Unirec: in Italia sempre più bollette e rate non pagate

Dati impressionanti quelli diffusi da Unirec (Unione Nazionale delle Imprese di Recupero Crediti) e pubblicati nel primo rapporto annuale dei servizi per la tutela del credito, stilato dall’ente insieme al quotidiano economico Il Sole 24 Ore: il 2% del PIL, pari a oltre 30 miliardi di euro, è l’ammontare delle bollette e delle rate che gli italiani non sono riusciti a pagare lo scorso anno.

Richiedi un preventivo per il tuo prestito

La crisi economica e finanziaria di questi ultimi anni è la principale responsabile di questa situazione che sembra peggiorare di mese in mese e che in alcune aree della penisola assume dimensioni preoccupanti: in Sicilia, ad esempio, la percentuale di chi non riesce a pagare rate e bollette equivale al 5% dell’intero PIL regionale.

I salari bassi, la precarietà del lavoro e il ricorso a mutui per sopperire alle necessità quotidiane e arrivare a fine mese: è questa la triste fotografia di tantissime famiglie italiane e i casi, purtroppo, sono sempre più frequenti, oltre il 60% in più rispetto al 2007 e del 14% rispetto al 2009.

Bollette telefoniche, di energia elettrica e di gas, ma anche rate, mutui, prestiti e carte di credito. Anche alcune tasse non vengono pagate, come ad esempio quella sui rifiuti, proprio per l’impossibilità economica di farlo. Il Sud Italia è l’area più colpita da questo fenomeno: non solo non si riesce a pagare rate o bollette, ma è anche più difficile recuperare i crediti da parte delle società operanti nel settore.

Commenti Facebook: