Prestiti veloci, vola il web

La richiesta di prestiti veloci è in costante aumento in Italia ma le erogazioni sono sempre più difficile. Come ottenere un prestito veloce? A questa domanda posta da migliaia di cittadini sembra rispondere il web: è crescita esponenziale di prestiti online. Con la morsa del credito e il perdurare della crisi economica, infatti, sempre più famiglie si affidano alle offerte della rete.

Il MEF sospende la ritenuta sui bonifici esteri

Prestiti veloci: la potenza del web

L’agenzia di stampa Adnkronos ha rivelato tramite un’indagine come gli italiani si rivolgano al web perché riescono ad ottenere liquidità immediata, con formule d’accesso veloci e facili, che sono in grado di concorrere con le più grandi banche del Paese. Spesso, infatti, i tempi d’erogazione sono più che veloci (24/48 ore), non è richiesta alcuna motivazione, è previsto l’importo a domicilio, la firma singola e la rata e tasso sono costanti nel tempo. I prestiti online possono essere una soluzione.

Il prestito veloce e le tipologie di debitori che lo richiedono

Come è ovvio per ottenere un prestito veloce bisogna presentare delle garanzie: in primo luogo vi è  la busta paga che permette anche di norma di saltare una rata, modificare l’importo, variare la durata del prestito e in alcuni casi estinguere il debito in anticipo.

Sul web possono ottenere finanziamenti anche protestati o disoccupati, che si troveranno a pagare qualcosina in più d’interessi e spese istruttorie, ma che in molti casi riescono ad accedere alle offerte più vantaggiose, con tanto di slogan accattivanti che garantiscono affidabilità e assistenza.

Le richieste di erogazione diventate improponibili per i classici sistemi bancari sono quindi ripianate dal web che garantisce prestiti per le più diverse tipologie di debitori: dal protestato al disoccupato. Si apre e così il mercato a famiglie e imprese che navigano in cattive acque.

Commenti Facebook: