RC Auto e clausole vessatorie: l’esposto all’Antitrust a Novembre 2023

Clausole vessatorie RC Auto nel mirino dell’Antitrust, dopo la presentazione di un esposto da parte delle associazioni dei consumatori contro le principali compagnie assicurative. Le novità sulla battaglia legale su SOStariffe.it, insieme alle migliori offerte per un’assicurazione auto a novembre 2023. 

In 30 secondi

Clausole vessatorie RC Auto, è battaglia legale contro le compagnie assicurative:
  1. Consumatori, periti e carrozzieri presentano un esposto all’Antitrust
  2. Chiedono che non si imponga agli assicurati a quali operatori rivolgersi per riparare l’auto
  3. Con SOStariffe.it, i migliori preventivi sulla polizza RCA per risparmiare a novembre 2023
RC Auto e clausole vessatorie: l’esposto all’Antitrust a Novembre 2023

Fronte unito contro le clausole vessatorie RC Auto. Associazioni dei consumatori, carrozzieri, periti, agenti assicurativi e familiari vittime della strada si schierano compatti contro le più importanti compagnie assicurative, presentando un esposto all’Autorità garante della Concorrenza e del Mercato (Agcm). Per le organizzazioni dei consumatori, le società assicuratrici applicherebbero ai propri clienti clausole in piena violazione delle norme vigenti, perché “non si può imporre agli assicurati gli operatori cui rivolgersi per gli interventi sulle auto”.

Al di là del diritto di scegliere liberamente da chi farsi riparare l’auto, sono sempre più i consumatori a caccia delle polizze auto più convenienti. E uno strumento utile e gratuito per cercare le offerte più vantaggiose è il comparatore per assicurazioni auto di SOStariffe.it, che mette a confronto le soluzioni più economiche di novembre 2023, grazie anche alla possibilità di avere a disposizione dei preventivi personalizzati sulla base dei propri dati inseriti nel tool digitale. Per saperne di più, clicca sul bottone verde qui sotto:

Scopri la migliore polizza auto di novembre 2023»  

Clausole vessatorie RC Auto: ricorso dei consumatori all’Antitrust a Novembre 2023

CLAUSOLE VESSATORIE RCA: IL CASO IN PILLOLE
1 Associazioni dei consumatori, dei periti e dei carrozzieri hanno presentato un esposto all’Antitrust contro le clausole vessatorie RC Auto
2 Questo fronte comune ha inviato una lettera a Governo e Parlamento, chiedendo che, con un emendamento al Ddl concorrenza, siano vietate le clausole vessatorie RC Auto
3 A difesa dei loro diritti i consumatori citano l’articolo 148, comma 11 bis, del Codice delle Assicurazioni
4 Le clausole vessatorie RC Auto non comportano alcun risparmio sul prezzo della polizza

Le associazioni dei consumatori sono scese in campo contro le clausole vessatorie RC Auto. Assoutenti, Adusbef, Casa Del Consumatore, Codici, Confconsumatori, CTCU, Movimento Consumatori hanno inviato un esposto all’Antitrust. Ha spiegato il presidente di Assoutenti, Furio Truzzi: “Sul banco degli imputati la prassi delle compagnie di assicurazioni di obbligare i propri clienti a riparare le autovetture presso le carrozzerie indicate dalle stesse imprese assicuratrici. Una clausola illegale vietata da tutte le norme nazionali e comunitarie in tema di concorrenza“.

In questa battaglia legale, si sono schierati a fianco delle associazioni dei consumatori anche il Sindacato Nazionale Agenti di Assicurazione (SNA), Federcarrozzieri, ACpGE, AIFVS e AIPED (Associazione Italiana Periti Estimatori Danni). Questo fronte comune ha inviato una lettera a Governo e Parlamento, con la quale rilevano che sia inattuato l’articolo 148, comma 11 bis, del Codice delle Assicurazioni che prevede a favore dell’assicurato il diritto di esercitare “la facoltà di ottenere l’integrale risarcimento per la riparazione a regola d’arte del veicolo danneggiato avvalendosi di imprese di autoriparazione di propria fiducia“.

Per il fronte del “No” alle clausole vessatorie RC Auto, questa norma è elusa e inattuata: “Nei contratti assicurativi continuano ad essere introdotte clausole che limitano o escludono il risarcimento per chi non si reca dal riparatore convenzionato con la compagnia, mediante penalizzazioni risarcitorie o indennitarie di vario tipo“.   

Le associazioni alleate in questa offensiva legale aggiungono inoltre come le clausole vessatorie RC Auto non comportino alcun risparmio sui costi della polizza per gli assicurati.

Oltre ad appellarsi all’Antitrust, le organizzazioni dei consumatori chiedono al Governo e al Parlamento, con un emendamento al Ddl concorrenza, di vietare alle compagnie assicurative di “inserire nelle polizze per l’assicurazione obbligatoria della responsabilità civile, pattuizioni contrattuali afferenti al risarcimento in forma specifica o alla scelta dell’impresa di autoriparazione da parte dei soggetti danneggiati o assicurati“.

Assicurazioni auto: le offerte più vantaggiose di Novembre 2023

Per trovare un’assicurazione auto conveniente occorre puntare sul confronto dei preventivi proposti dalle principali compagnie assicurative presenti in Italia. Un valido aiuto in questa operazione arriva dal comparatore per polizze auto di SOStariffe.it. Con questo tool digitale e gratuito è possibile avere preventivi “su misura”, inserendo i seguenti dati:

  • anagrafici (per esempio, età dell’utente e il Comune di residenza);
  • assicurativi (per esempio, la classe di merito); 
  • del veicolo da assicurare (per esempio, il numero di targa).

C’è da notare che è sufficiente inserire questi dati una volta sola per avere decine di preventivi differenti con diverse compagnie assicurative e scoprire l’offerta migliore.

Va, inoltre, sottolineato che i preventivi calcolati tramite il comparatore possono:

  • essere salvati, per una valutazione successiva, mantenendo il prezzo bloccato;
  • essere attivati direttamente online, raggiungendo il sito della compagnia e procedendo alla sottoscrizione tramite Internet della polizza scelta.

Detto che l’assicurazione auto è obbligatoria per legge, sono invece facoltative le cosiddette garanzie accessorie. Per esempio:

  • assistenza stradale;
  • tutela legale;
  • atti vandalici;
  • agenti atmosferici;
  • furto e incendio;
  • kasko.

Se incluse nella polizza assicurativa, sono proprio le garanzie accessorie a far aumentare il prezzo del premio finale della RCA. Infine, sia nella scelta che nell’attivazione della polizza è possibile richiedere assistenza gratuita e senza impegno chiamando il numero verde 800 999 565.