Netflix: cos’è, come funziona, quanto costa

Una delle più innovative piattaforme nell’ambito della televisione a pagamento è senza dubbio Netflix, che propone tanti contenuti, in primo luogo serie tv, film, cartoni animati e documentari direttamente via Internet e con accesso multipiattaforma, dietro pagamento di un canone mensile alla portata di tutti e senza nessun obbligo di rinnovo. Qui seguito, tutti i dettagli del servizio.

Dal piano base a quello Premium, le modalità di abbonamento al servizio che ha rivoluzionato la tv

Netflix, la novità della tv streaming

Netflix è oggi in assoluto uno dei servizi più popolari per la tv streaming in Italia: dopo aver superato ogni record negli Stati Uniti – dove il servizio è nato nel 1997 come noleggio tramite spedizione postale di dvd e videogiochi – è arrivato nel nostro Paese nel 2015 e ha causato non pochi sconvolgimenti in un mondo che fino ad allora si limitava ad avere solo due grossi operatori, Sky e Mediaset Premium.

La grande rivoluzione portata da Netflix si basa su una serie di fattori, assolute novità per l’Italia: per prima cosa, è uno streaming che viene trasmesso solo via Internet, senza necessità di antenne, con app multipiattaforma che consentono di guardare i contenuti su smart tv ma anche tablet e smartphone; in secondo luogo il suo modello di business non prevede abbonamenti costosi, ma un canone di circa una decina di euro che può essere interrotto in qualsiasi momento, senza obblighi di rinnovo, a differenza delle modalità tradizionali della pay tv che in genere richiedono almeno un anno di abbonamento; infine, Netflix – anche se in Italia questo effetto è stato un po’ attutito dal ruolo di Sky, che proprio da Netflix ha acquistato molte delle sue esclusive – è stata una delle forze principali dietro l’avvento del modello delle serie tv, oggi predominante.

Netflix oggi produce anche moltissimi contenuti originali, cioè serie e film che vengono realizzati apposta per la piattaforma e che sono sue esclusive: tra questi, nomi come Stranger Things, Jessica Jones, Narcos, Better Call Saul, The Crown, l’ultima stagione di Black Mirror e molti altri.

Oltre a film e serie tv, inoltre, Netflix propone anche una vasta gamma di contenuti come documentari, cartoni animati, trasmissioni comiche, il tutto sempre con possibilità di visione illimitata e nessuna interruzione pubblicitaria. Il servizio poi propone nuovi titoli ogni mese, nuovi e con i diritti recentemente acquistati.
Confronta le offerte tv

Abbonarsi a Netflix

Esistono attualmente tre diversi tipi di abbonamento, o piani, che si possono stipulare con Netflix: variano, oltre che per il canone, anche per il numero di schermi su cui è possibile vedere i contenuti contemporaneamente (non dispositivi registrati, come invece capita con Sky Go Plus) e per la massima definizione possibile dei contenuti stessi, dalla definizione standard all’altissima definizione. Più precisamente:

  • Piano di base: 1 schermo SD (visione su 1 schermo alla volta, in definizione standard), a 7,99 euro al mese
  • Piano standard: 2 schermi HD (visione su 2 schermi alla volta, in alta definizione se disponibile), a 10,99 euro al mese
  • Piano premium: 4 schermi HD/UHD (visione su 4 schermi alla volta, in alta definizione e ultra alta definizione, se disponibile), a 13,99 euro al mese

Tutti i piani permettono di vedere Netflix su laptop, tv, cellulare e tablet, senza limiti e con la possibilità di disdire quando si vuole.

In più, il primo mese è gratis, quindi è possibile provare il servizio per 30 giorni senza dover pagare nulla. Al termine della prova, si può scegliere se continuare con Netflix in abbonamento, e in caso si scelga in questo modo verrà addebitata la quota indicata tra i tre piani. L’abbonamento a Netlifx può essere pagato in diversi modi: con carta di debito e di credito (la piattaforma accetta Visa, MasterCard, American Express e PostePay), con carte di credito prepagate, con carte regalo Netflix (si trovano in vendita presso alcuni negozi), con PayPal e anche con iTunes, se ci si abbona su Apple TV o sui modelli di iPhone, iPad o iPod Touch che utilizzano iOS 7.0 o una versione successiva. Esiste anche la fatturazione tramite partner di telefonia mobile, tra cui Telecom Italia, Vodafone e Wind Tre.

Come guardare i contenuti di Netflix

Per poter accedere ai contenuti di Netflix è quindi indispensabile avere una connessione a banda larga, secondo la tabella fornita da Netflix stessa:

  • 0,5 megabit al secondo – Velocità di connessione a banda larga richiesta
  • 1,5 megabit al secondo – Velocità di connessione a banda larga raccomandata
  • 3,0 megabit al secondo – Velocità raccomandata per qualità SD
  • 5,0 megabit al secondo – Velocità raccomandata per qualità HD
  • 25 megabit al secondo – Velocità raccomandata per qualità Ultra HD

In altre parole, non si può con una semplice ADSL vedere i contenuti di Netflix a una velocità accettabile se sono in ultra HD, ed è quindi raccomandata la fibra. Comunque è possibile gestire l’uso della larghezza di banda modificando le impostazioni di qualità per consumare meno dati.

Netflix è rinomata anche per la qualità della sua interfaccia, molto intuitiva e facile da navigare, che include inoltre diverse possibilità come la classificazione per età, i sottotitoli, l’audio alternativo; in più è possibile utilizzare diversi profili per accedere con consigli personalizzati diversi in base al proprio uso.

Commenti Facebook: