Telecom, venduta la sede di Milano: arrivano 75 milioni in cassa

Con un’operazione ormai abbastanza consueta per le imprese proprietarie di grossi immobili, Telecom ha ceduto al Fondo Inarcassa Re la sua sede di Milano in via Negri per 75 milioni di euro, stipulando contestualmente un contratto di locazione pluriennale per l’uso dello stesso edificio.

Palazzo-Telecom
La decisione maturata nell'ottica di una riorganizzazione del patrimonio immobiliare

Nulla cambia, quindi, nei fatti: il palazzo, con i suoi 11.600 metri quadrati di superficie commerciale distribuiti su sei piani fuori terra e un piano interrato, rimarrà la sede centrale della società a Milano. La sede legale del gruppo è in piazza Affari 2, altro ingresso dell’edificio. L’altra ala degli uffici milanesi era stata già ceduta qualche anno fa al fondo Tishman.
Confronta le offerte ADSL Telecom Italia
Recentemente ristrutturata, la sede di via Negri (a pochi passi da Piazza Affari e dal Duomo) ospita uffici e una centralina telefonica. La decisione di venderla risale a circa un anno fa, con una valutazione indicativa che era stata di 80 milioni di euro e un bando di gara che aveva attirato numerosi investitori istituzionali italiani ed esteri (circa una quindicina).

La rete di palazzi e immobili industriali facente capo a Telecom sul territorio italiano ammonta a oltre 14.000 unità immobiliari; l’obiettivo è quello di giungere a una riorganizzazione per ridurre i costi di gestione. La vendita degli immobili è uno dei punti principali del piano di rilancio dell’azienda pensati dall’amministratore delegato Marco Patuano.

Commenti Facebook: