Tariffe internet 3, cambia il costo a consumo

Dal 28 Giugno H3G (3 Italia) cambia il costo della connessione dati a consumo. La tariffazione internet mobile sotto copertura 3 elimina lo scatto di 0,6 € all’accesso e si pagheranno 20 centesimi di euro ogni 10 MB (scatto anticipato). Le nuove tariffe sostituiscono quanto indicato da tutti i piani tariffari, sia nuovi che già attivi.

Il costo della navigazione in roaming nazionale (sotto copertura TIM) non varia e rimane uguale a 0,6 €/MB iva inclusa (tariffazione a KB).

Nulla cambia rispetto ad ora se sono attive le opzioni Super Internet o Naviga 3, che hanno un quantitativo di traffico già incluso.

navigazione-mobile-3

La rimodulazione tariffaria 3 permette di beneficiare di una complessiva riduzione delle tariffe (in precedenza si aveva uno scatto di inizio sessione di 60 cent e poi a consumo a o,1 cent/KB) anche se per le connessioni “accidentali” il rischio incombente è di vedersi tanti “20 centesimi” buttati ogni volta che ci si collega ad internet per sbaglio semplicemente schiacciando un tasto sbagliato.

Due punti sono ancora poco chiari: se rimarrà gratuito il traffico dati inferiore i 19 KB che attualmente permette l’uso di programmi tipo Skebby e se la sessione dati di 10Mb si riferisce ad una singola sessione di navigazione che obbliga a pagare ogni volta che ci si connette 20 centesimi per lo scatto.

no H3G (3 Italia) cambia il costo della connessione dati a consumo. La tariffazione internet mobile sotto copertura 3 elimina lo scatto di 0,6 € all’accesso e si pagheranno 20 centesimi di euro ogni 10 MB (scatto anticipato). Le nuove tariffe sostituiscono quanto indicato da tutti i piani tariffari, sia nuovi che già attivi.

Il costo della navigazione in roaming nazionale (sotto copertura TIM) non varia e rimane uguale a 0,6 €/MB iva inclusa (tariffazione a KB).

Nulla cambia rispetto ad ora se sono attive le opzioni Super Internet o Naviga 3, che hanno un quantitativo di traffico già incluso.

navigazione-mobile-3

La rimodulazione tariffaria 3 permette di beneficiare di una complessiva riduzione delle tariffe (in precedenza si aveva uno scatto di inizio sessione di 60 cent e poi a consumo a o,1 cent/KB) anche se per le connessioni “accidentali” il rischio incombente è di vedersi tanti “20 centesimi” buttati ogni volta che ci si collega ad internet per sbaglio semplicemente schiacciando un tasto sbagliato.

Due punti sono ancora poco chiari: se rimarrà gratuito il traffico dati inferiore i 19 KB che attualmente permette l’uso di programmi tipo Skebby e se la sessione dati di 10Mb si riferisce ad una singola sessione di navigazione che obbliga a pagare ogni volta che ci si connette 20 centesimi per lo scatto.

Commenti Facebook: