Torino, la rete mobile è la più veloce d’Italia

Continuano i test per la rete di quarta generazione di telefonia mobile: a Torino si può navigare in internet circa dieci volte più veloce del quotidiano. Telecom Italia Lab, centro di ricerca torinese, ha completato l’installazione di 17 antenne con tegnologia LTE, in grado di trasmettere il segnale a 140Mbit.

Gli ingegneri ne sono entusiasti: “Oggi l’utente  può sfruttare le tecnologie “umts” e “hi-speed”, con chiavette che al massimo possono raggiungere i 14,4 megabit al secondo. Il nuovo sistema di trasmissione parte da 100 megabit e siamo già riusciti a spingerlo fino a 140″,

I tecnici Telecom Italia (30 ingegneri specializzati) stanno testando telefonini, chiavette e antenne sfornate da numerosi partner come Alcatel-Lucent, Ericsson, Huawei e Nokia-Siemens. E spiegano che è fondamentale effettuare questi test all’interno di una città per analizzare le onde elettromagnetiche: tutto avviene sempre nel rispetto dei limiti ministeriali.

Il progetto si avvia verso la fase conclusiva della sperimentazione ed è previsto il collaudo entro la prima metà del 2011. Nel frattempo bisognerà attendere che il Governo indica il bando per l’assegnazione delle frequenze e che i dispositivi 4G arrivino sul mercato: il tutto sarà pronto nella seconda metà del 2012.

i test per la rete di quarta generazione di telefonia mobile: a Torino si può navigare in internet circa dieci volte più veloce del quotidiano. Telecom Italia Lab, centro di ricerca torinese, ha completato l’installazione di 17 antenne con tegnologia LTE, in grado di trasmettere il segnale a 140Mbit.

Gli ingegneri ne sono entusiasti: “Oggi l’utente  può sfruttare le tecnologie “umts” e “hi-speed”, con chiavette che al massimo possono raggiungere i 14,4 megabit al secondo. Il nuovo sistema di trasmissione parte da 100 megabit e siamo già riusciti a spingerlo fino a 140″,

I tecnici Telecom Italia (30 ingegneri specializzati) stanno testando telefonini, chiavette e antenne sfornate da numerosi partner come Alcatel-Lucent, Ericsson, Huawei e Nokia-Siemens. E spiegano che è fondamentale effettuare questi test all’interno di una città per analizzare le onde elettromagnetiche: tutto avviene sempre nel rispetto dei limiti ministeriali.

Il progetto si avvia verso la fase conclusiva della sperimentazione ed è previsto il collaudo entro la prima metà del 2011. Nel frattempo bisognerà attendere che il Governo indica il bando per l’assegnazione delle frequenze e che i dispositivi 4G arrivino sul mercato: il tutto sarà pronto nella seconda metà del 2012.

Commenti Facebook: