Bonus condizionatore 2021: come ottenerlo senza ristrutturare casa

Il Bonus Condizionatore 2021 è un'importante agevolazione che consente di ottenere una detrazione fiscale, fino al 65% dell'importo speso, sull'installazione di un nuovo impianto di raffreddamento domestico, anche in caso di sostituzione di un impianto già esistente e caratterizzato da un consumo energetico maggiore. Per accedere al Bonus Condizionatore 2021 non è necessario effettuare ulteriori investimenti in quanto l'agevolazione viene concessa anche senza ristrutturare casa grazie alla normativa prevista dall'Ecobonus 2021. In base alla tipologia di intervento realizzata in casa sarà possibile ottenere una detrazione fiscale del 50% o del 65%.

Bonus condizionatore 2021: come ottenerlo senza ristrutturare casa

Per combattere le giornate di caldo estivo è necessario affidarsi ad un condizionatore, un elettrodomestico in grado di rinfrescare casa in modo semplice, immediato e molto efficace. Installare un nuovo condizionatore ad alta efficienza energetica può essere particolarmente conveniente. A disposizione dei contribuenti, infatti, c’è il Bonus Condizionatore 2021, un’agevolazione fiscale prevista dall’Ecobonus 2021. Tale bonus consente di ottenere una detrazione fiscale IRPEF del 50% o del 65%, in base al tipo di intervento effettuato, anche senza ristrutturare casa.

Si tratta, quindi, di un’occasione ottimale per acquistare un nuovo condizionatore andando ad ottimizzarne al massimo la spesa. Vediamo tutto quello che c’è da sapere su tale agevolazione che può ridurre notevolmente i costi per il rinfrescamento di casa.

Come funziona il Bonus Condizionatore senza ristrutturazione

L’accesso all’agevolazione fiscale, che si traduzione di una detrazione IRPEF, può avvenire a seguito dell’acquisto e dell’installazione di diverse tipologie di impianti come climatizzatori a basso consumo energetico, deumidificatori e pompe di calore. In base alla tipologia di intervento per cui si richiede l’agevolazione, la detrazione fiscale prevista sarà del 50% oppure del 65%.

Per l’accesso alla detrazione fiscale al 65% è necessario sostituire il precedente impianto di riscaldamento presente in un immobile con un sistema a pompa di calore ad alta efficienza energetica. Anche la sostituzione del vecchio impianto di climatizzazione con un nuovo sistema a pompa di calore ad alta efficienza consentirà di accedere alla detrazione fiscale del 65%.

In caso di acquisto di un nuovo condizionatore, a seguito di ristrutturazione edilizia ordinaria di un appartamento o di un condominio, sarà possibile beneficiare della detrazione del 50% delle spese sostenute. In questo caso, per l’accesso alla detrazione fiscale non è necessario che il condizionatore sia ad alta efficienza ma viene richiesto, come requisito essenziale per l’accesso alla detrazione, che l’intervento riduca il fabbisogno energetico dell’immobile o del condominio.

La detrazione al 50%, inoltre, viene riconosciuta in caso di installazione di un climatizzatore di classe energetica superiore (almeno A+) in occasione di una ristrutturazione edilizia straordinaria. In base alla tipologia di intervento, quindi, sarà possibile ottenere una detrazione sulla spesa e, di fatto, ridurre il costo relativo all’acquisto ed all’installazione di un nuovo condizionatore.

L’accesso all’Ecobonus prevede un limite per la spesa detraibile. Tale limite è strettamente collegato alla tipologia di intervento realizzata. Ad esempio, è previsto un limite di spesa di 96 mila euro se l’acquisto del condizionatore avviene a seguito di lavori ordinari. La spesa massima detraibile in caso di sostituzione di un impianto con uno ad alta efficienza, invece, prevede una spesa massima detraibile di 46.154 euro.

La detrazione fiscale viene riconosciuta in 10 rate annuali di pari importo. In questo modo, il contribuente potrà beneficiare di una detrazione dell’aliquota IRPEF per i successivi 10 anni andando così ad ammortizzare in modo significativo la spesa nel corso del tempo.

Come richiedere il Bonus Condizionatore 2021

La richiesta del bonus, che ribadiamo viene riconosciuto sotto forma di detrazione fiscale IRPEF in base all’importo speso dal contribuente, viene effettuata in fase della prossima dichiarazione dei redditi. Per ottenere il bonus è necessario presentare tutta la documentazione relativa alle spese sostenute per l’acquisto del condizionatore. I pagamenti relativi al nuovo condizionatore dovranno essere effettuati con metodi tracciabili in modo da poter vedersi riconosciuta la detrazione fiscale.

Per poter richiedere il Bonus Condizionatore 2021 è possibile effettuare il pagamento tramite bonifico bancario ordinario o postale oppure tramite bonifico parlate. Da notare che è anche possibile ottenere la detrazione in caso di pagamento rateale tramite finanziamento. In ogni caso, sarà necessario presentare, in fase di dichiarazione dei redditi, la documentazione relativa alla transazione, o alle transazioni, legate alla spesa per cui si richiede la detrazione fiscale. Senza tale documentazione non sarà possibile beneficiare della detrazione anche se la spesa sostenuta rientra nelle casistiche previste dalla normativa sull’Ecobonus 2021.

Il Bonus Condizionatore 2021 può essere richiesto per l’acquisto di un condizionatore o un climatizzatore effettuato entro il prossimo 31 dicembre 2021. Sarà, quindi, possibile beneficiare della detrazione fiscale anche in caso di acquisto del condizionatore al termine dell’estate 2021 ed in vista dell’estate del prossimo anno e degli anni successivi. Basterà rispettare il termine ultimo del 31 dicembre 2021 (al momento non ci sono indicazioni in merito ad una possibile proroga dell’Ecobonus).

Per poter accedere alla detrazione fiscale sarà necessario fornire, in fase di dichiarazione dei redditi, la dichiarazione di un tecnico abilitato, l’attestato di prestazione energetica APE, la scheda informativa sugli interventi realizzati e, infine, la documentazione relativa ai pagamenti tracciabili effettuati per il saldo della spesa per cui si richiede la detrazione fiscale.

Chi può accedere al Bonus Condizionatore 2021

L’agevolazione prevista dall’Ecobonus permette a una vasta platea di utenti di poter richiedere la detrazione fiscale. Il bonus, infatti, può essere richiesto da persone fisiche ma anche da partite IVA, condomini e altri soggetti come istituti autonomi per le case popolari e cooperative di abitazioni a proprietà indivisa.

E’ importante sottolineare, inoltre, che per l’accesso al Bonus Condizionatore non viene richiesto l’ISEE. La normativa consente a tutti i contribuenti di poter accedere alla detrazione fiscale al 50% o al 65% a prescindere dal valore della certificazione ISEE. L’assenza di tale limite consente di estendere in modo significativo il numero di potenziali beneficiari del bonus andando così ad incrementarne notevolmente l’efficacia.

C’è anche il Superbonus al 110%

Il “Bonus Condizionatori” può essere riconosciuto anche come parte del Superbonus che consente di accedere ad una detrazione fiscale del 110% dell’importo speso. In questo caso, però, è necessario abbinare all’acquisto del condizionatore anche almeno un interventotrainante“. La normativa del Superbonus, infatti, vincola l’accesso alla detrazione fiscale alla realizzazione di una serie di lavori di ristrutturazione e di miglioramento dell’efficienza energetica.

Complessivamente, per ottenere il Superbonus al 110% è necessario ottenere un miglioramento di due classi energetiche dell’immobile. In alternativa, sarà possibile accedere al bonus raggiungendo la classe energetica più elevata prevista dalla normativa. Il miglioramento dell’efficienza energetica ottenuto grazie agli interventi “trainanti” ed a quelli “trainanti” (tra cui rientra il condizionatore) deve essere confermato dall’APE (Attestato di Prestazione Energetica).

Il Superbonus viene riconosciuto come detrazione in cinque rate annuali di pari importo.

Come tagliare i costi di utilizzo del condizionatore

Anche puntando su di un condizionatore ad alta efficienza è importante sottolineare che rinfrescare casa comporta una spesa notevole. Per gestire al meglio l’utilizzo di quest’elettrodomestico durante i mesi estivi è opportuno seguire una serie di accorgimenti. La prima cosa da fare è rappresentata dalla scelta di una tariffa luce conveniente ed in grado di minimizzare il costo dell’elettricità utilizzata in casa. Si tratta di un aspetto fondamentale e da non sottovalutare per risparmiare.

La scelta della tariffa più conveniente può avvenire tramite il comparatore di SOStariffe.it per offerte luce, disponibile anche tramite l’App di SOStariffe.it. L’utente potrà inserire una stima del consumo annuo di energia in modo da scoprire rapidamente le tariffe più vantaggiose del Mercato Libero da attivare. La stima di consumo può essere calcolata grazie al tool del comparatore oppure ricavando i dati di consumo dalla bolletta dell’attuale fornitore di energia.

Scopri qui le migliori offerte luce »

Dopo aver abbassato il costo dell’energia elettrica, grazie alle migliori offerte luce del mercato, è necessario assicurarsi di utilizzare il condizionatore in modo corretto, evitando inutili sprechi di energia elettrica che farebbero solo aumentare i costi di gestione senza produrre benefici. Per un utilizzo corretto è necessario:

  • utilizzare il condizionatore assicurandosi di aver coibentato gli ambienti da raffreddare chiudendo porte e finestre ed evitando fuoriuscite di aria fredda verso l’esterno
  • evitare di abbassare troppo la temperatura in casa; basteranno 5 gradi in meno rispetto alla temperatura ambiente per poter ottenere una buona sensazione di fresco; oltre questa soglia il consumo di energia aumenterà esponenzialmente
  • utilizzare le funzionalità avanzate del condizionatore (deumidificazione, modalità eco) per ottimizzare i consumi senza rinunciare al rinfrescamento
  • alternare l’utilizzo del condizionatore a quello di un altro sistema di rinfrescamento come un ventilatore a pale da soffitto
  • effettuare sempre gli interventi di manutenzione periodica del condizionatore in modo da garantire la massima efficienza di funzionamento del dispositivo

Con un po’ di accortezza nell’utilizzo del condizionatore, la scelta delle migliori tariffe luce e utilizzo delle detrazioni fiscali come il Bonus Condizionatore 2021 sarà possibile ottenere tanti vantaggi a costi davvero ridotti. Combinando tutte le soluzioni a disposizione, infatti, si potrà ridurre notevolmente il costo del condizionatore  e del sistema di rinfrescamento di casa.

Commenti Facebook: