Proroga Bonus Vacanze: fino a quando richiedere il contributo per viaggi

In tanti chiedono che il Governo provveda ad estendere oltre il 31 Dicembre il termine per richiedere e spendere il bonus vacanze. Il voucher del valore di 500 euro è stato utilizzato quasi da 723 mila famiglie, se non lo avete ancora fatto in questa guida trovate le indicazioni su come funziona il bonus e le informazioni per richiederlo. Chi aveva atteso per sfruttare lo sconto nei mesi invernali  potrebbe non riuscire a sfruttare l'agevolazione. Ecco cosa sta succedendo a seguito delle nuove disposizioni per il contenimento della pandemia.

Proroga Bonus Vacanze: fino a quando richiedere il contributo per viaggi

Il Governo aveva varato questa misura per aiutare le attività ricreative e turistiche, tra le più colpite dalla prima ondata di Covid e dalle chiusure imposte a Marzo. Nel Decreto Rilancio era stato quindi istituito un bonus (fino a 500 euro) da spendere in b&B, hotel, agriturismi, campeggi e altre strutture del territorio nazionale.

I destinatari di questo contributo vacanze sono stati identificati con le famiglie con un reddito fino a 40 mila euro l’anno. Il provvedimento stabilisce il valore del bonus per i diversi richiedenti:

  • 150 euro single
  • 300 euro per famiglie di 2 persone
  • 500 euro per nuclei di 3 o più persone

Lockdown e proroga del bonus vacanze

Il nuovo Decreto di Ottobre ha sollevato diverse domande rispetto al bonus e ai prossimi mesi. Le ultime disposizioni, visto l’aggravarsi delle condizioni sanitarie, raccomandano di non spostarsi dal proprio comune solo per compravate ragioni di lavoro, salute o necessità per il prossimo mese. Ci sono poi da considerare i coprifuoco tra le 18 e le 24 nelle diverse regioni.

La seconda ondata avrà delle ripercussioni anche sul bonus vacanze, la parte ancora non richiesta dei fondi destinati al voucher potrebbero essere dirottati per finanziare le imprese con fatturato inferiore a 5 milioni di euro. La proposta sarebbe stata avanzata in occasione della pubblicazione del nuovo Dpcm.

Sono stati richiesti 1.165.804 voucher ma ne sono stati spesi ancora solo 722.946. Che fine faranno i bonus non ancora utilizzati se la situazione non si sbloccherà in tempi utili? In molti chiedono che il Governo proceda ad un rinnovo del bonus, o quanto meno che decida di prorogare i termini e permetta di spendere il voucher anche nel 2021.

Se i circa 450 milioni di euro, questo il valore dei bonus ancora non scaricati, saranno dirottati, alcune parti politiche chiedono che questo tesoretto sia destinato ad aiutare le imprese del settore turistico.

Cosa serve per scaricare il voucher

Definire questo contributo un voucher è in parte sbagliato, i beneficiari non riceveranno infatti un vero e proprio buono spesa. Una volta richiesto il bonus tramite l’app IO.ITALIA o sulla piattaforma online appositamente aperta, il cittadino riceverò un codice e un QR Code.

Si dovrà poi comunicarlo all’albergatore o al gestore del campeggio o della struttura convenzionata. Prenotando si dovrà specificare che si intende spendere il proprio sconto vacanze, si dovrà poi fornire il codice e il proprio codice fiscale.

Prima di decidere dove trascorrere il soggiorno è controllare quali sono le strutture della città o del paese che accettano il bonus vacanze. Al cliente sarà dunque applicata la riduzione corrispondente al valore del bonus, lo sconto sarà pari all’80% del valore del vostro voucher. Il restante 20% vi sarà riconosciuto come detrazione fiscale sulla dichiarazione dei redditi del 2021.

Per poter accedere all’app IO.ITALIA e per creare il proprio profilo per avere il bonus è necessario avere lo SPID o la CIE 3.0,  sono entrambi dei sistemi di identificazione digitale certificata dell’identità dei cittadini. Lo SPID si attiva presso le Poste, la CIE si richiede invece tramite il sito del Ministero dell’Interno.

I documenti fiscali da fornire al momento della domande del bonus si dovrà disporre della Dichiarazione Sostitutiva Unica, il DSU, da richiedere all’INPS e l’ISEE.

Come funziona il voucher da 500 euro

Il bonus quindi, come accennato, è un codice che dà diritto ad un bonus che va da 150 euro e può arrivare fino a 500 euro. Nella prima versione, a tutt’oggi confermata, il contributo può essere richiesto e speso tra il 1° Luglio 2020 e il 31 Dicembre 2020.

L’importo del voucher sarà di 500 euro per famiglie numerose con ISEE entro i 40 mila euro. Per un nucleo familiare di 2 persone il bonus sarà di 300 euro e per i single invece l’importo complessivo sarà di 150 euro.

Al momento della spesa si dovrà tenere conto che l’80% della somma sarà applicata come sconto immediato da parte del proprietario di una delle strutture aderenti, il 20% sarà riconosciuto come detrazione IRPEF.

La domanda del bonus può essere fatta da un solo membro della famiglia, il codice univoco sarà valido per una sola prenotazione. Se il conto del soggiorno sarà inferiore al valore del voucher la restante parte del buono andrà persa. I tipi di strutture in cui sarà possibile spendere il bonus sono: alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e b&B.

Le assicurazioni viaggio e il Covid

Durante la prima ondata dell’emergenza sanitaria molti viaggiatori si sono trovati spaesati e in balia di cancellazioni e rinvii dei propri aerei, treni o delle chiusure delle strutture presso le quali avevano prenotato.

Il coronavirus ha quindi portato a delle modifiche anche nel settore delle polizze viaggio. Gli utenti in questi mesi sono ricorsi a delle garanzie che tenessero conto anche di nuovi e improvvisi cambi di scenario dovuto alla pandemia. Se in passato era raccomandato di leggere bene le clausole e la sezione Esclusioni della propria assicurazione viaggio, adesso è diventato un obbligo se non si vuole rischiare di buttare via i propri soldi prenotando una vacanza.

Prima di programmare qualunque spostamento è anche raccomandato di controllare sul sito della Farnesina o dell’OMS se il Paese in cui si vuole andare è segnalato come potenzialmente pericoloso e se sono registrati focolai attivi. Nessuna polizza vi proteggerà o rimborserà se scegliete consapevolmente una meta del genere.

Con la pandemia in corso è diventato ancora più importante per chi deve comunque intraprendere un viaggio all’estero sottoscrivere un’assicurazione sanitaria che offra anche le spese chirurgiche e che abbia dei margini di copertura adeguati.

Scegliere una rc viaggio

Ecco una guida minima alle polizze viaggio migliori di Ottobre per potersi proteggere per quanto possibile da cancellazioni improvvise e avere la giusta sicurezza se dovessero insorgere disagi legati all’emergenza sanitaria.

Per individuare i piani assicurativi più convenienti e completi abbiamo utilizzato il comparatore di SOStariffe.it, uno strumento che permette di personalizzare la ricerca e di confrontare le principali condizioni proposte dalle compagnie assicuratrici. Per chi acquista una polizza tramite la piattaforma sono previsti degli sconti sulla tariffa tradizionale. Ecco quali sono i piani delle migliori polizze per le vostre vacanze:

  • Coverwise – Tutto incluso
  • Axa Assistance – Schermo Totale
  • Ima Assistance – Imaway
  • Holins – Medico, Bagaglio, Annullamento Plus

Scopri le polizze viaggio più convenienti »

1. Coverwise – Tutto incluso

Con Coverwise si è coperti in caso di interruzione del viaggio con un rimborso garantito fino a 2 mila euro. Per chi invece teme l’annullamento del soggiorno è meglio aggiungere questa opzione facoltativa la pacchetto base proposto dalla compagnia.

Chi prenota un viaggio con questa società possono contare sulla copertura Covid 19, l’unica condizione posta è che la Farnesina o l’OMS non abbiano lanciato un avviso di allarme verso la destinazione prescelta.

Le coperture fornite per chi sceglie la polizza Tutto incluso includono l’assistenza 24 ore di un centralino telefonico per i clienti e l’opzione di rimpatrio sanitario. In caso di spese mediche o chirurgiche sarà Coverwise a pagare direttamente il conto dell’ospedale o del medio, l’importo massimo coperto è di 20 milioni di euro. Sarà inclusa anche la responsabilità civile.

Anche i bagagli saranno compresi nella garanzia, il valore assicurabile è d 1.500 euro in caso di smarrimento o furto delle valige. Attivare la polizza con SOStariffe.it vi farà risparmiare il 12% sulla tariffa proposta da Coverwise.

2. Axa Assistance – Schermo totale

Axa Assistance nella sua Schermo totale include le coperture di spese sanitarie e chirurgiche, assistenza telefonica anche all’estero, il rimpatrio per motivi di salute e l’assistenza per il bagaglio.

Le coperture economiche delle opzioni di questa polizza sono:

  • fino a 3 milioni di euro per le spese sanitarie
  • rc con un tetto massimo di 150 mila euro di rimborso
  • assicurazione bagaglio fino a 1000 euro
  • rimborsi fino a 10 mila euro per annullamento o interruzione viaggio (polizze facoltative)

Anche per le polizze Axa attivate tramite SOStariffe.it è previsto uno sconto del 12% sulla tariffa.

3. IMA Italia Assistance – Imaway

L’assicurazione viaggio di IMA Italia è Imaway prevede il pagamento diretto delle spese sanitarie fino a 5 milioni di euro. Questo prodotto è l’unico che assicura i viaggiatori anche in caso di attacchi terroristici.

Le opzioni incluse nel pacchetto assicurativo sono:

  • annullamento viaggio
  • prolungamento viaggio
  • rimpatrio
  • assistenza telefonica 24 h
  • polizza bagaglio con copertura fino a 2 mila euro
  • infortuni con un tetto massimo di rimborso di 25 mila euro per assicurato
  • tutela legale fino a 5 mila euro

Lo sconto per clienti che sottoscrivono la polizza con SOStariffe.it sarà del 20%.

4. Holins – Medico, Bagaglio, Annullamento Plus

L’ultima polizza che analizziamo è la soluzione Plus di Holins. Questa assicurazione è un prodotto online del gruppo Insurance Travel e può essere acquisto su SosTariffe.it con uno sconto di 10 euro a persona.

Il pacchetto Plus offre ai clienti che lo scelgono la copertura fino a 2 milioni di euro per le spese mediche in viaggio, la compagnia applica l’opzione di pagamento diretto per i costi sanitari con una franchigia minima di 50 euro a carico del cliente.

La copertura dei rimborsi per responsabilità civile sarà al massimo di 750 mila euro. Per lo smarrimento o il furto dei bagagli è previsto un tetto massimo di 3 mila euro. Un’opzione particolare offerta di Holins è l’anticipo di contante, in caso di problemi i clienti potranno rivolgersi all’assicurazione per avere la disponibilità di 3 mila euro per emergenze.

L’annullamento del viaggio è contemplato nella polizza, mentre per interruzione o prolungamento sarà necessario attivare delle assicurazioni aggiuntive.

Commenti Facebook: