Risparmio a casa, consigli per ridurre la bolletta del telefono

È tempo di crisi e bisogna ridurre le spese di casa. Per abbassare i costi dei servizi che dipendono dai consumi –energia elettrica, gas, telefonia mobile e fissa, ecc.- la regola numero uno è quella di usarli meno: facile dirlo. Ma se non si riesce? Vediamo qualche altro consiglio che può essere d’aiuto.

Innanzitutto la prima domanda che dobbiamo porci è: abbiamo veramente bisogno di una linea fissa a casa? In caso negativo, conviene utilizzare soltanto il telefono cellulare. Anche se le singole chiamate costano un po’ di più rispetto alle telefonate da un fisso, non necessariamente ci sono canoni fissi e si ha maggior controllo dei consumi.

Se invece avete bisogno di un telefono fisso per uso privato, si può risparmiare evitando di noleggiare l’apparecchio o le prese al fornitore, dato che non si è obbligato a farlo. Invece, conviene restituirle e sostituirle per un apparecchio più economico -che si può acquistare anche nel supermercato-, ed una presa in vendita da un elettricista. In questa maniera, il canone fisso si riduce.

È conveniente non aderire mai ai servizi accessori che offre l’operatore perché sono sempre a pagamento; invece, quando si ha bisogno di qualche informazione, conviene cercarla su internet gratuitamente.

Oggigiorno, la maggior parte delle società fornitrici di telefonia fissa offrono telefonate e adsl insieme. Utilizzando i nostri servizi di confronto, potete trovare la tariffa più adatta alle vostre esigenze, senza pagare sovrapprezzi.

Infine, considerate che se si dispone di banda larga, conviene rimpiazzare la telefonia fissa per i servizi Voip, che attualmente offrono prezzi molto competitivi per le chiamate nazionali ed internazionali.

Commenti Facebook: