Vodafone non pagherà 2,5 miliardi al fisco indiano: tassa ingiusta secondo la Corte Suprema

Importante vittoria di Vodafone dopo quattro anni di guerra legale contro l’agenzia del fisco indiana: nel 2007, infatti, la compagnia telefonica aveva acquistato la maggioranza di Hutchison Whampoa con un’azione commerciale di oltre 11 miliardi di dollari. Il fisco indiano pretendeva alla società britannica una tassa record da 2,5 miliardi di dollari.

Un conto davvero salato per l’esordio di Vodafone nel paese asiatico ma che, dopo quattro anni dalla vicenda, viene annullato da una sentenza della Conte Suprema indiana. “Abbiamo sempre avuto fiducia nel sistema giudiziario indiano”, ha dichiarato Vittorio Colao, l’amministratore delegato dell’operatore telefonico, “proseguiremo a investire nel paese, nelle aree rurali e nella copertura della rete 3G, per il bene dei consumatori indiani”.

Una vittoria a tutto tondo, quindi, che da ragione a Vodafone e alla sua strategia commerciale: l’acquisizione della società, infatti, era stata fatta attraverso una holding vi Vodafone con sede nei paesi bassi e la stessa Hutchison Whampoa è un marchio registrato nelle isole Cyaman, quindi non soggetta alla legislazione indiana.

vittoria di Vodafone dopo quattro anni di guerra legale contro l’agenzia del fisco indiana: nel 2007, infatti, la compagnia telefonica aveva acquistato la maggioranza di Hutchison Whampoa con un’azione commerciale di oltre 11 miliardi di dollari. Il fisco indiano pretendeva alla società britannica una tassa record da 2,5 miliardi di dollari.

Un conto davvero salato per l’esordio di Vodafone nel paese asiatico ma che, dopo quattro anni dalla vicenda, viene annullato da una sentenza della Conte Suprema indiana. “Abbiamo sempre avuto fiducia nel sistema giudiziario indiano”, ha dichiarato Vittorio Colao, l’amministratore delegato dell’operatore telefonico, “proseguiremo a investire nel paese, nelle aree rurali e nella copertura della rete 3G, per il bene dei consumatori indiani”.

Una vittoria a tutto tondo, quindi, che da ragione a Vodafone e alla sua strategia commerciale: l’acquisizione della società, infatti, era stata fatta attraverso una holding vi Vodafone con sede nei paesi bassi e la stessa Hutchison Whampoa è un marchio registrato nelle isole Cyaman, quindi non soggetta alla legislazione indiana.

Commenti Facebook: