SMS Alert per il conto corrente: gli italiani lo utilizzano poco

Secondo l’ultimo rapporto Ubiquitiy (operatore di telecomunicazioni specializzato nelle soluzioni IT e di telecomunicazioni per grandi aziende), riguardante i servizi SMS di mobile finance, solo il 15% degli italiani ha sfruttato nel 2013 il servizio di SMS Alert per il conto corrente. Il servizio è solitamente gratuito, e prevede la ricezione di un messaggio di testo ogni volta che viene eseguita un’operazione con la propria carta di credito o bancomat.

sms alert, costi e come attivarlo
Il volume di SMS Alert cresce in Italia ma sono pochi quelli che ne approfittano

Cos’è il servizio SMS Alert?

Il servizio di SMS Alert prevede la ricezione di un SMS presso il proprio telefono cellulare per notificare che è stata eseguita un’operazione che riguarda il proprio conto corrente.

Spesso il cliente può personalizzare che tipo di notifiche ricevere, ma le più popolari sono gli alert per i pagamenti e prelievi effettuati con le carte di pagamento (carta di credito, bancomat o carta conto), saldo del conto corrente, movimenti da conti correnti e accesso all’Home Banking o Mobile Banking effettuati con le proprie credenziali.

Il sistema di SMS Alert è quasi sempre gratuito, e ormai praticamente tutte le banche offrono il servizio, che si rende particolarmente utile per chi desidera avere un controllo stretto del proprio conto e una maggior sicurezza, ad esempio consentendo di scoprire eventuali clonazioni delle carte.

Inoltre, il servizio include notifiche non necessariamente legate ai movimenti di denaro sul conto corrente ma che facilitano le comunicazioni tra la banca e il cliente.

Crescono gli SMS inviati dalle banche ma sono pochi i clienti che usano il servizio

Secondo i dati Ubiquity, leader italiano nella gestione di servizi di SMS Alert per conto di grandi gruppi bancari, sono pochi i correntisti che hanno attivato il servizio di SMS Alert per il proprio conto corrente nel 2013.

L’indagine Ubiquity ha monitorato i volumi generati dai servizi SMS Alert offerte dalle 17 più importanti banche in Italia; secondo il rapporto 2013, il mercato dei servizi di mobile finance è cresciuto durante l’anno scorso, con un maggior utilizzo degli SMS inviati dalle banche ai clienti, che è aumentato del 35%.

In effetti, durante 2013 le banche prese in esame hanno inviato ai propri clienti complessivamente 450 milioni di SMS, che si traduce in un aumento del 35% rispetto il 2012. Continua così il trend positivo, che vede crescere ogni anno il volume degli SMS riguardanti la mobile finance sin dal 2009.

In questa maniera, malgrado siano in calo gli SMS a livello di telecomunicazioni tra utenti, rimpiazzandosi sempre di più per le applicazioni di messaggeria istantanea, nel settore bancario il SMS Alert rimane sempre un canale solido e affidabile, che si abbina bene agli altri canali già presenti come l’Home Banking e le applicazioni per il Mobile Banking.

Tuttavia, solo il 15% dei clienti bancarizzati in Italia hanno attivato il servizio, che ricordiamo è solitamente gratuito e offerto da quasi tutti gli istituti bancari.

Per quanto riguarda i servizi più utilizzati, secondo i dati Ubiquity prevalgono gli alert riguardanti l’uso degli strumenti di pagamento, ovvero uso delle carte di plastica, sia di credito che di debito. Seguono le notifiche legate ai movimenti del conto
corrente intanto che rimangono in forte minoranza gli SMS di marketing (comunicazioni promozionali e commerci ali della banca verso i propri clienti) e di trading.
Per maggiori informazioni, scarica il Rapporto Ubiquity Mobile Finance 2013.

Infine, ricordiamo che utilizzando il nostro comparatore gratuito ed indipendente di conti correnti è possibile conoscere le migliori proposte attualmente sul mercato italiano, per individuare facilmente quali sono le banche che offrono i migliori servizi aggiuntivi in materia di sicurezza e operatività.

Confronta Conti Correnti

Commenti Facebook: