WI-FI VS rete mobile: in Italia vince ancora la rete fissa

Stando all’ultimo report di OpenSignal, in molti Paesi del mondo la rete di telefonia mobile ha superato il Wi-Fi in termini di velocità. Inoltre, con il 5G il trend diventerà ancora più evidente. L’Italia, come spesso succede, è in controtendenza rispetto all’evoluzione tecnologica a livello globale

In Italia la rete fissa (Wi-Fi) è ancora più veloce di quella mobile

E’ opinione comune che la connessione Wi-Fi sia superiore in termini di prestazioni a quella offerta dalla rete di telefonia mobile. In molti casi questo corrisponde al vero ma come conferma uno studio di OpenSignal in determinati Paesi la velocità di navigazione sul web tramite smartphone e tablet è paragonabile a quella wireless residenziale. Non solo, a volte la banda è anche più veloce.

Confronta le offerte di telefonia mobile »

Italia in controtendenza: il Wi-Fi batte la rete mobile

Purtroppo anche in questo caso l’Italia si conferma pecora nera quando si parla di connettività anche se fortunatamente le cose stanno nettamente miglioramento. Il piano banda ultralarga nazionale promosso dal precedente governo ha l’obiettivo di portare al linea a fissa ad una velocità di almeno 30 Mbps per buona parte della popolazione del Belpaese e gli effetti si positivi si vedono già oggi. Non è infatti un caso che il nostro Paese sia tra le nazioni in cui il Wi-Fi offre una connessione migliore rispetto a quella mobile.

Si stima che la velocità media in download per la rete fissa sia di 19,9 Mbps contro i 17,4 Mbps di media raggiungibili su smartphone e tablet. Inoltre, stando ai dati di OpenSignal la rete mobile batte ancora il Wi-Fi quando si parla di velocità d scaricamento in 4G (+ 2,8 Mbps di media).

Confronta le offerte di rete fissa »

In sostanza possiamo affermare che nei Paesi con una infrastruttura di rete relativamente giovane o in fase di rinnovamento la linea fissa è comunque superiore a quella mobile. In Corea del Sud lo scarto tra Wi-Fi e smartphone è di 11,3 Mbps in favore del primo mentre a Singapore e Romania sale rispettivamente a 34 e 16,5 Mbps.

Il gap tra rete mobile e fissa aumenterà con il 5G

A livello globale, nelle 33 nazioni esaminate da OpenSignal la rete mobile è superiore a quella fissa in termini di velocità. Ciò avviene non solo nei continenti in cui il digital divide, ovvero dove la maggior parte delle persone non possono accedere ad Internet, è una realtà ancora da sconfiggere ma anche in Paesi ad alto tasso di sviluppo. In Australia il Wi-Fi non supera i 21,6 Mbps di media contro i 34,6 Mbps di smartphone e tablet e lo stesso vale anche per Austria (20,7 contro 25,6 Mbps) e Repubblica Ceca (18,6 contro 28,8 Mbps).

Il caso del Libano è la prova più evidente di questa nuova tendenza che interessa gli utenti di tutto il mondo. Qui la velocità offerta dalla rete fissa è di appena 2,5 Mbps si media contro quella delle reti LTE che può arrivare a 14,8 Mbps.

Il gap tra rete mobile e fissa non farà poi che ampliarsi ulteriormente con l’avvento del 5G, il cui debutto ufficiale in campo commerciale è previsto nel 2020.  Il nuovo standard infatti prometti di arrivare ad una velocità teorica fino a 100 Mbps e di usufruire di una rete più stabile e affidabile rispetto a quella oggi a disposizione degli utenti.

Il Wi-Fi comunque non scomparirà del tutto, almeno nel breve medio periodo. Si tratta infatti di una tecnologia ancora appetibile perché molto economica e supportata da moltissimi prodotti connessi. Inoltre, la rete fissa resta comunque preferibile a quella mobile nei punti dove il traffico dati è più congestionato.

Commenti Facebook: