Quali sono gli elettrodomestici che consumano più energia? Osservatorio SosTariffe.it

Per fare un buon uso dell’energia elettrica, ottimizzando il consumo ed evitando gli sprechi, è molto importante sapere quali sono gli elettrodomestici che consumano più energia. L’ultimo osservatorio di SosTariffe.it ha identificato quali sono i principali responsabili della spesa elettrica durante il mese di Agosto 2012, osservando inoltre che sottoscrivere una tariffa energia elettrica del Mercato Libero può condurre ad un risparmio del 10% sulla bolletta.

Un nuovo osservatorio di SosTariffe.it ha analizzato diversi profili di utenti (casa in città, villa con piscina, appartamento in condominio e villetta bifamiliare, corrispondenti a nuclei familiari da 1 a 4 persone), ai fini di identificare quali sono gli elettrodomestici più dispendiosi e gli ambiti domestici dove si consuma più energia elettrica.

Secondo lo studio, a pesare di più sulle tasche delle famiglie italiane sono il condizionatore, il congelatore e l‘illuminazione. In effetti, gli elettrodomestici per il raffreddamento e le lampade alogene rappresentano complessivamente dal 56,49% al 66,74% dei consumi.

Intanto, cucina, esterni e camere da letto sono gli ambiti domestici dove più si consuma elettricità durante il periodo estivo.

Quando invece si è valutato il consumo misurato in kWh, gli elettrodomestici più dispendiosi sono stati la lavatrice, la lavastoviglie e l’asciugatriceQuesti risultati illustrano che gli italiani hanno un’errata percezione dei consumi degli elettrodomestici.

In effetti, secondo uno studio condotto dall’Ufficio Studi AIRES, un terzo degli italiani intervistati ritiene che gli apparecchi più dispendiosi sono il forno, la lavatrice, il frigorifero, la lavastoviglie e il ferro da stiro.

Ma in realtà, anche se questi elettrodomestici hanno un consumo elevato in kWh, incidono meno sulla bolletta dato che vengono utilizzati per poco tempo rispetto a molti altri apparecchi. Difatti, la lavastoviglie incide dal 2,39% al 5,66%, il frigorifero dall’1,37% al 3,67%, la lavatrice dallo 0,73% all’1,95% e il ferro da stiro dallo 0,89% all’1,37%.

Sono molte le buone pratiche che consentono di risparmiare sulla bolletta della luce; utilizzare elettrodomestici ad alta efficienza energetica, ad esempio, permette un risparmio di circa il 40% dei consumi elettrici.

D’altronde, sottoscrivendo una tariffa luce appartenente al Mercato libero dell’Energia, si può ridurre la spesa fino a 25 euro al mese, un risparmio di circa il 10% rispetto alla tariffa di Maggior Tutela.

«Bastano pochi accorgimenti – spiega Giuliano Messina, amministratore e co–fondatore di SosTariffe.it – per ottimizzare i propri consumi e ottenere un risparmio considerevole in bolletta: utilizzare lampadine a risparmio energetico, apparecchiature ad alta efficienza e prediligere, per quanto possibile, le fasce notturne e del weekend per l’utilizzo di alcuni elettrodomestici. Inoltre, passare al Mercato Libero dell’Energia permette di ottenere prezzi più bassi e vuol dire anche poter scegliere l’offerta più adatta al proprio profilo di consumo sfruttando anche in questo settore i vantaggi di un mercato competitivo».

Per leggere l’intero studio, scarica il file Osservatorio Consumi Elettrodomestici – SosTariffe.it.

Sul nostro portale puoi mettere a confronto tutte le tariffe energia elettrica per trovare quella che ti consente risparmiare di più.

Passa al Mercato Libero dell’Energia

Commenti Facebook: