Risparmio energetico valvole termostatiche

Il decreto legge 102/2014, in attuazione della direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica, ha introdotto l’obbligo di installare valvole termostatiche in tutti gli edifici pubblici e privati con riscaldamento centralizzato; previste multe salate per chi non si adegua alla norma. Di seguito, tutte le informazioni sul risparmio energetico e le valvole termostatiche.

Risparmio energetico valvole termostatiche
Risparmio energetico e valvole termostatiche: tutto ciò che devi sapere

Per migliorare l’efficienza e il risparmio energetico le valvole termostatiche sono diventate obbligatorie in tutti gli immobili, pubblici o privati, che abbiano il riscaldamento centralizzato (sono esclusi dunque gli edifici con l’impianto autonomo).

Secondo quanto stabilito dal decreto in questione, entro il 31 dicembre 2016 tutti gli immobili, pubblici e privati, dotati di riscaldamento centralizzato dovranno obbligatoriamente presentare per ogni termosifone, valvole termostatiche con i contabilizzatori di calore.

Già entro agosto e settembre 2014, rispettivamente, Lombardia e Piemonte avevano reso obbligatoria l’installazione di valvole termostatiche, anche se la Lombardia non sanzionerà gli inadempienti fino al 31 dicembre 2016.
Risparmia sulla bolletta del gas

Valvole termostatiche: cosa sono?

Le valvole termostatiche sono semplici dispositivi che, installati sui termosifoni, consentono di regolarne il funzionamento in ogni stanza, riducendo o aumentando il calore emanato. Le valvole permettono, inoltre, che il calorifero si spenga autonomamente non appena sia raggiunta la temperatura desiderata.

Secondo alcune stime, le valvole termostatiche offrono un risparmio energetico fino al 30% per ogni condominio.

Quanto costano le valvole termostatiche?

Stando alle cifre riportate in uno studio del Sole24Ore, servirebbero circa 1.000 euro per installare tutte le valvole termostatiche di sei termosifoni in un appartamento di 80 metri quadri, e adeguare le pompe di circolazione dell’impianto condominiale da portata fissa a variabile (intervento indispensabile, altrimenti investire in valvole termostatiche non serve a nulla).

Ricordiamo che è attualmente possibile usufruire delle detrazioni fiscali del 50% (o del 65%, se l’intervento avviene insieme ad altre misure per il risparmio energetico) fino al 31 dicembre 2015. Secondo i calcoli del Sole24Ore, al netto delle detrazioni “a carico del singolo appartamento si calcolano costi annui pari a circa 146 euro tra spese di gestione, lettura e i costi di installazione “spalmati” su sei anni (pari alla vita media di una valvola)”.

Il risparmio individuale effettivo, si legge nello studio, è pari al 7% annuo, ovvero circa 84 euro su una spesa annua media di 1.200 euro per il riscaldamento, coprendo unicamente la metà dei costi di installazione delle valvole termostatiche.

Valvole termostatiche e condominio: i problemi che possono sorgere

Con l’applicazione del decreto che stabilisce l’obbligo di installazione delle valvole termostatiche possono crearsi differenze tra condomini. Da un lato, sarà possibile conoscere l’esatto consumo per ogni termosifone, e ogni condominio avrà la certezza di pagare solo i propri consumi effettivi.

Tuttavia, secondo l’amministratore di SIF Italia Luca Ruffino, gli appartamenti situati sopra le cantine o esposti a nord sarebbero sfavoriti, dato che sono più freddi, mentre i proprietari di appartamenti sfitti potrebbero non pagare praticamente niente, chiudendo le proprie valvole termostatiche e obbligando i vicini ad alzare la temperatura.

Per evitare queste situazioni, bisogna contrattare uno specialista che, dopo l’installazione delle valvole, provveda all’adeguamento delle tabelle di ripartizione, calcolando dei coefficienti di adattamento.

Il regolamento del condominio potrebbe prevede una cosa diversa; ciononostante, il decreto stabilisce “un quadro di misure per la promozione e il miglioramento dell’efficienza energetica che concorrono al conseguimento dell’obiettivo nazionale di risparmio energetico” e quindi le delibere condominiali e le clausole del regolamento contrattuale in contrasto con la nuova normativa vanno ritenute nulle.

In ogni caso, quando si tratta di risparmio energetico e valvole termostatiche, bisogna pensare non solo alle proprie tasche me anche al fatto di allineare l’Italia con gli obiettivi internazionali per la riduzione delle emissioni inquinanti.

Infine, ricordiamo che per tagliare la bolletta del gas, conviene anche avere attiva una tariffa adeguata al proprio profilo. Con le attuali proposte per la luce e gas del mercato libero è possibile tagliare le spese annue fino al 15%. Per maggiori informazioni, seguite il link e confrontate le tariffe con l’aiuto di SosTariffe.it

Confronta Tariffe Gas

Commenti Facebook: