Rinnovabili in Svezia: l’energia viene dalle onde

La nuova frontiera dell’energia è lo sfruttamento degli elementi naturali e rinnovabili. La potenza del vento (energia fotovoltaica), del sole (energia eolica) e oggi anche quella delle onde (idroelettrica) costituiscono lo strumento attraverso il quale “creare” energia pura, inesauribile e a basso costo. In Svezia ad esempio, entrerà in funzione il sistema Seabased AB. Di cosa si tratta?

Novità energie rinnovabili. L'acqua mirina è pura, non si esaurisce e fa risparmiare

Ecco un altro grande passo avanti nel settore delle energie rinnovabili. La Svezia sarà la prima nazione a produrre energia dalla onde, e lo farà utilizzando il sistema ideato dalla società Seabased AB. Si tratterà del più grande impianto al mondo ad entrare in funzione e a produrre il primo megawatt idroelettrico. Il sistema prende il nome di Sotenas Wave Energy ed è stato installato al largo della costa occidentale del Paese.
Confronta offerte energia

Estrazione di energia dalle onde

Come si realizza la produzione di energia pura dal mare? Già ora (si parlava infatti dei primi giorni del 2016) è stato collegato alla rete elettrica nazionale tramite un cavo subacqueo lungo 10 km, un quadro di distribuzione sottomarino da 120 tonnellate. L’estrazione avverrà sfruttando la differenza di energia potenziale gravitazionale tra cavo e cresta. Per quanto riguarda l’impianto svedese, verrà utilizzato un convertitore di energia del tipo Point Absorber, che si attiva sfruttando il sollevamento e l’abbassamento di un oggetto in galleggiamento (durante il passaggio dell’onda per azionare una pompa idraulica in grado di generare energia verde.

La novità riguardante l’energia dalla onde, è stata oggetto di un comunicato stampa da parte di Seabased AB, nel quale si legge che alcuni convertitori sono stati già collegati la quadro. L’inaugurazione del parco per la produzione di energia marina (parco MHK, ovvero Marine and Hydrokinetic), situato a Soteas in Svezia, sembra essere prossima, e si tratterà del più grande impianto al mondo in un settore -a differenza del fotovoltaico e dell’eolico- ancora inesplorato.

Quanta energia sarà possibile ricavare? Il potenziale da moto ondoso è stimato in 29.500 TWh/anno. Ocean Energy Europe (2013) ha stimato inoltre come lo sfruttamento delle rinnovabili idroelettriche contribuirà alla creazione di nuovi posti di lavoro entro il 2030 (ben 20.0000)

Rinnovabili in Italia, le novità

Anche in Italia non mancano i passi avanti nel settore energie rinnovabili. L’ENEA ad esempio, ha presentato un dispositivo smart e low cost per produrre energia dalla onde del mare. si tratta del dispositivo PEWEC (Pendulum Wave Energy Converter), pensato per le coste italiane, dove le onde sono di piccola altezza e alta frequenza. Gianmaria Sannino, responsabile del Laboratorio ENEA di modellistica climatica e impatti, durante il convegno “Energia elettrica dal mare” ha affermato: “Lo sfruttamento dell’energia dalle onde presenta diversi vantaggi anche rispetto all’eolico e al fotovoltaico: un basso impatto ambientale e visivo, una minore variabilità oraria e giornaliera e una variazione stagionale favorevole, visto che il potenziale dell’energia dalle onde è più alto in inverno quando i consumi energetici sono massimi.”

Da non dimenticare aziende famose come Enel, da sempre impegnate nella produzione di energia verde (per visualizzare le offerte di Enel Energia utilizza il motore di ricerca offerto da SosTariffe.it). Oltre la metà degli impianti di Enel Green Power è situata in Italia per una capacità installata di oltre 3.100 MW. Il mix di produzione include attualmente principalmente geotermia, idroelettrico ed eolico ma il solare, il cui sviluppo ha avuto un forte impulso nel 2011, sarà sempre più presente nei prossimi anni. Da segnalare la forte tradizione di Enel Green Power nell’idroelettrico, in cui gestisce circa 288 impianti su tutto il territorio nazionale, per un totale di 1.513 MW di capacità installata. La tipologia “ad acqua fluente” ha un impatto minimo sul territorio.

Risparmia sulla bolletta e confronta le offerte dei fornitori utilizzando il comparatore.
Compara tariffe energia

Commenti Facebook: