Bonus Bollette: ufficializzati gli importo per il terzo trimestre del 2023

Il Bonus Bollette continua a rappresentare una misura fondamentale per contrastare la crisi energetica, ancora in corso nonostante il calo netto dei prezzi all'ingrosso registrato nel primo semestre del 2023. Il Governo ha recentemente esteso a tutto il terzo trimestre dell'anno la versione potenziata dei Bonus Luce e Gas che, fino alla fine del mese di settembre, saranno disponibili con un bonus integrativo. ARERA ha ufficializzato l'importo dei bonus per il terzo trimestre del 2023. Ecco tutti i dettagli.

In 30 secondi

ARERA ha ufficializzato gli importi del Bonus Bollette per il terzo trimestre del 2023
  • per la luce si arriva fino a 67,16 euro (disagio economico) e fino a 210,68 euro (disagio fisico)
  • per il gas l'importo massimo è di 42,32 euro
  • per tagliare le bollette è possibile puntare sulle migliori offerte luce e gas del Mercato Libero
Bonus Bollette: ufficializzati gli importo per il terzo trimestre del 2023

Il Bonus Bollette, che si articola nel Bonus Luce per disagio fisico e disagio economico oltre che nel Bonus Gas per disagio economico, è un’importante misura per contrastare la crisi energetica. Nonostante il netto calo dei prezzi all’ingrosso registrato nel primo semestre dell’anno, l’energia costa ancora molto, con quotazioni ben superiori ai livelli pre-crisi. Per questo motivo, i Bonus Luce e Gas ricoprono un ruolo fondamentale per aiutare le famiglie in difficoltà a pagare le bollette regolarmente.

Questi bonus si traducono in uno sconto in bolletta. Per tutto il terzo trimestre del 2023, quindi fino a fine settembre, è previsto un bonus integrativo che andrà a sommarsi al bonus ordinario. Si tratta, quindi, di un vero e proprio Bonus Bollette potenziato. ARERA, l’Autorità italiana per l’energia, ha appena ufficializzato gli importi dei Bonus Luce e Gas per il terzo trimestre dell’anno in corso che garantiranno uno sconto sulle bollette di luce e gas. Ecco tutto quello che c’è da sapere in merito.

Bonus Luce: quanto vale l’agevolazione nel terzo trimestre del 2023

Il Bonus Luce per disagio economico è accessibile a tutte le famiglie con ISEE non superiore a 9.530 euro oppure alle famiglie con almeno 4 figli con ISEE fino a 30.000 euro oltre che per i nuclei familiari titolari del Reddito o della Pensione di Cittadinanza. In più, per le famiglie con ISEE compreso tra 9.530 e 15.000 euro viene riconosciuto ugualmente il bonus ma con un importo ridotto all’80% del suo valore completo. A determinare l’importo dell’agevolazione è un solo fattore: la composizione del nucleo familiare e, quindi, il numero di componenti.

Per il terzo trimestre del 2023, quindi, gli importi previsti del Bonus Luce sono i seguenti:

  • 1-2 componenti: 50,6 euro (40,48 euro per chi riceve il bonus ridotto all’80%)
  • 3-4 componenti: 61,64 euro (49,31 euro per chi riceve il bonus ridotto all’80%)
  • oltre 4 componenti: 67,16 euro (53,73 euro per chi riceve il bonus ridotto all’80%)

Ricordiamo che il Bonus Luce per disagio economico viene riconosciuto in automatico, senza la necessità di presentare alcuna domanda. Basta aver richiesto l’ISEE.

C’è poi il Bonus Luce per disagio fisico, riconosciuto alle famiglie che sono costrette ad utilizzare un’apparecchiatura elettromedicale per il sostentamento della vita di uno dei componenti. Questo deve essere richiesto (al Comune oppure ad un CAF abilitato) presentando un certificato ASL che attesti la necessità di utilizzare l’apparecchiatura elettromedicale. Anche questo bonus viene potenziato per il terzo trimestre.

L’importo effettivo del Bonus Luce per disagio fisico è legato alla potenza impegnata della fornitura e all’extra consumo legato all’utilizzo dell’apparecchiatura elettromedicale. L’importo effettivo per il trimestre è, quindi, compreso tra un minimo di 59,80 euro e un massimo di 210,68 euro in base ai due fattori citati in precedenza.

