata dallo SNA corre lungo due strade: 

  • eliminare l’obbligo di assicurare il “rischio da circolazione”;
  • prevedere la copertura del semplice “rischio statico”, con una spesa che sarebbe di poche decine di euro l’anno.

A questo proposito, il presidente dello SNA, Claudio Demozzi, ha già interpellato il ministero delle Imprese e del Made in Italy, chiedendo che si faccia chiarezza. Ma non solo: è stato anche presentato un emendamento al decreto Milleproroghe, in discussione alla Camera, con il quale si chiede una sospensione di quest’obbligo sino alla fine del prossimo mese di giugno. Dice il testo dell’emendamento: “Al fine di pianificare, senza pregiudizio per la stabilità economica, la stipula di polizze assicurative per la responsabilità civile risultante dalla circolazione di veicoli, in linea con le previsioni di cui alla direttiva (UE) 2021/2118 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 24 novembre 2021, l’efficacia delle disposizioni di cui all’articolo 2, comma 1, lettera a) n. 2, lettera c), lettera d) e lettera I), del decreto legislativo 22 novembre 2023, n. 184 è sospesa fino al 30 giugno 2024. Durante il periodo di sospensione trova applicazione la disciplina previgente”.

RC Auto obbligatoria anche per i veicoli fermi a Febbraio 2024

LE DOMANDE LE RISPOSTE
Che cosa cambia per le assicurazioni auto? Anche i veicoli fermi in garage hanno l’obbligo assicurativo a iniziare dal 23/12/2023
Perché è stata introdotta questa norma? Una legge ha cambiato il Codice delle assicurazioni private applicando le indicazioni di una direttiva europea
Chi non adempie a questo obbligo assicurativo, che cosa rischia?
  • Multa di 866 €
  • Decurtazione di 5 punti dalla patente
  • Ritiro della carta di circolazione
  • Sequestro del veicolo

Dal 23 dicembre 2023 è scattata la RC auto obbligatoria anche per i veicoli che rimangono fermi, ovvero quelli che non sono utilizzati per circolare su strade pubbliche, ma che restano parcheggiati nel garage di casa o comunque in aree private. La novità è contenuta nel decreto legislativo n.184/2023, che recepisce la normativa europea 2021/2118, modificando alcune disposizioni contenute nel Codice delle assicurazioni private.

Con questo provvedimento, dunque, l’obbligo di assicurazione per la responsabilità civile si applica “a prescindere dalle caratteristiche del veicolo, dal terreno su cui è utilizzato e dal fatto che sia fermo o in movimento”, si legge all’articolo 2 del decreto legislativo 184/2023.

La nuova normativa chiarisce che i veicoli sottoposti a obbligo di RC Auto sono:

  • veicoli a motore che si muovono sul terreno senza binari, che hanno una velocità massima superiore a 25 km/h o un peso superiore a 25 kg e una velocità massima superiore a 14 km/h;
  • veicoli elettrici leggeri (per esempio, i monopattini);
  • rimorchi.

Sono invece esenti dalla RC Auto obbligatoria:

  • i veicoli che non sono più in circolazione per demolizione, esportazione o ritiro;
  • i veicoli che non possono circolare per motivi legali. Per esempio, per sequestro o divieto;
  • i veicoli privi di parti essenziali. Per esempio, il motore.

Nel caso di violazione delle nuove regole sulla RC auto obbligatoria anche per i veicoli parcheggiati in aree private, i trasgressori saranno multati con le stesse sanzioni previste per gli automobilisti che circolano sprovvisti di assicurazione, ovvero:

  • una multa di 866 euro (che scende a 606,20 euro pagando entro cinque giorni);
  • la decurtazione di 5 punti dalla patente;
  • il ritiro della carta di circolazione;
  • il sequestro del veicolo.

Come trovare la miglior polizza RC Auto a Febbraio 2024

Gli automobilisti a caccia di convenienza possono fare affidamento sul comparatore di SOStariffe.it per assicurazioni auto, uno strumento gratuito che aiuta a scegliere la polizza auto con il miglior rapporto qualità/prezzo a febbraio 2024.

Ciò che rende il tool di SOStariffe.it un alleato del risparmio è la possibilità che offre agli utenti di confrontare i preventivi con un approccio “personalizzato”, tanto che la classifica delle polizze auto più vantaggiose è stilata sulla base di alcune informazioni:

  • dati anagrafici dell’utente (come età o Comune di residenza);
  • dati assicurativi (per esempio, la classe di merito del veicolo);
  • caratteristiche del mezzo da assicurare.

C’è anche la possibilità di salvare il preventivo, per valutarlo in un secondo momento, beneficiando del prezzo bloccato. Una volta scelta la polizza si può anche procedere con l’attivazione online senza nessun obbligo, né costi aggiuntivi.

Da ultimo, c’è da notare che il premio finale della polizza auto indicato nel preventivo tiene conto sia della copertura RC auto obbligatoria per poter circolare, sia delle garanzie accessorie. Queste ultime (per esempio: incendio e furto, atti vandalici, tutela legale, kasko e assistenza stradale) sono facoltative: si può scegliere se inserirle nella polizza o meno e quali inserire.