Sinistro senza colpa e richiesta di risarcimento: Cosa fare?

Può accadere in caso di sinistro senza colpa di essere contattati da avvocatienti che invocano una richiesta di risarcimento nei nostri confronti. Questo accade perché, anche negli incidenti senza colpa, possono verificarsi danni a cose terze rispetto ai soggetti coinvolti nel sinistro che richiedono tutela. Classico è l’esempio della distruzione di un muro o di una colonnina di energia elettrica, come dei danni ad un altro veicolo parcheggiato, ma le ipotesi possono proseguire all’infinito. Cosa fare in questi casi?

Danni a cose e domanda di indennizzo. Ecco cosa rispondere se non è dovuta

In un sinistro senza colpa possono verificarsi danni a cose terze ed estranee ai soggetti coinvolti nel sinistro. Così, all’improvviso, potrà essere recapitata al nostro indirizzo una lettera con richiesta di risarcimento da parte di avvocati o enti. Tutti devono tutelarsi, in particolar modo i soggetti lesi dall’incidente senza che l’abbiano causato in alcun modo. Ecco alcuni esempi:

  • muro di una casa, di un negozio o di altro immobile infranto;
  • colonnina di energia elettrica distrutta;
  • auto o moto in sosta estranea al sinistro.

Non di rado la missiva costituisce una sorpresa per chi la riceve, soprattutto se la responsabilità dell’altro conducente è stata pienamente riconosciuta nel modello di constatazione amichevole, o altrimenti, riportata a verbale dalle Autorità intervenute. Cosa fare in questi casi?

I danni a cose terze (o a terzi) estranei alla causazione del sinistro, devono essere integralmente risarciti da chi ne ha avuta la responsabilità. Poniamo il caso in cui un soggetto, non essendosi fermato al segnale di stop, provochi un incidente urtando un secondo veicolo che infrange il muro di un’abitazione. Se il conducente del secondo veicolo vede recapitarsi una lettera contenente richiesta di risarcimento danni, niente dovrà ad alcun titolo.

Il problema non riguarda le assicurazioni, ma può averne a che fare  nel momento in cui siate sprovvisti di polizza Rc auto. In tal caso nonostante il sinistro sia avvenuto senza colpa potreste rischiare di dover risarcire parzialmente in danno, e scatteranno in ogni caso le sanzioni previste dal Codice della Strada.
Confronta preventivi RC auto

Se ricevete una lettera di richiesta risarcimento per danni a terzi quando nessun risarcimento è dovuto, potere rispondere personalmente riportando gli estremi, la dinamica del sinistro (nonché l’apertura della pratica presso la vostra assicurazione) e una copia del modello di constatazione amichevole da cui risulti l’integrale responsabilità dell’altro conducente, allegando tutti i documenti che la dimostrano.  Nel caso in cui le richieste di indennizzo non cessino, è opportuno rivolgersi ad un avvocato.
Confronta preventivi RC moto

Commenti Facebook: