Rinvio bollette luce e gas: come funziona la proroga per scadenza e morosità

Fino a fine Aprile nelle prime zone rosse d’Italia sono stati sospesi i pagamenti delle utenze luce, gas, acqua e rifiuti. Visto l’allargarsi poi dell’emergenza è stato proposto poi un blocco dei distacchi per morosità. Le società fornitrici di servizi si sono anche rese disponibili a riprogrammare i pagamenti delle utenze con rinvii delle scadenze e rialimentare anche le utenze dei clienti morosi fino alla fine di questa crisi sanitaria Covid-19. Ecco quali sono state le disposizioni generali dell’ARERA sul rinvio delle bollette luce e gas e come chiedere le proroghe

Coronavirus, rinvio bollette e sospensione morosità

Il coronavirus rallenta, ecco tutti i dati su morti, nuovi contagi e ricoverati nelle terapie intensive. I numeri stanno iniziando a fare meno paura, nell’appuntamento serale dell’8 Aprile la Protezione civile ha comunicato che i nuovi malati sono stati 1195, sono stati ricoverati in terapia intensiva 3693 pazienti, i decessi totali a questo punto in Italia sono stati 17.669. Un record positivo, dopo molte settimane di emergenza, è stato quello dei guariti, sono stati 2099 in 24 ore – hanno raggiunto quota 26.491.

Adesso però è la crisi economica per molti privati e per tante aziende, costrette ad una chiusura di 2 mesi circa e con poche certezze ancora su tempi e modalità di riapertura, a destare preoccupazione. In questo contesto le bollette in scadenza a fine mese sono uno degli incubi di molti cittadini rimasti senza lavoro, in cassa integrazione o senza reddito.

Rinvio bollette, le decisioni dell’ARERA

Per i clienti luce e gas con contratti con le società del mercato tutelato l’ARERA ha disposto una sospensione di ogni attività di blocco delle utenze per i clienti morosi. L’authority ha prorogato la sua precedente delibera con cui dal 10 Marzo ha avviato questa sospensione dei distacchi per i clienti in ritardo con i pagamenti.

L’ARERA si è adeguata a quello che è il nuovo termine posto dal Governo come scadenza delle limitazioni generali dei cittadini, il 13 Aprile. In attesa di capire se e quando si potrà entrare nella fase 2 di questa emergenza sanitaria iniziando un lento ritorno alla normalità, si sta mettendo in campo azioni per permettere a tutti i cittadini di vivere con il minor disagio possibile l’isolamento.

Le sospensioni delle utenze

Le condizioni imposte come misure per il contenimento del Covid-19 hanno portato ad una serie di problemi sia logistici, con ritardi nelle consegne delle bollette, che economici, date le difficoltà provocate ai lavoratori in Italia. Per questo l’ARERA ha disposto la sospensione delle procedure per morosità, ha stabilito che non saranno applicate le more per i pagamenti in ritardo e ha spronato gli operatori ad attivare dei canali di pagamento telematici e l’invio delle bollette in formato digitale.

La proroga dei pagamenti per morosità o per scadenza dei termini è possibile per delle categorie precise di utenti. Secondo quanto stabilito dall’authority ne possono beneficiare:

  • gli utenti con contratti domestici in bassa tensione del settore energetico
  • per il gas sono coinvolti i clienti domestici e quelli non domestici che abbiano un consumo non superiore ai 200.000 smc/anno
  • coloro che hanno dei contratti per la fornitura dell’acqua, sia domestici e non domestici

Tra le disposizioni dell’Arera inoltre c’è anche la misura che impone di azzerare le procedure di mora, questo significa che una volta terminato il periodo di sospensione l’iter ripartirà da zero. In questo modo i clienti avranno più tempo per risanare la propria posizione.

Zona rossa, pagamenti sospesi fino a fine Aprile

La sospensione delle utenze è invece indistinta per i cittadini degli undici comuni del lodigiani e Vo’ in Veneto che sono stati il primo cordone di isolamento totale di questa emergenza. Per Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini e Vo’ la moratoria di sospensione dei pagamenti di luce, acqua e gas terminerà il 30 Aprile.

In questo caso si può comunicare al proprio fornitore per iscritto o in forma tracciabile l’intenzione di pagare regolarmente se non si voglia usufruire dell’agevolazione.

Rinvii bollette, come funzionano proroga e sospensione

Data la situazione straordinaria è stato previsto sia un piano di sospensione dei distacchi per i clienti morosi e la possibilità di rateizzare i pagamenti in accordo con i fornitori. Come indicato dall’ARERA nell’ultimo documento condiviso i clienti del servizio a Maggiori tutele, quelli con contratti PLACET e gli intestatari della fornitura idrica riceveranno nelle prossime bollette anche le specifiche per poter richiedere la dilazione dei pagamenti.

Per chi abbia la possibilità di pagare le utenze ma stia riscontrando delle difficoltà legate alle consegne ritardate della posta o all’impossibilità di uscire per effettuare il pagamento è prevista la possibilità di comunicare il proprio consenso a ricevere la bolletta elettronica.

A2A, iniziative su rateizzazione per morosità e rinvii

Sui siti dei maggiori operatori si trovano messaggi che indicano le misure adottate sia per i rinvii che per il blocco delle sospensioni per morosità. Ad esempio A2A Energia ha rassicurato i propri clienti e ha annunciato di aver interrotto:

  • sia le sospensioni delle forniture a seguito dei mancati pagamenti delle bollette (già dall’inizio dell’emergenza coronavirus)
  • si l’invio dei solleciti di pagamento (dal 9 Marzo e fino al termine dell’emergenza)

Inoltre è già stato previsto per tutti i clienti che le bollette con scadenze comprese tra il 19 Marzo e il 18 Aprile potranno essere pagate entro l’8 Maggio senza che A2A applichi alcun costo extra per il ritardo.

La società ha fatto sapere che “tali misure saranno attive almeno per tutto il periodo coperto dalla disposizione”, inoltre si avvisano i clienti impossibilitati ad effettuare i pagamenti o in situazioni di oggettive difficoltà economiche che si può concordare con la società un piano di rateizzazioni e si valuteranno eventuali agevolazioni. Si invitano gli utenti che invece non abbiano problemi a registrarsi sul sito o a scrivere ai canali mail o social per poter attivare il servizio bollett@mail e di scegliere uno dei sistemi di pagamento telematici a disposizione.

Oltre ad A2A, anche Acea, Hera e Iren hanno attivato la sospensione e il rinvio dei pagamenti per i clienti morosi o in difficoltà.  Tra i fornitori del mercato libero ecco quali sono le iniziative prese in merito all’emergenza coronavirus.

Eni Gas e Luce e le procedure Covid-19

Eni gas e luce permette ha posticipato i termini di pagamento di tutte le bollette gas e luce emesse dal 12 marzo, nelle bollette verranno indicate le nuove scadenze. La società si è inoltre allineata alle disposizioni Arera per quanto riguarda le sospensioni dei distacchi di gas e luce per morosità dal 10 Marzo al 13 Aprile 2020. La sospensione dei provvedimenti per morosità riguarderà anche i clienti non domestici.

Iberdrola, cambio tariffe senza costi

Iberdrola, società spagnola di fornitura luce e gas, ha pubblicato sul sito alcune informazioni utili prese per supportare i clienti in questo momento. Si dà la possibilità di rateizzare gli importi non pagati su un piano di 12 rate a cui non saranno applicate more. Si può richiedere la rateizzazione tramite i canali online del sito o contattando il numero dell’Assistenza clienti.

Viene anche data la possibilità di modificare la propria offerta passando alle tariffe monorarie scontate e più convenienti delle biorarie per chi si trova costretto a stare in casa tutto il giorno. SI potrà farlo per il periodo di quarantena e poi tornare alla vecchia offerta.

E.ON, info utili su rateizzazione bollette

E.ON ha pubblicato con chiarezza quali saranno i termini applicati alla sospensione delle bollette luce e gas per i clienti delle zone rosse. Per gli utenti residenti negli 11 comuni interessati dal primo isolamento è previsto che le bollette sui consumi di marzo e aprile vengano rateizzate e che si inizi a pagare gli importi con le fatture del 1° Luglio 2020. Rispetto alla periodicità e al numero di rate la società specifica: “Il numero di rate sarà pari al numero di bollette emesse negli ultimi dodici mesi, e con un importo mai inferiore a 50€”.

Per gli altri utenti valgono le misure generiche di sospensione delle procedure verso i pagamenti in ritardo o verso i clienti morosi fino al 13 Aprile ed E.ON invita a contattare i propri numeri verdi qualora si fosse in difficoltà economica.

Sorgenia

Su Sorgenia si trova un intero menu di FAQ con le informazioni sul coronavirus. Per l’emergenza Covid-19 i distributori possono garantire solo i servizi essenziali sia per tutelare i propri dipendenti che per garantire la sicurezza dei cittadini. Non si possono quindi attivare nuovi contatori, si può però chiedere di riattivare un contatore luce già installato ma non uno gas. Le bollette possono essere consultate da tutti i clienti collegandosi alla propria pagina My Sorgenia o sull’app.

Come pagare le utenze anche da casa

In ogni caso l’invito dei fornitori è quello di attivare laddove possibile i canali telematici di pagamento. Le bollette possono essere pagate tramite domiciliazione del servizio su conti e carte di credito, con app e tramite i servizi collegati alla piattaforma Pago PA.

La registrazione dell’account è un’operazione semplice e veloce e vi permetterà non solo di pagare in modo rapido e sicuro le bollette, ma anche di monitorare di consumi, di effettuare l’autolettura e di usufruire dei servizi per ridurre i consumi energetici.

Il post emergenza coronavirus

Il rinvio delle bollette è solo un posticipo dei pagamenti, come visto una volta terminata l’emergenza partiranno i piani di pagamento. Le condizioni di questi rinvii sono al momento ancora da capire con precisione, i punti chiari sono:

  • pagamenti a rate senza interessi
  • inizio degli addebiti dal 1° Luglio
  • rate periodiche come quelle delle normali fatture
  • periodo di rateizzazione compreso tra 2 e 12 mesi con rate non superiori a 50 euro

L’altra certezza riguarda il pagamento del canone Rai, è già stato comunicato che l’addebito di questo versamento avverrà con la prima bolletta utile in un’unica soluzione e non sarà applicata una penale per il ritardo del versamento.

Commenti Facebook: