Tensione di corrente

Si definisce tensione di corrente la differenza di potenziale elettrico tra due punti, misurata in volt (unità di misura che prende il suo nome da Alessandro Volta, lo scienziato italiano che per primo usò il concetto di tensione elettrica nei suoi studi relativi alla pila voltaica).

Tralicci copia
Come si passa dall'alta tensione alla media e bassa tensione delle nostre utenze domestiche

Energia elettrica, tensione e mercato libero

La distribuzione dell’energia elettrica si appoggia alla rete di trasmissione elettrica a grande distanza (e ad alta tensione di corrente) per portarla poi a bassa e media tensione fino agli utenti finali. Il Decreto Bersani, che ha favorito la libera concorrenza nel mercato elettrico, ha resto la distribuzione di energia elettrica liberalizzata (la trasmissione su lunghe distanze è invece in mano a un unico operatore, Terna). Per conoscere le offerte per l’energia elettrica più convenienti tra quelle disponibili sul mercato libero basta cliccare sul pulsante qui sotto.
Confronta le offerte energia elettrica

La classificazione della tensione di corrente

  • La bassissima tensione o ELV si con una differenza di potenziale elettrico inferiore o uguale ai 50 volt quando si è in corrente alternata e ai 120 volte in corrente continua.
  • La bassa tensione è compresa invece tra i 50 e 1.000 volt in corrente alternata e i 120 e 1.500 volt in corrente continua. È quella utilizzata nella maggioranza degli impianti elettrici privati, sia in ambito civile che industriale. In Italia si è passati da qualche anno dalla vecchia tensione a 220 volt a quella a 230 volt, standard europeo, mentre per le attività economiche si utilizzano i 400 volt (chi ha ancora alimentazione a 220 volt non ha comunque problemi, visto che lampadine ed elettrodomestici a 220 si adattano bene anche a 230).
  • La media tensione riguarda l’intervallo tra i 1.000 e i 30.000 volt; viene usata per i tratti intermedi tra la stazioni ricevitrici di alta tensione e le cabine di trasformazione finale. L’energia elettrica viene a volte acquistata in media tensione da alcuni grandi clienti che la riducono in bassa tensione con cabine private.
  • L’alta tensione, infine, è genericamente quella superiore ai 30.000 Volt sia in corrente alternata che in corrente continua; viene prodotta con trasformatori a partire da una corrente alternata di minore tensione. L’alta tensione è quella che viene utilizzata per la trasmissione di energia elettrica su lunghe distanze attraverso gli elettrodotti.

Commenti Facebook: