A chi spetta il bonus 150 euro ad Agosto 2023

Mentre la campagna dei pagamenti INPS per l’erogazione del bonus 150 euro contro il caro bollette è alle battute finali, c’è tempo fino al 7 agosto 2023 per presentare domanda per il bonus bollette Roma. Tutte le novità su SOStariffe.it.

In 30 secondi

Bonus 150 euro contro il caro bolletta, le novità ad agosto 2023:
  1. Continua l'erogazione da parte dell'INPS del bonus 150 euro del decreto Aiuti ter
  2. Quali sono i pagamenti che l'Inps deve ancora erogare
  3. C'è tempo fino al 7 agosto per fare domanda per i 150 euro del bonus bollette Roma
  4. Le migliori offerte luce e gas per risparmiare in bolletta ad agosto 2023
A chi spetta il bonus 150 euro ad Agosto 2023

Non si ferma l’erogazione, da parte dell’INPS, del bonus 150 euro, la misura anti-inflazione introdotta dal governo Draghi (con il decreto Aiuti ter) per aiutare le famiglie italiane a pagare le bollette di luce e gas, oltre a far fronte agli incrementi generalizzati del carrello della spesa.

Coloro che abbiano diritto a questa indennità una tantum e che non l’abbiano ancora ricevuta nei mesi scorsi o in queste settimane, possono stare tranquilli: riceveranno i 150 euro ad agosto 2023.

Bonus 150 euro contro il caro bollette: i beneficiari ad Agosto 2023

Quali sono le categorie di lavoratori ancora in attesa di ricevere il bonus 150 euro contro il caro bolletta ad agosto 2023? Si tratta, perlopiù, degli autonomi occasionali e di quei lavoratori che hanno dovuto presentare domanda all’INPS entro aprile 2023 per ottenere l’indennità una tantum. Tra loro ci sono anche:

  • co.co.co;
  • lavoratori stagionali;
  • assegnisti e dottorandi;
  • lavoratori dello spettacolo;
  • partite Iva.

Se gli aiuti del governo si sono dimostrati finora cruciali per aiutare le famiglie a fronteggiare il caro energia, c’è anche un altro “alleato” del risparmio a cui affidarsi per tenere a bada le bollette: il Mercato Libero. Vero e proprio “scudo” contro i rincari, la libera concorrenza permette di accedere a un costo unitario della materia prima (costo kWh e costo metano al metro cubo) più contenuta rispetto a quello stabilito dalla Maggior Tutela.

Come scovare l’offerta più vantaggiosa tra la moltitudine di proposte messa a punto dai gestori energetici del Mercato Libero? Basta utilizzare il comparatore di SOStariffe.it per offerte luce e gas, accessibile cliccando al link qui sotto:

SCOPRI LE MIGLIORI OFFERTE LUCE E GAS »

Grazie a questo strumento, digitale e gratuito, è possibile fare delle simulazioni a partire dai propri dati di consumo reale, oppure utilizzando i filtri disponibili al suo interno. Elaborando tutte queste informazioni, il tool di SOStariffe.it restituirà all’utente una classifica delle migliori soluzioni luce e gas per quel determinato fabbisogno energetico.

Bonus bollette Roma: prorogato il termine ad Agosto 2023

DOMANDA 1 DOMANDA 2 DOMANDA 3
Che cos’è il bonus bollette Roma? A quanto ammonta il bonus? Quando scade il termine per fare domanda?
È una misura per aiutare le famiglie a più basso reddito residenti a Roma a fronteggiare il pagamento delle bollette della luce È un contributo una tantum di 150 euro La scadenza iniziale era prevista per il 24 luglio 2023, ma è stata posticipata al 7 agosto 2023

Se l’erogazione da parte dell’INPS del bonus 150 euro previsto dal governo Draghi con il decreto Aiuti Ter è ormai alle battute finali, c’è invece ancora tempo per presentare la domanda online per ottenere il bonus bollette Roma 2022.

Detto anche “bonus energia elettrica Lazio” (nella sua formulazione ufficiale), è un contributo di 150 euro una tantum destinato alle famiglie residenti a Roma che siano in difficoltà con il pagamento delle bollette della luce. Finanziata dalla Regione Lazio con il fondo regionale per il rincaro dell’energia, questa misura aveva una scadenza iniziale fissata al 24 luglio 2023. Tuttavia, il termine è stato prorogato a lunedì 7 agosto 2023.

Ricordiamo che possono presentare domanda i cittadini che abbiano i seguenti requisiti:

  • siano residenti iscritti nell’anagrafe di Roma Capitale;
  • siano intestatari di un contratto di utenza di energia elettrica per l’abitazione di residenza, sita a Roma o in uno dei Comuni del Lazio, alla data del 25 novembre 2022;
  • abbiano un’attestazione ISEE ordinario o corrente, in corso di validità, non superiore a euro 25mila euro.

Come si legge sul sito ufficiale del comune di Roma, i richiedenti devono dichiarare, in fase di presentazione della domanda, se abbiano usufruito delle agevolazioni previste dal Decreto Aiuti bis.

La domanda deve essere presentata dall’intestatario dell’utenza e trasmessa online accedendo all’area riservata del sito di Roma capitale attraverso le proprie credenziali (SPID, CIE o CNS).