PagoPA record: dal 2016 a oggi effettuate un miliardo di transazioni

PagoPA taglia il traguardo di 1 miliardo di transazioni dal 2016 a oggi: il controvalore è di 200 miliardi di euro. E poi la piattaforma di pagamenti raggiunge oltre 500 milioni di messaggi inviati dagli enti tramite IO, l’app dei servizi pubblici. Per scoprire le novità e le migliori offerte carte di credito di dicembre 2023, c'è SOStariffe.it.

In 30 secondi

PagoPA da primato. Fotografia in cifre dell'attività della piattaforma online di pagamenti:
  1. Raggiunto 1 miliardo di transazioni dal 2016 a oggi per un controvalore di 200 miliardi di euro
  2. 500 milioni di messaggi inviati dagli enti tramite IO, l’app dei servizi pubblici
  3. Con il comparatore di SOStariffe.it, le migliori offerte carte di credito di dicembre 2023
   
PagoPA record: dal 2016 a oggi effettuate un miliardo di transazioni

PagoPA, la piattaforma dei pagamenti digitali, supera quota 1 miliardo di transazioni gestite dal 2016 a oggi, per un controvalore di 200 miliardi di euro. Inoltre, sono oltre 500 milioni i messaggi inviati dagli enti tramite IO, l’app dei servizi pubblici, da quando è stata lanciata nell’aprile 2020. È un doppio traguardo per due delle principali infrastrutture tecnologiche della società PagoPA, raggiunto grazie alla collaborazione strategica e continuativa dell’intero ecosistema pubblico e privato che, con l’indirizzo del Dipartimento per la trasformazione digitale, sta contribuendo in modo significativo all’intero processo di digitalizzazione dei servizi pubblici in Italia.

Prima di passare sotto la lente d’ingrandimento la fotografia in cifre delle attività della piattaforma digitale PagoPA, con il comparatore per carte di credito di SOStariffe.it, è possibile trovare le offerte più vantaggiose di dicembre 2023 per uno strumento di pagamento digitale, con il “denaro elettronico” che sta progressivamente sostituendo il denaro contante per pagare spese e acquisti anche in questo periodo di shopping pre-natalizio. Per avere una panoramica delle varie alternative per una carta di credito, clicca sul bottone verde qui sotto:

SCOPRI LE MIGLIORI CARTE DI CREDITO »

PagoPA: le transazioni volano a quota un miliardo a dicembre 2023

PAGOPA: LE CIFRE RECORD
1 1 miliardo di transazioni eseguite dal 2016 a oggi
2 200 miliardi di euro il controvalore del miliardo di transazioni
3 202 euro la media a operazione
4 21.900 gli enti aderenti alla piattaforma
5 500 milioni i messaggi inviati tramite l’app IO

Dal 2016 a oggi PagoPA ha gestito nel complesso un miliardo di transazioni a favore di circa 21.900 enti aderenti alla piattaforma, che solo nel 2023 ha registrato un totale di 48 milioni di utenti unici, di cui:

  • 42,3 milioni di utenti fisici;
  • 5,7 milioni di utenti giuridici.

Guardando ai risultati conseguiti nel periodo 2020-2023, ammontano a oltre 900 milioni le transazioni effettuate tramite PagoPA, con un incremento medio annuo del 40%. Dall’analisi delle principali categorie di enti creditori, emerge inoltre che i pagamenti realizzati da cittadini e imprese – con un importo medio di 202 euro a operazione – sono stati a favore del comparto:

  • utility 32%;
  • PA centrali 22%;
  • ACI 19%;
  • Comuni 12%;
  • settore istruzione 5% (scuola 3% e università 2%);
  • settore sanità 3%.

“La digitalizzazione del sistema dei pagamenti verso la pubblica amministrazione – commenta Maurizio Fatarella, direttore generale di PagoPA è stato il primo obiettivo che ha portato alla nascita della nostra azienda e, da sempre, una leva importante per trainare l’innovazione dell’intero ciclo di erogazione e fruizione di un servizio pubblico, ben oltre il pagamento stesso. Questo traguardo ha per noi un valore simbolico, poiché indicativo dell’impatto sistemico della piattaforma e dello sforzo comune di tutti i soggetti pubblici, dei partner tecnologici e dei prestatori di servizi di pagamento che ogni giorno ne accompagnano l’evoluzione”.

In particolare, nello stesso periodo si osserva una significativa accelerazione nell’uso della piattaforma da parte delle amministrazioni locali che, anche per effetto dei progetti PNRR a favore della trasformazione digitale, hanno portato servizi chiave su PagoPA come TARI, multe e servizi scolastici. Questo si è tradotto in una crescita delle transazioni:

  • a favore dei Comuni, passate dai 9,4 milioni del 2020 ai 43,2 milioni del 2023 (tasso medio di crescita annuale +46%);
  • a favore delle Regioni, che sono passate da 5,4 milioni di transazioni nel 2020 a circa 8,1 milioni nel 2023 (crescita annuale media del +11%).

La piattaforma PagoPA conta oltre 1.100 gestori di pubblico servizio e le transazioni verso questo segmento sono passate da 5,8 milioni nel 2020 a 131 milioni nel 2023 (tasso medio di crescita annuale +118%). Va segnalato anche il significativo incremento delle operazioni a favore della categoria salute: si passa da circa 1,1 milioni di transazioni del 2020 a circa 11,8 milioni del 2023 (tasso medio di crescita annuale +79%); inoltre, si assiste a una crescita pari al +38% guardando solo all’anno in corso rispetto al 2022, dovuta anche all’introduzione della possibilità di pagare i ticket sanitari in farmacia a partire da gennaio 2023.

PagoPA: fotografia in cifre di app IO a dicembre 2023

Anche IO, l’app dei servizi pubblici, ha assunto dalla sua nascita un ruolo sempre più centrale nelle strategie di digitalizzazione della pubblica amministrazione con un incremento costante di enti che l’hanno adottata come canale di comunicazione verso i propri cittadini. Lo dimostra il totale di oltre 501 milioni di messaggi inviati tramite l’app, da aprile 2020 a oggi, da più di 15.600 enti che hanno integrato su IO oltre 272.000 servizi.

Guardando ai contenuti veicolati da questi messaggi, oltre il 70% riguarda comunicazioni che attengono a importanti aspetti della relazione tra amministrazioni e cittadini, come per esempio l’esito di un iter amministrativo, l’annuncio di un nuovo servizio disponibile o di un’iniziativa promossa dall’ente, oppure il promemoria per una scadenza.

Rispetto, invece, agli enti che fanno maggior ricorso all’app IO:

  • il 75% del totale dei messaggi arriva da PA Centrali;
  • il 9% proviene dall’ACI;
  • il 7% viene dai Comuni;
  • il 5% giunge da aziende del comparto Utility.

Per Alessandro Moricca, amministratore unico di PagoPA, questi dati sull’attività della piattaforma per pagamenti “hanno una portata qualitativa importante poiché offrono un indicatore oggettivo della solidità di due degli asset infrastrutturali strategici per la modernizzazione del settore pubblico, che continueranno a essere centrali nell’agenda digitale italiana anche per i progetti di innovazione futuri”.