RC Auto per auto ferma: le novità normative di Gennaio 2024

RC Auto per auto ferma è un obbligo di legge. Non ci sono più eccezioni. Dal 23 dicembre 2023, è scattata l'assicurazione obbligatoria per la responsabilità civile per tutti i veicoli, compresi quelli che non sono utilizzati dai possessori e sono posteggiati in un’area privata. Per conoscere obblighi, eccezioni e sanzioni c’è SOStariffe.it.

In 30 secondi

RC Auto per auto ferma, come cambiano le regole a gennaio 2024:
  1. La nuova legge impone la copertura assicurativa per tutti i veicoli, anche quelli non utilizzati e parcheggiati in un'area privata (un garage)
  2. Che cosa prevedono le eccezioni e quali sono le sanzioni per i trasgressori
  3. Come trovare la migliore polizza RC Auto con il comparatore di SOStariffe.it
RC Auto per auto ferma: le novità normative di Gennaio 2024

RC Auto per auto ferma obbligatoria dal 23 dicembre 2023. La nuova legge impone che tutti i veicoli siano coperti da una polizza assicurativa per la responsabilità civile, anche se non sono utilizzati su strade pubbliche o aperte al pubblico, ma sono parcheggiati in aree private, come in un garage.

In soccorso degli automobilisti che siano alla ricerca di una polizza auto conveniente, c’è il comparatore per assicurazioni auto di SOStariffe.it. Questo tool gratuito e digitale mette a confronto le proposte di gennaio 2024, formulando dei preventivi “su misura” (ossia sulla base dei propri dati), per trovare l’assicurazione auto che faccia spendere meno. Non va poi dimenticato che, in qualsiasi momento, è possibile richiedere assistenza gratuita chiamando il numero verde 800 999 565. La consulenza è gratuita e senza impegno da parte dell’utente. Per avere una fotografia delle offerte, clicca sul bottone verde qui di seguito:

Scopri la migliore polizza auto di gennaio 2024»  

RC Auto per auto ferma: come cambiano le norme a Gennaio 2024

RC AUTO PER AUTO FERMA: LE NOVITÀ
1 Sulla base di una direttiva europea, una legge ha cambiato il Codice delle assicurazioni private
2 Anche i veicoli fermi in un box hanno l’obbligo assicurativo dal 23/12/2023
3 Chi non adempie a questo obbligo di legge può essere multato

L’obbligo assicurativo anche per le auto ferme in garage o in cortile è imposto da un decreto legislativo, il quale a sua volta attua una direttiva europea del 2019. La nuova legge ha modificato il Codice delle assicurazioni private. Ha esteso l’obbligo assicurativo ai veicoli che non sono utilizzati e restano fermi in un’area privata, ma sono in grado di circolare. Dice la normativa: “L’obbligo di assicurazione per la responsabilità civile si applica ai veicoli a motore indipendentemente dalle caratteristiche del veicolo, dal terreno su cui è utilizzato e dal fatto che sia fermo o in movimento”.

La nuova legge stabilisce anche quali siano i veicoli sottoposti a obbligo di RC Auto:

  • veicoli a motore che si muovono sul terreno senza binari, che hanno una velocità massima superiore a 25 km/h o un peso superiore a 25 kg e una velocità massima superiore a 14 km/h;
  • rimorchi;
  • veicoli elettrici leggeri (per esempio, i monopattini)

Ci sono però delle eccezioni. Secondo la nuova normativa sono invece esenti dalla polizza Rc Auto:

  • i veicoli che non sono più in circolazione per demolizione, esportazione o ritiro;
  • i veicoli che non possono circolare per motivi legali. Per esempio, per sequestro o divieto;
  • i veicoli privi di parti essenziali. Per esempio, il motore.

C’è da osservare, inoltre, che la nuova legge consente l’opzione per il contraente della polizza assicurativa di sospendere temporaneamente la copertura in alcune situazioni, comunicandolo in anticipo alla compagnia assicurativa, ma il periodo di interruzione della polizza non può essere superiore ai 10 mesi, che salgono a 11 mesi per i veicoli storici.

Per quanto riguarda le sanzioni, chi circola con un veicolo sprovvisto di copertura assicurativa è sanzionabile con una multa di 866 euro, ridotta a 606,20 euro pagando entro cinque giorni. In aggiunta c’è:

  • decurtazione di 5 punti dalla patente; 
  • sequestro del veicolo;
  • ritiro della carta di circolazione.

Assicurazioni auto: come trovare le migliori offerte di Gennaio 2024

Con il comparatore per assicurazioni auto di SOStariffe.it, è possibile trovare una polizza RC Auto che faccia risparmiare sul premio annuale. Infatti, con il tool digitale e gratuito di SOStariffe.it si riesce a individuare la compagnia assicurativa con l’offerta più economica. Ciò è possibile inserendo i propri dati anagrafici, assicurativi e le caratteristiche del veicolo da assicurare. Il risultato è un vero e proprio preventivo. Ma non si tratta di un preventivo generico.

Al contrario, si tratta di un preventivo personalizzato, poiché è calcolato sulla base dei propri dati. Con il comparatore di SOStariffe.it è possibile quindi trovare, con semplicità e in pochi minuti, l’opzione più vantaggiosa e, se lo si desidera, stipulare una polizza per il proprio veicolo.

C’è poi da sottolineare che è sufficiente inserire i dati una volta sola per calcolare decine di preventivi differenti con diverse compagnie assicurative, scoprire la migliore offerta, eventualmente salvare quella più conveniente per una successiva attivazione bloccandone il prezzo oppure attivarla direttamente.

Occorre ricordare che il premio finale della polizza auto indicato nel preventivo tiene conto sia della copertura RC auto obbligatoria per poter circolare, sia delle garanzie accessorie. Per esempio:

  • incendio e furto;
  • atti vandalici;
  • tutela legale;
  • kasko;
  • assistenza stradale.

Com’è noto queste ultime sono facoltative: si può scegliere se inserirle nella polizza o meno e quali inserire o meno.