Mutui casa per Under 36: agevolazione prorogata, come sfruttarla a Luglio 2023

Estesa di tre mesi la garanzia statale all’80% sulla quota capitale dei mutui per la prima casa destinati ai giovani con meno di 36 anni e ISEE fino a 40 mila euro. Le novità a luglio 2023 e un focus su come trovare il miglior mutuo con il comparatore di SOStariffe.it.

In 30 secondi

Prorogata di tre mesi la garanzia massima per i mutui casa per giovani under 36: 
  1. Cosa prevede la misura in vigore fino al 30 settembre 2023
  2. A chi si rivolge l'agevolazione e come funziona a luglio 2023
  3. Che cos'è il Bonus mutuo prima casa per giovani con meno di 36 anni
  4. Come trovare i mutui più adatti alle proprie esigenze con il comparatore di SOStariffe.it
Mutui casa per Under 36: agevolazione prorogata, come sfruttarla a Luglio 2023

I giovani under 36 con ISEE fino a 40 mila euro e che siano in procinto di comprare casa possono tirare un sospiro di sollievo: è stata infatti prorogata di tre mesi (al 30 settembre 2023) la garanzia statale massima dell’80% sulla quota capitale dei mutui.

Di seguito, gli esperti di SOStariffe.it illustrano le novità previste dalla norma contenuta nel decreto sugli Enti Pubblici, introdotta durante l’esame alla Camera e ora all’esame della Commissione Affari costituzionali del Senato.

Ma prima di passare sotto la lente d’ingrandimento questa misura, è bene ricordare che il comparatore di SOStariffe.it per mutui consente di confrontare le migliori proposte messe a punto dagli istituti finanziari a luglio 2023 e individuare quello maggiormente in linea con le proprie esigenze.

Clicca al link di seguito per consultare il comparatore di SOStariffe.it:

SCOPRI LE MIGLIORI PROPOSTE DI MUTUO »

Mutui prima casa under 36: garanzia all’80% prorogata sino a fine Settembre 2023

LE DOMANDE DEI CONSUMATORI LE RISPOSTE DEL TEAM DI SOSTARIFFE.IT
Quali novità ci sono a luglio 2023 per l’acquisto della prima casa per giovani under 36? È stato prorogata fino al 30 settembre 2023 la garanzia massima dell’80% sulla quota capitale dei mutui
Dove è contenuta questa norma? Nel decreto sugli Enti Pubblici, ora all’esame della commissione Affari Istituzionali del Senato
In che cosa consiste l’estensione di tre mesi della garanzia? Lo Stato offre garanzie alle banche e alle società finanziarie che concedono mutui di importo fino a un massimo dell’80% del prezzo d’acquisto, con un valore dell’immobile che non deve superare i 250 mila euro
A chi si rivolge in particolare questa norma? A giovani under 36 con ISEE inferiore ai 40mila euro e a giovani coppie

Come anticipato poco sopra, la norma introdotta nel decreto sugli Enti Pubblici, ora all’esame della commissione Affari Istituzionali del Senato, prevede la proroga di tre mesi della garanzia massima (80%) sulla quota capitale dei mutui per l’acquisto della prima casa da parte di under 36 e giovani coppie.

L’estensione della garanzia massima, a valere sul Fondo di garanzia per l’acquisto della prima casa, era stata introdotta dal governo Draghi nel 2021 ed era stata prorogata fino al 30 giugno 2023 dal decreto Milleproroghe di dicembre 2022. Ora una nuova norma estende l’efficacia dell’agevolazione di altri mesi, fino al 30 settembre 2023.

La misura riguarda, in particolare:

  • giovani di età inferiore ai 36 anni, con ISEE non superiore a 40.000 euro annui;
  • giovani coppie;
  • nuclei familiari monogenitoriali con figli minori;
  • conduttori di alloggi IACP.

Bonus prima casa per under 36: cos’è e come funziona a Luglio 2023

Il Bonus prima casa under 36 è una misura che vuole aiutare i giovani ad acquistare un’abitazione. Esso prevede sia delle agevolazioni per l’accesso al credito sia delle detrazioni fiscali sulla tassazione applicata all’acquisto.

Nel primo caso, con il Fondo di Garanzia per la prima casa (rifinanziato con la legge di Bilancio 2023), per i giovani ci sono maggiori possibilità di accesso al credito: lo Stato offre garanzie alle banche e alle società finanziarie che concedono mutui di importo fino all’80% del prezzo d’acquisto, anche se il valore dell’immobile non deve superare i 250 mila euro (anche con ristrutturazione e riqualificazione). Così si permette ai giovani di acquistare la prima casa con il minimo apporto di denaro.

Per le agevolazioni fiscali sono previste:

  • l’esenzione dall’imposta di registro;
  • l’esenzione dalle imposte ipotecaria e catastale;
  • la riduzione del 50% sugli onorari notarili;
  • il credito d’imposta (sugli atti soggetti ad IVA) pari all’IVA corrisposta, che poi potrà essere portato in diminuzione sui redditi delle persone fisiche, così come sulle imposte di registro, ipotecaria, catastale, sulle successioni e donazioni dovute sugli atti e sulle denunce presentati dopo la data di acquisizione del credito.

Tali agevolazioni si applicano agli atti stipulati nel periodo compreso tra il 26 maggio 2021 e il 31 dicembre 2023.