Bonus Gas: quanto vale l’agevolazione nel terzo trimestre del 2023

Anche per il Bonus Gas c’è un potenziamento per tutto il terzo trimestre del 2023. I requisiti per l’accesso all’agevolazione sono gli stessi visti per il Bonus Luce per disagio economico. Di conseguenza, è necessario rispettare i limiti ISEE descritti primi:

  • ISEE non superiore a 9.530 euro
  • per le famiglie con almeno 4 figli è previsto un limite ISEE fino a 30.000 euro
  • il bonus viene riconosciuto ai nuclei familiari titolari del Reddito o della Pensione di Cittadinanza

Anche per il Bonus Gas, inoltre, l’agevolazione viene estesa alle famiglie con ISEE compreso tra 9.530 e 15.000 euro ma l’importo effettivo viene ridotto dell’80%, garantendo comunque uno sconto sulla bolletta.

In questo caso, però, gli elementi che influenzano l’importo sono molteplici. Il valore del Bonus, infatti, dipende dai seguenti fattori:

  • il numero di componenti del nucleo familiare
  • il tipo di utilizzo del gas naturale in casa
  • la zona climatica dove è ubicata la fornitura

Dalla combinazione di questi tre elementi è possibile determinare l’importo del bonus. La tabella qui di sotto (fonte ARERA) mostra l’importo del Bonus Gas per il terzo trimestre per tutte le combinazioni possibili dei tre fattori citati in precedenza. Per il trimestre che va da luglio a settembre, come da tradizione considerando il calo dei consumi in estate, è previsto un importo ridotto del bonus con un minimo di 17,48 euro e un massimo di 42,32 euro.

Ecco i dettagli completi.

bonus gas

Come ridurre le bollette di luce e gas a luglio 2023

Complessivamente, per il terzo trimestre del 2023 è possibile ottenere fino ad un massimo di poco meno di 110 euro come sconto garantito dai Bonus Luce e Gas per disagio economico. Nella maggior parte dei casi, però, l’importo effettivo sarà molto più basso, anche considerando che il numero maggiore di beneficiari riceve l’importo ridotto all’80% dell’agevolazione.

Per tutte le famiglie e non solo per gli aventi diritto al bonus è possibile ottenere una netta riduzione delle bollette andando a ridurre il costo dell’energia. Si tratta di un aspetto fondamentale per massimizzare il risparmio, sia in estate che successivamente. In questo momento, con il calo dei prezzi all’ingrosso, dare un taglio alle bollette diventa fondamentale.

Per questo motivo, è possibile individuare le migliori tariffe luce e gas del momento, tra le tante opzioni disponibili sul Mercato Libero, grazie al comparatore di SOStariffe.it per offerte luce e gas, accessibile tramite il link qui di sotto. Si tratta del sistema più efficace per individuare le offerte giuste e massimizzare il risparmio in bolletta nel corso del prossimo futuro.

Scopri qui le migliori offerte luce e gas »

Per sfruttare la comparazione è sufficiente inserire una stima del proprio consumo annuo. Il tool di confronto mostrerà, quindi, le tariffe più convenienti del momento, fornendo anche una stima della spesa mensile attesa, in base ai consumi effettivi dell’utente. Per recuperare il dato relativo al proprio consumo annuo è possibile consultare l’ultima bolletta inviata dal proprio fornitore, nella sezione consumi, oppure utilizzare il tool del comparatore per stimare i consumi.

In qualsiasi momento, inoltre, è possibile affidarsi al servizio di consulenza di SOStariffe.it, completamente gratuito e senza impegno, disponibile al numero 02 5005 111. Un team di esperti sarà sempre pronto ad intervenire per aiutare l’utente sia nella scelta della tariffa più vantaggiosa che per la sua attivazione. Per attivare un’offerta, ricordiamo, non sono previsti costi iniziali e basta avere a disposizione i dati dell’intestatario della fornitura e il codice identificativo (POD per la luce e PDR per il gas) della stessa, riportato in bolletta.