Prezzo Rc auto, continua la discesa della tariffe italiane

A marzo 2015 il prezzo Rc auto medio in Italia è sceso del 6,5% rispetto allo stesso mese del 2014. Le tariffe assicurative italiane, come conferma Ania, sono in discesa e si avvicinano gradualmente alla media europea, merito anche del calo dei sinistri (-2% nel 2014). Ecco come approfittare della situazione positiva del mercato scovando le assicurazioni più economiche.

Assicurazioni più economiche nel 2015. Ecco come approfittarne

L’Italia smette di sventolare la bandiera nera delle tariffe assicurative più care d’Europa. Ania, l’Associazione Nazionale delle Imprese Assicurative, canta vittoria, perché il prezzo Rc auto medio è in continua discesa dal 2014. Assicurazioni più economiche? Sembra proprio di . Lo scorso anno le tariffe sono scese complessivamente del 7%, facendo risparmiare agli italiani ben 1,3 miliardi di Euro.

Nel 2014 il costo medio di una polizza Rca si è attestato attorno ai 475 Euro (40 Euro in meno rispetto al 2013), ma sono i dati relativi al 2015 che sorprendono di più, perché confermano la discesa dei prezzi. L’ultimo dato disponibile è relativo a marzo, e vede il prezzo Rc auto medio in calo del 6,5%. Permane un lieve divario con gli altri Stati europei, in particolare rispetto a Spagna, Francia e Germania: le tariffe assicurazioni italiane costano 177 Euro in più.

Cosa fare per risparmiare allora? Questo è il momento migliore per acquistare un’assicurazione, ma confrontando i prezzi Rc auto ed Rc moto online con SosTariffe.it scovi in un click la tariffa più conveniente.
Confronta preventivi RC auto

Aldo Minucci, Presidente Ania, pone l’accento sulla possibilità di rendere strutturale il calo dei prezzi Rc auto ed Rc moto. Ciò che incide di più in Italia, sul costo assicurazioni, sono i sinistri e le numerose frodi assicurative. Una volta debellato il secondo fenomeno, e ridotti i costi dei primi, ben si può auspicare nell’assicurazione ideale. In questa direzione va il Ddl Concorrenza, afferma Minucci, che contiene norme adatte all’obiettivo.
Confronta preventivi RC moto

Il problema più grave -continua il Presidente-, riguarda l’evasione Rc auto. Più di 3,9 milioni di veicoli circolano in Italia senza copertura, e ciò danneggia pesantemente le casse delle assicurazioni. Aiuterà a ridurre il fenomeno la dematerializzazione del tagliando assicurativo, attesa per ottobre 2015. Dall’avvenuta introduzione del tagliando digitale infatti, la mancanza di assicurazioni e i casi di frode saranno rilevati automaticamente, con l’ausilio di telecamere e autovelox.

Commenti Facebook: