Bonus Verde 2023: come funziona e come richiederlo a Luglio

Il Bonus verde è una detrazione fiscale del 36% su un totale di 5mila euro per le spese legate alla sistemazione del proprio giardino o terrazzo. Ecco come funziona a luglio 2023 su SOStariffe.it.

In 30 secondi

Anche a luglio 2023 è possibile beneficiare del Bonus verde:
  1. L'identikit della detrazione Irpef del 36% sulle spese sostenute per la sistemazione del verde di casa
  2. La fotografia degli interventi agevolabili e la lista dei lavori non ammessi per beneficiare dello sconto fiscale
  3. Convenienza e risparmio energetico con le offerte luce green del Mercato Libero a luglio 2023
Bonus Verde 2023: come funziona e come richiederlo a Luglio

È in vigore anche a luglio 2023 il Bonus verde. Si tratta di un’agevolazione fiscale che permette alle famiglie italiane che vogliano cambiare look al proprio giardino o terrazzo di detrarre il 36% delle spese sostenute per i lavori, fino a tetto massimo di 5mila euro per unità immobiliare.

Nei paragrafi che seguono, gli esperti di SOStariffe.it tracciano un identikit di questa misura: cos’è, come funziona, a chi si rivolge e fino a quando se ne può beneficiare.

Qui sotto, invece, è possibile accedere al comparatore di SOStariffe.it per offerte luce. Questo strumento digitale e gratuito aiuta i consumatori a confrontare le offerte luce proposte dai gestori energetici del Mercato Libero che sposano convenienza, sostenibilità e risparmio energetico, così da individuare la soluzione per illuminare la propria casa (e annesso giardino/terrazzo) più in linea con le proprie esigenze di spesa e stili di consumo.

Clicca sul pulsante verde per avviare subito il confronto delle offerte luce a luglio 2023:

CONFRONTA LE offerte LUCE »

Utilizzare il comparatore di SOStariffe.it è semplice e intuitivo: basta indicare il proprio consumo annuo di energia elettrica (oppure stimarlo attraverso i filtri integrati nel comparatore stesso) per avere un quadro esauriente delle soluzioni luce più competitive disponibili nel Mercato Libero in quest’estate 2023.

Controlla i tuoi consumi e scopri il risparmio Seleziona i tuoi elettrodomestici

Bonus verde: cos’è e quali lavori si possono detrarre a Luglio 2023

BONUS VERDE: I LAVORI AGEVOLABILI BONUS VERDE: I LAVORI NON AMMESSI
  • Sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi
  • Realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili
  • Eventuali spese di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione di tali interventi
  • Manutenzione ordinaria periodica dei giardini preesistenti non connessa ad un intervento innovativo o modificativo
  • Lavori in economia

Che cos’è il bonus verde? La risposta a questa domanda arriva direttamente dall’Agenzia delle Entrate. Quest’ultima, sul suo sito, chiarisce che il Bonus verde, esteso al 2024 dalla legge di Bilancio 2022, consiste in una detrazione Irpef del 36% sulle spese sostenute per i seguenti interventi:

  • sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi;
  • realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

Non è, invece, possibile beneficiare della detrazione nel caso di:

  • manutenzione ordinaria periodica dei giardini preesistenti non connessa ad un intervento innovativo o modificativo;
  • lavori in economia.

Lo sconto fiscale comprende anche:

  • eventuali spese di progettazione connesse all’esecuzione degli interventi;
  • eventuali spese di manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi.

Il Fisco segnala, inoltre, che la detrazione “va ripartita in dieci quote annuali di pari importo e va calcolata su un importo massimo di 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo”. Di conseguenza, la detrazione massima è di 1.800 euro (36% di 5.000) per immobile.

Infine, come avviene già per i bonus edilizi, il pagamento delle spese deve avvenire attraverso strumenti che consentano la tracciabilità delle operazioni (per esempio, bonifico bancario o postale).

Bonus verde: chi può beneficiare della detrazione a Luglio 2023

Hanno diritto alla detrazione coloro che possiedono o detengono, sulla base di un titolo idoneo, l’immobile oggetto degli interventi e che hanno sostenuto le relative spese.

Di conseguenza possono beneficiarne, tra l’altro:

  • i proprietari;
  • i titolari di un diritto sull’immobile (come uso o usufrutto);
  • gli affittuari.

Dal Fisco fanno inoltre sapere che con il Bonus verde sono agevolabili anche le spese sostenute per interventi eseguiti sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali, fino a un importo massimo complessivo di 5.000 euro per unità immobiliare destinate a uso abitativo.

In questo caso, ha diritto alla detrazione il singolo condomino nel limite della quota ad esso imputabile a condizione che la stessa sia stata effettivamente versata al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi.